Utente
Gentili dottori,
Sono una ragazza di 27 anni, molto ipocondriaca da quanto si evince anche dagli altri consulti richiesti, ma in buona salute.

Come ogni anno mi sono sottoposta ad analisi del sangue ed esame urine, quest’ultimo mi ha un po’ preoccupata.


ESAME URINE

PH 6.0 (5.5-7.
0)
Peso specifico 1008* (1012-1025)
Glucosio 0
Bilirubina 0.0
Urobilinogeno 0.2 (0.03-1)
Corpi Chetonici 0
Nitriti Assenti
Emoglobina 0.00
Proteine 0
Rapporto albumina/creatinina 15 (10-30)
Leucociti 5 (<15)
Cellule squamose 5 (<20)

Quello che mi ha preoccupata maggiormente è il peso specifico molto basso e il rapporto albumina/creatinina che, anche se risulta nella norma, nella mia ignoranza so che L’albumina nelle urine dovrebbe essere totalmente assente.

Per il resto gli esami del sangue sono risultati perfettamente nella norma, compresi creatinina, azotemia ed acido urico.

Ho un’alimentazione equilibrata, bevo abitualmente 2litri d’acqua al giorno, a volte anche di più.

Ho un danno renale?

Vi ringrazio anticipatamente e vi auguro una buona giornata e buon lavoro!

[#1]  
Dr. Giulio Malmusi

28% attività
12% attualità
16% socialità
MODENA (MO)
SPILAMBERTO (MO)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2011
Mi piace la sua autovalutazione "in buona salute". Così è anche per i suoi reni. Cito altre parole sue: "bevo abitualmente 2 litri d’acqua al giorno, a volte anche di più". Se beve tanto, e ovviamente urina in proporzione, la sua urina contiene le sostanze da eliminare diluite in tanta acqua. Il peso specifico basso esprime proprio questo, il fatto che l'urina è diluita. I "valori normali" riportati per il peso specifico (1012-1025) sono veri da sempre, da prima che nascesse la moda di bere tanto; ma se lei beve tanto, l'urina si diluisce. "L’albumina nelle urine dovrebbe essere totalmente assente" era vero quando non c'erano i metodi di dosaggio moderni, che permettono di determinare anche la "microalbuminuria". Il suo valore è normale, come si evidenzia dal confronto con l'intervallo di riferimento. Quindi... può stare tranquilla.
Dr. Giulio Malmusi