Utente 607XXX
gentile dottore,
mia mamma 65 anni prende da due anni femara, per carcinoma mammario...
da un mese a questa parte però urine più difficilmente
ha fatto come esame azotemia e creatinina e presetano valori nei limiti della norma...
ma questa ritensione idrica può essere dovuta al femara?
beve ma urina poco, nota anche le caviglie un po piu gonfie
che puo fare
grazie

[#1] dopo  
183670

Cancellato nel 2018
1- Per quanto riguarda le avvertenze sull'uso del femara, la scheda tecnica, per quanto riguarda la Compromissione renale, specifica: "il prodotto non e' stato studiato in un numero sufficiente di pazienti con una clearance della creatinina inferiore a 10 ml/min. In tali pazienti deve essere attentamente considerato il potenziale rapporto rischio/beneficio prima della somministrazione del farmaco".
2- Per quanto riguarda gli effetti collaterali del Femara, alla voce: Patologie renali e urinarie, quale effetto non comune, è descritto un "aumento della frequenza urinaria".
Pertanto l'oliguria manifestata da sua madre potrebbe avere un'altra origine.
In ogni caso, nonostante la normalità della creatinina eseguita, una clearance della creatinina converrebbe eseguirla.
Per ulteriori notizie mediche (anche oncologiche) può collegarsi al mio sito web:
http://eugenio.greco.docvadis.it
oppure digitare su Google: Dott Eugenio Greco
quindi, una volta collegati al sito, cliccare sulla parte superiore dell'HOME PAGE le sezioni di interesse (es: PATOLOGIE, CONSIGLI PRATICI, o altro).
Distinti saluti
Eugenio Greco, MD,PhD, F.E.S.C. (Fellow of the European Society of Cardiology), http://eugenio.greco.docvadis.it

[#2] dopo  
Utente 607XXX

ha eseguito successivamente la clearance della creatinina e i valori sono nella norma.
secondo lei da cosa può dipendere?

[#3] dopo  
183670

Cancellato nel 2018
[#4] dopo  
Dr. Filippo Mangione

28% attività
4% attualità
16% socialità
PAVIA (PV)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2009
Pare di capire che la "ritenzione idrica" arrivi a manifestarsi clinicamente come edema perimalleolare.

In prima istanza, il letrozolo può ipoteticamente esserne responsabile. Nonostante questo farmaco possa indurre delle modificazioni ormonali tali da produrre una condizione opposta alla ritenzione idrica, fra gli effetti collaterali viene anche descritto l'edema.

Rimane da valutare la presenza di eventuale terapia concomitante (in particolare antiipertensiva).
Gli esami del sangue vanno inoltre completati da un esame urine.

Saluti,
Dr. Filippo Mangione
Specialista in Nefrologia
Dirigente Medico - Fondaz. IRCCS Policlinico S. Matteo - Pavia

[#5] dopo  
Utente 607XXX

gentile dottore,
mi perdoni se non posso essere piu precisa ma non ho i valori ora qui con me..
comunque ha eseguito anche esame urine, tant'è vero che la oncologa venerdi ha visto il tutto.
e andavano bene..
mamma prende anche la pressione per pressione alta e diuretico..

[#6] dopo  
183670

Cancellato nel 2018
Sarebbe oportuno conoscere i farmaci antipertensivi, poichè alcuni di essi (i calcioantagonisti!) possono provocare edemi perimalleolari.
Distinti saluti
Eugenio Greco, MD,PhD, F.E.S.C. (Fellow of the European Society of Cardiology), http://eugenio.greco.docvadis.it

[#7] dopo  
Utente 607XXX

ma cosa sono?

[#8] dopo  
183670

Cancellato nel 2018
Se lei mi comunica il nome dei farmaci antipertensivi che assume sua madre (i farmaci che prende sua madre per la pressione!), le comunicherò se appartengono alla classe dei "calcioantagonisti).
Eugenio Greco, MD,PhD, F.E.S.C. (Fellow of the European Society of Cardiology), http://eugenio.greco.docvadis.it

[#9] dopo  
Utente 607XXX

Neparen

[#10] dopo  
183670

Cancellato nel 2018
Su prontuario farmaceutico non trovo questo nome comerciale; per cortesia mi comunichi il/i principi attivi in esso presenti.
Eugenio Greco, MD,PhD, F.E.S.C. (Fellow of the European Society of Cardiology), http://eugenio.greco.docvadis.it

[#11] dopo  
Utente 607XXX

ENAPREN
avevo scritto male

[#12] dopo  
183670

Cancellato nel 2018
L'enapren (e non il "neparen" come da lei precedentemente scritto!, che mi ha costretto ad una ricerca supplementare senza risultati, ovviemente!), è un farmaco appartenente alla classe degli ace-inibitori; non può essere resopnsabile dell'oliguria e degli edemi da lei descritti.
Vista l'impossibilità di una soluzione, consiglio nuovamente una visita clinica accurata.
Distinti saluti.
Eugenio Greco, MD,PhD, F.E.S.C. (Fellow of the European Society of Cardiology), http://eugenio.greco.docvadis.it