Lo spazio subaracnoideo anteriore ed

salve sono un ragazzo di 38 anni avente come patologia gia dal 2009 e facendo una nuove rmn del 4-11.2013 si evince un notevole peggioramento in quanto il 2009 era solo c6-c7 ora e questa
riduzione della lordosi
riduzione di ampiezza del canale vertebrale di tipo congenito
riduzione di segnale ter fenomenidisidratativi dei dischi intersomatici a livello c5-c6 ernia discale paramediana sinistra che comprime lo spazio subaracnoideo anteriore e riduce di ampiezza il canale di coniugazione omolaterale
a livello c6-c7 ernia discale di segnale iperintenso in t2w paramediana sinistra sottolegamentosa che comprimr lo spazio subaracnoideo anteriore ed in parte impegna il canale di coniugazione omolaterale
regolare morfologia volume e segnale del midollo esaminato
[#1]
Dr. Pietro Brignardello Neurochirurgo 389 27
Egr.Signore,
la risonanza magnetica di cui riporta il referto mostra la presenza di due ernie discali a C5-C6 e C6-C7 mentre mi sembra di capire che in quella precedente si evidenziava solo una ernia C6-C7; pertanto il quadro radiologico sembra peggiorato. Per poterle dare una risposta, Lei dovrebbe fornirci qualche informazione sui suoi sintomi attuali , sulla loro durata e sulle terapie che eventualmente ha eseguito fino ad ora. Nell'attesa Le invio cordiali saluti

dr. Pietro Brignardello
pietrobri@hotmail.com
www.pietrobrignardello.it

[#2]
dopo
Utente
Utente
salve dottore i sintomi sono dolore al braccio sinistro e dietro alla spalla con bruciore ,dolore tipo coltello conficcato dentro la spalla,formicolio nella mano con perdita di forza capita spesso che mi cadono le cose dalla mano come terapia non ho fatto nulla solo anti infiammatori e dolorifici niente piu i dolori persistono e vanno e vengono con distanze 20 -25 giorni aspettando una sua la ringrazio anticipatamente
[#3]
Dr. Pietro Brignardello Neurochirurgo 389 27
Egr.Signore,
i disturbi sono sicuramente compatibili con la presenza delle ernie discali. In genere, nei casi in cui i sintomi sono presenti da vari anni e non migliorano dopo ripetuti cicli di terapia medica ( eventualmente anche con cortisonici) , e' da prendere in considerazione la soluzione chirurgica di asportazione dell'ernia. Le consiglio di eseguire una visita da un collega neurochirurgo per valutare questa possibilità. Rimango a disposizione per eventuali ulteriori chiarimenti e La saluto cordialmente

Sondaggio su Vaccino anti-Covid (6 mesi dopo) Partecipa