Utente 375XXX
salve ,
in seguito a ematuria ho eseguito urotc con il seguente risultato:
l'esame è stato condotto con tecnica spirale multistrato, dopo somministrazione e.v. di MdC iodato non ionico.
entrambi i reni sono regolari per dimensioni e morfologia, con spessore parenchimale regolare. Bilateralmente, ma in particolare a sinistra si osserva una lieve ectasia pielica, senza dilatazione caliceale. Gli ureteri presentano calibro regolare.
Non sono evidenti difetti di riempimento endoluminale a livello del giunto.
Sembrerebbe essere presente un piccolo vaso anomalo a sinistra che tende a comprimere il giunto pielouroreterale, determinando una lieve ectasia pielica.
La vescica presenta pareti regolari.
Non sono evidenti alterazioni a carico degli altri organi parenchimali addominali.
assenza di linfoadenopatie e di versamento endo-addominale.
Vi chiedo un parere da esperti in materia.
Grazie

[#1] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
Gentile Signore,
la modesta dilatazione delle cavità di renali di sinistra parrebbe un rilievo occasionale legato ad un atteggiamento congenito dovuto alla presenza di una variante anatomica nella distribuzione dei vasi sanguigni. Nulla di preoccupante e soprattutto non legato ad una possibile causa di sanguinamento. Per il resto, la TAC non evidenzia altri elementi di sospetto (es. calcoli, neoformazioni). A questo punto, la situazione va attentamente correlata ad altri fattori, come la presenza di disturbi ad urinare, od il fatto che lei sia o meno un fumatore. Immaginiamo che un esame citologico delle urine sia già stato eseguito, altrimenti sarà doveroso. Decidere se effettuare ulteriori accertamenti, come una endoscopia, dipende essenzialmente dal suo urologo di riferimento, che conosce il suo caso in ogni dettaglio.

Saluti
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing