Discomalacia l5-s1 con importante protusione erniaria

a novembre 2012 iniziava un lieve mal di schiena ma non vi ho dato tanto peso perche entravo in un periodo di un mese e mezzo di ferie alla fine del quale ho cominciato a fare cure con fan e miorilassanti visto che dovevo rientrare al lavoro , ma non ho trovato benefici . fatto rx si notava una riduzione dello spazio discale l5-s1 richiesta visita fisiatrica ma i tempi erano lunghi e allora ho richiesto una visita in un ambulatorio privato che mi ha consigliato 10 sedute di tecarterapia il dolore che prima si estendeva fino a sotto le scapole ,anche, glutei e gamba destra si e allieviato e concentrato nella parte piu bassa ma non è mai . arrivato il periodo della visita fisiatrica mi ha consigliato 10+10 sedute per correggere la postura perche mi ha visto tutto piegato sul lato destro e mi ha consigliato di fare subito una rsm questo il risultato : nei limiti della norma L'ampiezza delcanale vertebrale ha regolare intensita di segnale del midollo spinale abolita la fisiologica lordosi con metameri vertebrali normalmente allineati sul piano saggitale. sono presenti numerose modificazioni artrosiche intervertebrali posteriori. il l4-l5 il disco è ipointenso per fenomeni di disidratazione con protusione discale posteriore che comprime il sacco durale ed impegno dei recessi vertebrali con conseguente potenziale conflitto radicolare. discomalacial5-s1 con importante protrusione erniaria discale postero-laterale destra con impegno foraminale che comprime il sacco durale e la radice neurale omologa a tale livello si osserva irregolarita dell'angolo antero-inferiore del soma di l5 da esiti di osteocondrosi vertebrale con importante edema spongioso reattivo ; anche da limitante somatica superiore del soma di s1 mostra alterazioni spongiotiche reattive a discopatia cronica. in questo momento a 4 mesi e mezzo dai primi sintomi continuo ad assumere nelle fasi piu acute dicloreum 150 per allievare il dolore e poter lavorare : lavoro in un caseificio di produzione di parmigiano reggiano e movimentiamo pesi importanti . . chiedevo a chi era meglio rivolgermi , ho preso un appuntamento da un neurochirurgo ma se ne parla a maggio pensavo di fare una visita a pagamento pe abbreviare i tempi ; oppure nell'attesa fare iniezioni co ozonoterapia ho sentito di persone che hanno risolto i loro problemi. oppure sono sufficenti le sedute di fisioterapia posturale che devo ancora iniziare?
[#1]
Dr. Giovanni Migliaccio Neurochirurgo 13,7k 398 94
Egr. signore,
dalla descrizione del referto della RM si evince la presenza di una importante spondilodiscoartrosi con componente discale a comprimere le radici nervose deputate alla funzionalità degli arti inferiori.
Sena vedere le immagini e senza valutare clinicamente l'entità dei sintomi, non ci si può esprimere su indicazioni terapeutche precise.
Quello che Le posso consigliare è di evitare l'ozonoterapia. Nei casi come il Suo non serve a nulla!

Cordialmente

Sondaggio su Vaccino anti-Covid (6 mesi dopo) Partecipa