Utente 377XXX
Buongiorno , sono in gravidanza al 5 mese.
Ieri mi sono recata in ps per dei dolori nella fossa iliaca destra. Il dolore lo avverto quando premo. Mi hanno fatto eco addome per escludere appendicite e questo il referto :
Fegato nei limiti per dimensione e morfologia.
Non versamento peritonale nello scavo pelvico.colecisti regolarmente distesa prova di calcoli.Non dilatazione delle vie biliari.Non tumefazione in sede pancreatica. nei limiti la milza e il rene di sinistra.Il rene di destra è in sede, di normale dimensione e morfologia con lieve dilatazione delle cavità calcio-pieliche, il bacinetto renale destra presenta un diametro trasversale di 1 cm; lo spessore parenchimale è conservato e non si riscontrano calcoli a carico del rene. La vescica, a medio riempimento , senza evidenti formazioni vegetanti ne calcoli. Appendice non visualizzabile.
Mi hanno dimesso dandomi del paracetamolo all occorrenza ma senza spiegarmi nulla.

Volevo chiedere se mi poteste spiegare cosa è questa dilatazione delle cavita calico-pieliche.
Da cosa può essere dovuta ? Può essere questo la causa del male che avverto ?
Il dolore lo sento alla palpazione e facendo alcuni movimenti come sedermi.
Urino molte volte al giorno , forse più del dovuto .
Ho notato che il dolore si attenua quando scarico la vescica .
Cosa si può fare per questo ? Tenderà a peggiorare ..? Ci sono dei rimedi ?
Domani mattina farò urinocoltura per vedere se c’è un infezione.

Nel caso fosse solo un infiammazione, e possibile che questa porti dolore alla palpazione ?

Ringrazio chiunque vorrà rispondermi

[#1] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
Se il dolore è condizionato dalla posizione e dai movimenti è ben difficilmente di origine renale. Una modesta dilatazione renale in gravidamìnza è molto frequente ed è dovuta ad un fisiologico rilassamento a causa ormonale, ma anche alla compressione dell'utero gravido sugli ureteri nella parte bassa dell'addome. Se non sono stati riscotrati calcoli, diciamo che la situazione non necessita di interesse urologico immediato, potrà essere valutata ulteiormente in base all'evoluzione dei suoi sintomi anche con le ecografie periodiche programmate durante la gestazione.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#2] dopo  
Utente 377XXX

Grazie mille Dototre per la gentile risposta .

E possibile quindi che questa dilatazione possa far male quando premo ?

Volevo anche chiederle se secondo lei può essere possibile che il bambino muovendosi e spostandosi , vada a schiacciare il rene e per questo sento dolore .
Perché proprio non mi spiego come sia possibile che un momento mi faccia molto male e magari due minuti dopo non ho più nulla ...

Grazie per il tempo che vorrà dedicarmi

[#3] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
I reni sono organi molto profondi nell'addome e poco o nulla risento di posizione, movimenti o pressione dall'esterno. La compressione dell'utero gravido, come già le scrivemmo, si può esercitare sugli ureteri, ma è quai impossibile che si manifesti una compressone diretta dei reni, che si trovano molto più in alto. Il presentarsi del suo disturbo parrebbe più coerente con una causa muscolare.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#4] dopo  
Utente 377XXX

Grazie , allora forse il fatto che possa appoggiarsi o comprimere sugli ureteri spiegherebbe perché mi sento meglio dopo che urino ..

In ogni caso per me l’importante è che non sia nulla di grave , e dalle sue parole rassicuranti sembrerebbe così ...
grazie mille dottore per la sia disponibilità !

[#5] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
La compressione dell'utero gravido è invece molto evidente sulla vescica, cosa che certamente può alterare la percezione e la frequenza degli stimoli ad urinare.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing