Utente 704XXX
Gentili dottori, chiedo una vostra consulenza avendo eseguito un ecografia all'addome il 28/06 il cui risultato non mi lascia molto tranquilla. In particolare l'indicazione "dilatazione delle vie urinarie di destra ( 10 mm a livello del bacinetto renale)". Premetto che avevo effettuato un controllo l'anno scorso ad aprile ed era tutto nella norma. Non so su puo' essere attinente la cosa: da Maggio 2011 ad Agosto 2011 sono stato a Roma per lavoro ( 8 ore al giorno seduta al computer) e sono stata per quasi tutto il periodo con i piedi gonfi ( prima uno e poi l'altro a distanza di qualche settimana) e mi hanno fatto fare una serie di esami ( ecodopller atrerioso e venoso,radiografia e risonanza delle caviglie, visita reumatologica) nei quali è risultato tutto negativo. Ho fatto l'esame delle urine a febbraio 2012 ed è risultato nell'esame del sedimento: "qualche leucocita-cellule delle b.v.". Mi chiedo questo episodio puo' essere attinente a questo risultato dell'ecografia e soprattutto c'è da preoccuparsi o fare qualche altro esame più specifico a livello dei reni? Inoltre mi è stato riscontrato anche un nodulo di 14 mm al seno destro compatibile con fibroadenoma.
Spero possiate darmi qualche consiglio. Grazie anticipatamente.

[#1] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
Gentile Signora,
l'ecografia è un esame sensibile, ma talora poco specifico, inoltre la sua refertazione è molto soggettiva e dipendente da chi la esegue e con quale apparecchiatura. In particolare questo si evidenzia quando c'è qualcosa da misurare o se le alterazioni sono modeste. Lei omette di riferirci un dettaglio molto importante, ovvero se Mai abbia accusato dei sintomi riferibili al fianco ed alla zona lombare, ovvero si tratti di un rilievo del tutto casuale. D'ogni modo, una dilatazione così lieve, in assenza di altri sintomi e segni non parrebbe davvero una cosa preoccupante, ma è indispensabile che la cosa sia valutata direttamente dal suo Medico Curante ed eventualmente da un nostro Collega specialista in Urologia.

Saluti
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#2] dopo  
Utente 704XXX

Gentile Dr. Piana,intanto la ringrazio per la sua risposta, poi volevo specificare alcuni dettagli che ho tralasciato in precedenza. Effettivamente questo problema l'ho rilevato casualmente facendo un controllo generale che mi premeva di fare annualmente,ma in realtà, anche se non con grave intensità, qualche volta mi è capitato di avvertire dei dolorini al fianco destro in corrispondenza della zona lombare che mi facevano pensare a dolori ai reni ma ho sempre sottovalutato forse. Ripeto non sono episodi frequenti ma è capitato più di una volta. In più noto che da un pò di tempo a questa parte se ho lo stimolo di andare in bagno non riesco più di tanto a trattenere e vado molte volte al giorno ed almeno una volta durante la notte,non so se questa è una cosa rilevante ai fini del problema riscontrato nell'ecografia.
Saluti.

[#3] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Gentile Signora,
confermandole che non mi pare si tratti di una situazione preoccupante, sarà certamente il nostro Collega a cui si riferirà ad interpretare i suoi (lievi) disturbi alla luce della visita e degli accertamenti già eseguiti.

Saluti
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing