Utente 814XXX
Salve, sono una ragazza di 29 anni, in seguito a forte dolore al fianco destro che si estendeva alla schiena e alla gamba mi sono recata da medico di famiglia che mi ha prescritto un ecografia addominale dalla quale è risultato tutto nella norma a parte la presenza di "microlitiasi a carico di entrambi i seni pielici" e "colecisti dismorfica a contenuto biliare denso". L'ecografista mi ha detto che trattasi di niente di rilevante. Volevo chiedere dei chiarimenti circa la microlitiasi e la colecisti dismorfica..pe microlitiasi s'intende renella?c'è qualcosa che bisogna fare per risolverla o non ha nessun significato clinico? Grazie in anticipo per la risposta. Cordiali Saluti

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettrice,

microlitiasi a livello della pelvi renale è una dizione ecografica poco mirata e può essere comunque interpretata come possibile presenza di renella.

Detto questo, se così è, l'unica terapia consigliata è quella di aumentare l'assunzione di liquidi, soprattutto acqua, se non ci sono naturalmente altri problemi di ordine generale.

Ora risenta in diretta il suo urologo o nefrologo di fiducia.

Cordiali saluti.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#2] dopo  
Utente 814XXX

La ringrazio per la risposta, in che senso dice dizione ecografica poco mirata? Si mi hanno detto di bere di più, anche se più di quanto bevo non potrei...bevo veramente tanto. A parte il dolore al fianco destro non ho altri problemi connessi...ma l'ecografo mi ha spiegato che potrebbe trattarsi dell'intestino e quindi mi ha consigliato una visita dal gastroenterologo....Sinceramente non sono andata dall'urologo perchè mi sembrava d'aver capito che questo microlitiasi fosse una condizione non patologica e comunque quasi normale...sbaglio?Ad ogni modo la ringrazio per la risposte. Cordialmente.

[#3] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Gentile Signora,
l'ecografia è un tipo di indagine il cui risultato viene interpretato da chi la sta eseguendo in quel momento, non è possibile giudicare ad altri in seguito. In particolare, quando si parla di calcoli renali, le misure (micro, o non tanto micro ...) sono molto soggettive, così come viene descritto il numero e la posizione di questi ipotetici piccoli calcoli, o "renella". Il tutto va interpretato ovviamente alla luce della gravità e della persistenza di eventuali disturbi. Certo che in caso di sintomi paricolarmente importanti non ci si può accontentare di una semplice ecografia, ma la magari è il caso di ripeterla altrove, oppure eseguire direttamente una TAC senza mezzo di contrasto. Ovviamente le indicazoni devono essere poste dal nostro Collega che la sta seguendo.

Saluti
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing