Ectasia canale ependimale

salve dottori,sono un ragazzo di 29 anni,da una decina di anni sofferente di lombalgia e lieve discopatia,curata con risultati soddisfacente con ginnastica posturale.la settimana scorsa ho fatto una risonanza magnetica cervicale dorsale e lombo sacrale e il referto ha evidenziato un'ernia intraspongiosa.in attesa della visita con un neurochirurgo, il mio osteopata ha definito l'ernia non preoccupante,ma dal referto mi ha fatto notare che si evince una ''lieve ectasia del canale ependimale posteriormente al passaggio di c6 c7, condizione meritevole di monitoraggio nel tempo'',cosi' dice il referto.vorrei sapere se questa ectasia e' preoccupante e se possa configurare l'inizio di qualche malatia del sistema nervoso.sono molto preoccupato.grazie mille per la considerazione.
[#1]
Dr. Nicola Benedetto Neurochirurgo 402 9 2
Gentile utente

La presenza di una dilatazione del canale ependimale (idromielia) può essere associata ad alcune malformazioni congenite come ad esempio la malformazione di Arnold Chiari. Si faccia vedere da un neurochirurgo, se non ci fossero spunti anamnestici o clinici suggestivi per una patologia del rachide credo che sarebbe opportuno monitorare la lesione nel tempo.


Cordialmente


Dr. Nicola Benedetto
Neurochirurgia
Azienda Ospedaliera Universitaria Pisa
nicola.benedetto@gmail.com

[#2]
dopo
Utente
Utente
grazie per la risposta dott. Benedetto.ma questa lieve ectasia del canale ependimale e' di per se' grave?potrebbe sfociare in seguito in qualche patologia neurologica?mi scusi dottore, ma ho molta paura della sclerosi e malattie simili...grazie mille
[#3]
Dr. Nicola Benedetto Neurochirurgo 402 9 2
L'ectasia del canale ependimale può determinare, se si ingrandisce, una compressione delle fibre ascendenti e discendenti del midollo con comparsa di disturbi neurologici. Va monitorata nel tempo proprio per cogliere eventuali evoluzioni di dimensione. Di solito non è associata alla sclerosi multipla. Ad ogni modo rimane valido il mio consiglio di farsi vedere di persona da un neurochirurgo.


Cordiali saluti
[#4]
dopo
Utente
Utente
grazie ancora dottore.ho gia' preso appuntamento con un suo collega specialista.volevo chiederle:di solito la dilatazione e' progressiva nel tempo?qualora lo fosse, si puo' intervenire chirurgicamente?puo rimanere in questo modo per sempre senza arrecarmi disturbi come accade ora?grazie...

Sondaggio su Vaccino anti-Covid (6 mesi dopo) Partecipa