Utente 381XXX
L'eventuale chiusura di una Fistola Artero-venosa dopo trapianto di rene ben funzionante, può anche migliorare l'estetica del braccio? Nel mio caso è stata confezionata una fistola a livello radiale, vicino al polso. In corrispondenza del taglio si è subito creato un ingrossamento della vena che esteticamente mi ha sempre creato problemi. Lungo il braccio ci sono due punti dove venivano inseriti gli aghi leggermente gonfi. Chiudendo questa fistola i rigonfiamenti subirebbero delle modifiche migliorando l'estetica del braccio? Nonostante i parecchi anni di dialisi mi ritengo abbastanza fortunato perché la fistola non ha raggiunto dimensioni mostruose o particolarmente sgradevoli, tuttavia la mia giovane età mi spinge a cercare soluzioni per migliorare questo problema.
Grazie mille per l'eventuale risposta.

[#1] dopo  
Dr. Remo Luciani

28% attività
8% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2012
Prenota una visita specialistica
egregio signore,
la chiusura dell'accesso vascolare in un paziente trapiantato di rene è un argomento molto dibattuto in ambito nefrologico e non ancora ben chiarito. In generale ci sono evidenze a favore di una chiusura,al fine di ridurre il carico di lavoro cardiaco nel tempo;dette evidenze però non sono definitive . In generale va presa in cosiderazione la volontà del paziente;se il dato estetico prevale e la volontà del paziente è forte l'ipotesi può essere presa in considerazione. In generale il discrimine è questo: la volontà del pz per una problematica estetica- La rimozione della FAV comporta l'immediata scomparsa degli aneurimi perifistola.
Dr Remo Luciani
Dr. Remo Luciani