L'area di Medicina non Convenzionale è riservata ai soli perfezionati in tali discipline, quindi non sarà possibile ricevere risposte da altri specialisti. Teoria e pratica delle discipline di Medicina non Convenzionale ad oggi non sono ancora sostenute da sufficiente sperimentazione scientifica e sono disciplinate dal codice di deontologia medica (art. 15)

Utente 404XXX
Salve, e da gennaio che mi capita spesso di avere delle allucinazioni.. All inizio molto meno preoccupanti in quanto vedevo solo un ombra vicino a me ... Ora inizio ad avere l impressione che qualcuno mi stia guardando mi giro di colpo e per mezzo secondo vedo proprio una persona.. L apice di ciò mi è accaduto scorsa settimana quando girandomi ho visto accovacciato per terra un bambino di colore, che un secondo dopo era ovviamente sparito. Non capisco se potrebbe essere una cosa neurologica, oculistica, o psichiatrica ma non so nemmeno come approcciarmi con il mio dottore e ancora non mi sono recata da lui

[#1] dopo  
Dr. Alessandro Scuotto

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
COMO (CO)
SARONNO (VA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,
per inquadrare correttamente la sintomatologia esposta è necessaria una visita specialistica psichiatrica.
Cordiali saluti
Alessandro Scuotto, MD, PhD.

[#2] dopo  
Utente 404XXX

Quindi dice che è una cosa psicologica? Non può centrare qualcosa di neurologico?

[#3] dopo  
Dr. Alessandro Scuotto

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
COMO (CO)
SARONNO (VA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2007
Gentile utente,
alla luce delle attuali conoscenze nel campo delle neuroscienze, il confine tra "neurologico" e "psicologico" è piuttosto sfumato.
Sulla base della sintomatologia riferita, l'indicazione più opportuna in prima istanza è per la visita specialistica psichiatrica. Successivi approfondimenti, se necessari, potranno orientare meglio il clinico a richiedere ulteriori pareri per formulare una diagnosi corretta e prescrivere la terapia appropriata.
Cordiali saluti.
Alessandro Scuotto, MD, PhD.