Nucleo tessuto adeso radice s1 di sx

Buonasera, sono un 39enne alto 182 x 90 kg. Nel 2006 a seguito di una lombosciatalgia effetuai una RM che mi evidenziò un ernia discale L4-L5 mediana-paramediana bilaterale, un ernia discale mediana del disco intersomatico L5-S1, e una severa protusione dell'anulus fibroso L3-L4 mediana paramediana bilaterale. Dopo circa 10 sedute di Shiatsu fatte tra il 2006 e il 2007 sono tornato ad una vita normale senza ne dolori ne fitte. Ora a distanza di 5 anni mi sono bloccato di nuovo con la schiena, e dopo tre cicli di cortisone e antidolorifici ancora oggi dopo 25 gg ho dolore lombare e per la prima volta dolore alla gamba sinistra, soprattutto in prossimità del retro della coscia. Il medico di base mi ha prescrito una RM, di cui riporto il relativo referto:"Fenomeni degenerativi a carico dei dischi intersomatici compresi tra L3-L4. A livello L4-L5 si documenta la presenza di un ernia mediana paramediana sx del disco intersomatico parzialmente espulsa e migrata verso il basso. Protusione mediana-paramediana sx del disco compreso tra L5-S1. Sempre a detto livello si apprezza la presenza di un piccolo nucleo di tessuto adeso alla radice nervosa S1 di dx. Si segnala infine la presenza di sofferenza subcontrale in corrispondenza della limitante somatica superiore del soma vertebrale di L5." Volevo gentilmente chiedere cosa può essere il piccolo nucleo di tessuto adeso alla radice nervosa S1 di dx, un parere sul confronto delle due RM a distanza di 5 anni, e vorrei un vostro cortese parere su quella che potrebbe essere una eventuale cura o se considerate la sintomatologia descritta e il referto della RM assoggettabili ad intervento chirurgico.
Grazie della disponibilità.
[#1]
Dr. Vincenzo Della Corte Neurochirurgo 5,9k 200 2
Direi che è da fare una rmn anche con mdc.
Attualmente i Suoi disturbi sono a dx o a sin? E anni fa, quando decise di sottoporsi a ginnastiche.....
i disturbi da che lato erano?.
Cordialità

Dr. Della Corte: vincenzodellacortemi@libero.it
Case di Cura: "La Madonnina Milano-02/58395555
"Villa Mafalda" ROMA-06/86094294

[#2]
dopo
Utente
Utente
I disturbi sono sempre stati a sx. Attualmente non ho più dolore lombare, mentre ho molto dolore dal gluteo fino al polpaccio nella parte sx dovuto probabilmente all'infiammazione del nervo sciatico. Nel frattempo ho fatto visionare il referto della R.M. ad uno specialista, il quale mi ha prescritto una R.M. con mdc, e una scintigrafia ossea con leucociti marcati, secondo il suo parere la presenza del piccolo nucleo di tessuto adeso alla radice nervosa S1 di dx è da attribuirsi a presunta spondilodiscite. Sinceramente sono molto preoccupato, e mi stò attivando per effettuare tutti gli esami che mi ha prescritto nel minor tempo possibile. La cosa che mi chiedo, ma in base a quanto riportato sul referto non dovrebbe farmi male la parte dx? poi Dottore volevo chiederle, quando parliamo di spondilodiscite si tratta di infiammazione o infezione? quali sono i fattori che possono far venire questa malattia? ed eventuali terapie.
La ringrazio per la disponibilità.
[#3]
Dr. Vincenzo Della Corte Neurochirurgo 5,9k 200 2
Personalmente riterrei abbastanza improbabile che vi sia una spondilodiscite a dx, lato mai toccato perchè asintomatico.
Bene ha fatto il Collega a dirLe di completare con altre indagini. Se queste non confermeranno il sospetto (il suffisso ....ite denoterebbe un'infiammazione che, però, potrebbe essere determinata anche da un'infezione), bisognerà considerare solo il lato dei disturbi (sin.) e regolarsi per un eventuale trattamento, a mio avviso, solo mininvasivo secondo la tecnica descritta nei miei articoli in MinForma.
Risentiamoci ad esami eseguiti.
Saluti cordiali.
[#4]
dopo
Utente
Utente
Grazie Dottore, non appena avrò fatto tutti gli esami la disturberò di nuovo.
[#5]
dopo
Utente
Utente
Buongiorno Dottore,
Volevo aggiornarla sugli esami che ho eseguito.
La scintigrafia con leuciti marcati riporta il seguente referto”…. Le immagini planari antero-posteriori della colonna lombo-sacrale mostrano lieve ed appena apprezzabile riduzione della concentrazione della radioattività in corrispondenza di L5 S1 in assenza di sicuri reperti patologici riconducibili ad una chiara condizione di spondilodiscite. Utile eventuale confronto con scintigrafia scheletrica con HDP/MDP, la quale ha dato il seguente risultato “ L’indagine corredata di particolari del rachide lombo-sacrale, ha evidenziato lieve e disomogeneo aumento della fissazione del tracciante osteotropo nelle spalle, nel tratto di passaggio lombo-sacrale e nella caviglia di dx da correlare a note di modesta artropatia”
Ho fatto visionare il tutto allo specialista a cui mi sono affidato, il quale visto l’esito negativo delle indagini eseguite, ha ritenuto opportuno non fare la RM con MDC e mi ha prescritto ginnastica posturale e sedute fisioterapiche appropriate, escludendo per adesso operazioni.
Grazie della disponibilità.

[#6]
Dr. Vincenzo Della Corte Neurochirurgo 5,9k 200 2
Va bene, ci risentiremo, se ha piacere, una eseguito anche questo ultimo accertamento consigliato.
Cordialità

Sondaggio su Vaccino anti-Covid (6 mesi dopo) Partecipa