Rmn colonna con 4 protusioni e perdita della fisiologica lordosi

Salve,
Ho ritirato da poco l'esito di una risonanza del rachide cervicale; mi piacerebbe avere un vostro parere in merito.

Il referto riporta quanto segue:

"Perdita della fisiologia lordosi cervicale con aspetto conseguentemente rettilineizzato, non si documentano significative irregolarità artrosiche a carico del tratto rachideo in esame, regolare ampiezza del cnale rachideo cervicale.

Note degenerative dei dischi intersomatici del tratto cervicale medio.

Protrusione ad ampio raggio del disco intersomatico C3-C4 senza significativa impronta sul profilo anteriore del sacco durale.

Protrusione circonferenziale ad ampio raggio del disco intersomatico C4-C5 con impronta sul profilo anteriore del sacco durale a sede mediana paramediana bilaterale di grado modesto.

Protrusione ad raggio del disco intersomatico C5-C6 con lieve impronta anteriore del sacco durale a lieve prevalenza sul versante mediano paramediano destro e posterolaterale di destra ove giunge in corrispondenza dell'emergenza radicolare di questo lato.

Protrusione ad ampio raggio del disco intersomatico c6-c7 senza significativo impatto sul profilo anteriore del sacco durale."


Premesso che sono in cura da un chiropratico per vedere di alleviare i dolori alla zona cervicale e alle spalle e che a breve mi sottoporrò ad una visita dal neurologo (visita già prenotata), quanto riportato sulla risposta della risonanza mi ha lasciato assai preoccupato; ovviamente parlo da ignorante in materia e magari chiunque si sottopone a una RM ha piccole protrusioni sul tratto cervicale; tuttavia quattro protrusioni mi sembrano un pò troppe.

Con questo tipo di colonna cervicale sarà necessario sottopormi ad un intervento chirurgico per risolvere i problemi...oppure mi preoccupo inutilmente e il referto non è niente di eccezionalmente preoccupante?

Posso continuare a praticare sport quali ciclismo e corsa a piedi?

Vi ringrazio anticipatamente per le vostre risposte.

[#1]
Dr. Giovanni Migliaccio Neurochirurgo 13,7k 398 94
Egr. signore,
il medico Radiologo che referta le immagini della RM descrive in ogni particolare quello che, di poco o di molto, si discosta dalla normalità anatomica.

Spetta poi al Clinico stabilire se e quale delle alterazioni descritte abbiano importanza medica o chirurgica.

Per far ciò è indispensabile la visita specialistica neurochirurgica che dovrà valutare i Suoi sintomi sia soggettivi che oggettivi (ovvero quelli che emergono dalla visita).

Detto questo, pur con le riserve della consulenza on-line, leggendo quanto riportato nel referto, non mi pare una situazione preoccupante.
Verosimilmente è solo a livello C5-C6 che la protrusione o piccola ernia può produrre qualche fastidio, ma anche le note degenerative vanno clinicamente valutate come possibile fonte di dolore.

Sul tipo di terapia da attuare, ovviamente a distanza non è possibile esprimersi.

Cordiali saluti

[#2]
dopo
Utente
Utente
La ringrazio per la celerità della sua risposta; sicuramente un ottimo toccasana per il mio morale in attesa della visita dal neurochirurgo.

In effetti negli ultimi due mesi ho avuto problemi alla spalla destra e alla parte alta del braccio destro che però adesso si sono abbastanza ridotti anche grazie all'intervento del chiropratico.... anche se non sono scomparsi del tutto; questa zona sofferente è in diretta correlazione con il disco c5-c6?

ho anche problemi alla zona lombare....spero di riuscire a capire se le due problematiche sono collegate tra di loro e quale delle due è la possibile conseguenza dell'altra.
[#3]
Dr. Giovanni Migliaccio Neurochirurgo 13,7k 398 94
La zona di distribuzione del dolore potrebbe essere in relazione alla sede C5-C6, non così per la zona lombare.
[#4]
dopo
Utente
Utente
Un'ultima domanda; per questo tipo di problematiche verso quale specialista sarebbe più opportuno indirizzarsi? Neurochirurgo? Ortopedico? Medico Sportivo? Altro.....

Mi ero dimenticato di aggiungere che oltre alle cure chiropratiche ho già prenotato una visita dal neurochirurgo su indicazione/prescrizione del medico di famiglia; tuttavia visti i tempi di attesa non vorrei aver sbagliato la scelta dello specialista.


Grazie di nuovo.
[#5]
Dr. Giovanni Migliaccio Neurochirurgo 13,7k 398 94
Queste patologie sono patologie di <confine> ovvero sono generalmente trattate da entrambi gli specialisti.
[#6]
dopo
Utente
Utente
Dopo il consulto specialistico la diagnosi che mi è stata fatta è di una sospetta spondilite; a detta del medico dovrebbe trattarsi della forma meno grave, se non vado errato dovrebbe essere "sieronegativa".

Per scongiurare l'eventualità che si tratti della forma più grave della spondilite farò un esame del sangue mirato.

Questo tipo di patologia viene diagnosticata solo dal medico oppure; qualche volta; viene indicata anche nel referto delle analisi (RMN, RX) ?

E' possibile che i sintomi si aggravino esponenzialmente a seguito di un infortunio? Si può guarire e tornare a fare attività sportiva?


grazie ancora

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio