L'area di Medicina non Convenzionale è riservata ai soli perfezionati in tali discipline, quindi non sarà possibile ricevere risposte da altri specialisti. Teoria e pratica delle discipline di Medicina non Convenzionale ad oggi non sono ancora sostenute da sufficiente sperimentazione scientifica e sono disciplinate dal codice di deontologia medica (art. 15)

Utente 891XXX
gentili dottori,vi espongo ilmio caso sperando di poter avere un vostro concreto aiuto.sono una ragazza di 32 anni,sposata da 6 alla ricerca di una gravidanza.4 mesi prima del matrimonio,mi è stato tolto un ovaio a causa di una cisti dermoica che lo aveva completamente assorbito.8 mesi dopo il matrimonio ho iniziato a soffrire di crisi epilettiche.e è iniziato il calvario per la ricerca del farmaco più adatto al mio caso.uno dei tanti farmaci (il depakin)miha portato ad un incremento del peso,e sono passata da un peso di 80kg per 160cm ad un peso di 100kg.prima di allora soffrivo di piccolissime cisti funzionali che non causavano alcun disturbo.dopo 2 anni si è trovato il farmaco giusto(il tegretol che assumo in dose di 600mg al giorno divisi in mezza compressa la mattina e 1 la sera)e sono ormai 3 anni che non soffro più di crisi.ho intrapeso una dieta con una notrizionista ed il mio peso ora si aggira intorno ai 90kg.vorrei sapere se ci sono rimedi naturali che possono aiutare l ovaio microcistico a funzionare meglio.ho sentito parlare dell agnocasto,può essere utile?anche con la perdita di peso ho problemi in quanto sembra che da 2 mesi e mezzo si sia arrestata nonostante la dieta,c è un aiuto anche in questo senso??dimenticavo di dire che a inizio gennaio dell anno scorso sono rimasta incinta ma ho avuto un aborto spontaneo alla 6 settimana.vorrei tanto avere un bambino,c è qualche rimedio che mi può aiutare in tal senso?aspetto ansiosa le vostre risposte!!!ringrazio anticipatamente

[#1] dopo  
79426

Cancellato nel 2010
Gentile utente, certamente può trovare soluzioni che l'aiutino nella medicina non convenzionale. Queste soluzioni potranno però esserle indicate solo da un medico competente che la segua direttamente in quanto le cure vanno sempre individualizzate. E' innegabile che i farmaci che sta prendendo possano alterare in qualche modo il suo metabolismo e rallentare un processo di dimagrimento. Se le sue condizioni lo consentiranno il medico a cui si rivolgerà valuterà come e se diminuire la terapia farmacologica che sta assumendo.
L'omeopatia può offrire un concreto aiuto in casi come il suo.

Cordiali saluti
Dr. Tancredi  Ascani
Medico omeopata unicista

www.omeosan.it

[#2] dopo  
Utente 891XXX

gentile dottore,la ringrazio per la sua cellere risposta,ma ho cercato nella mia zona medici omeopatici,ma non ho trovato nulla(sono della prov di bari),saprebbe consigliarmi lei?la mia erborista mi ha consigliato nel frattenpo l uso dell agnocasto,secondo lei può essere utile nel mio caso?la ringrazio e saluto.

[#3] dopo  
79426

Cancellato nel 2010
Buonasera,
le sconsiglio di usare qualsiasi sostanza senza la precisa indicazione di un medico. Non conosco omeopati a Bari. Io esercito a Mesagne.

Cordiali saluti
Dr. Tancredi  Ascani
Medico omeopata unicista

www.omeosan.it