L'area di Medicina non Convenzionale è riservata ai soli perfezionati in tali discipline, quindi non sarà possibile ricevere risposte da altri specialisti. Teoria e pratica delle discipline di Medicina non Convenzionale ad oggi non sono ancora sostenute da sufficiente sperimentazione scientifica e sono disciplinate dal codice di deontologia medica (art. 15)

Utente cancellato
Salute a tutti,

mi sono state prescritte delle fiale chiamate "Renes GL D12" per un dolore al rene sinistro. La diluizione corretta è stata determinata con EAV.

La domanda forse è banale, ma cosa succede all'altro rene, quello sano, prendendo questo medicinale?

Grazie per la cortesia.

[#1] dopo  
Dr. Riccardo Ferrero Leone

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

la prescrizione di tessuti diluiti e dinamizzati (organoterapia) ha il fine di ripristinare le funzioni fisiologiche dell'omologo tessuto del paziente.
Il trattamento non distingue tra rene destro e rene sinistro: entrambi beneficeranno dell'azione terapeutica.
La scelta dell'organoterapico e della specifica diluizione sono conseguenza della visita del paziente, della relativa diagnosi e della formazione specifica del medico.

Cordiali saluti.
Dr. Riccardo Ferrero Leone
Omeopatia-Omotossicologia-Nutrizione clinica

[#2] dopo  
10161

Cancellato nel 2009
Fornisce poche informazioni anamnestiche, anche perché le altre domande, sono molto diverse, da questa.
Soprattutto quelle inerenti alla fasciola epatica, acqua, pertanto rimango un poco dubbioso sulla sua specificità di sintomi e patologia.
Purtroppo lei spazia da un argomento all'altro senza una precisa indicazione.
La sola prescrizione di rene D12, non corrisponde a quella di un medico esperto in Elettroagopuntura secondo Voll. Rimango molto dubbioso sulla realtà della sua visita presso un medico esperto in EAV.

La diluizione Rene D12, è intesa a modulare il rene ad una funzionalità regolare, agisce su ambedue i reni. Come ha spiegato perfettamente il collega.
Alberto Moschini
alberto.moschini@fastwebnet.it


[#3] dopo  
73116

dal 2011
Grazie per le risposte.

Le domande che ho fatto in passato spaziano tra argomenti diversi perchè avevano l'unico scopo di risolvere dei dubbi o avere conferme circa le prescrizioni date dagli specialisti presso cui sono in cura.

Ci terrei ad approfittare della vostra cortesia per un'ulteriore domanda su queste fiale:

ho letto che il principio attivo è di origine animale (renes bovis gl), per cui mi domando da quale diluizione è presente solo l'acqua magnetizzata, dalla D4?

[#4] dopo  
Dr. Riccardo Ferrero Leone

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Se intende da quale diluizione non si ritrova più principio attivo dobbiamo arrivare alla 23°- 24° decimale(per il calcolo esatto vanno considerate numerose variabili complesse); questo comunque è un parametro standardizzato e prescinde dall'origine animale, vegetale o minerale delle preparazioni all'origine.
Cordialmente.
Dr. Riccardo Ferrero Leone
Omeopatia-Omotossicologia-Nutrizione clinica

[#5] dopo  
73116

dal 2011

Dottor Leone, grazie per la risposta.

Ne deduco che fiale D15 abbiano ancora il principio attivo, mentre fiale D30 no.

Posso seguire questo ragionamento anche per gli spray con diluizione DH15 e DH30 ?

Grazie per la cortesia.

[#6] dopo  
Dr. Riccardo Ferrero Leone

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Certamente, ed ogni volta che incontrerà tali diciture.
Grazie a lei per i quesiti posti.
Dr. Riccardo Ferrero Leone
Omeopatia-Omotossicologia-Nutrizione clinica

[#7] dopo  
73116

dal 2011

Riapro il consulto per chiedere una conferma al gentile dottor Ferrero.

Queste fiale di "organoterapico" mi sono state prescritte sottoforma di iniezioni sottocutanee con fiale da 1 ml.

In farmacia mi hanno fornito delle siringhe da 1 ml che ho notato essere marcate "per insulina".

Mi è venuto un dubbio, c'è qualche accorgimento o richiesta speciale nella scelta delle siringhe per l'uso di prodotti omeopatici/omotossicologici?

Ringrazio in anticipo per la cortesia.

[#8] dopo  
Dr. Riccardo Ferrero Leone

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,
la scelta di utilizzare le siringhe per insulina è la migliore per le somministrazioni organoterapiche sottocutanee (domiciliari); proceda tranquillamente.
Cari saluti.
Dr. Riccardo Ferrero Leone
Omeopatia-Omotossicologia-Nutrizione clinica