Un neurochirurgo il quale mi ha diagnostica una ernia

sono circa 15 anni che soffro di mal di schiena e mi hanno sempre diagnosticato ernie lombari e cervicali. Da ottobre ho comicniato a causare dolori alla schiena a livello lombare e pensando fossero i soliti miei dolori ho preso orudis e muscolin e fatto fisioterapia (TENS per 10 giorni). Non ho risolto niente, ma continuavo ad avere dolori , la gamba dx mi continuava cmq a tirare e nn riusciva a stare seduta. Ho consultato un ortopedico il quale mi mi ha consignliato di fare attività fisica. Sono andata in palestra per circa due mesi. Non vedendo miglioramenti ho consultato un neurochirurgo il quale mi ha diagnostica una ernia a livello lomabre da operare e in attesa dell'intervento mi ha consigliato di sospendere attività fisica e fare una cura con muscolin e orudisin. Nel frattempo ho fatto una elettromiografia semplice ke ha dato questo referto : nel muscolo TA di entrambi i lati non denervazione. PUM di durata lievemente aumentata. PATTERN da sforzo di tipo "interferenziale" nel muscolo peroneo lungo sx. E retto femorale dx. Normali referti EMgrafici. Nel musoclo deltoide sx. Normali referti EMgrafici. Nel muscolo bicipite bracciale sx. Referti EMgrafici ai limiti della norma. Leggendo questo referto il neurochirurgo mi ha detto di nn dover operare perchè i dolori nn erano dovuti all'ernia, ma mi ha consigliato di consultare un reum,atologo. Nel frattempo ho fatto una rsm lombare, con questo esito " scogliosi lombare dx convessa ridotta, la lordosi fisiologica schisi anteriore del soma di S1 a dx meritevole completamento diagnostico con tc mirata, edema della radice nervosa emergente dx di L5S1, ernia del disco postero- laterale sx a L4L5 che impronta la radice nervosa ed il sacco durale, minima ernia del disco posteriore mediana a livello di L3L4, multiple ernie intrasponginose a tipo di schmorl, note di spondiosi, non alterazione di segnale del cono midollare. il reumatologo mi ha anche rischiesto esami del sangue : ves pcr creatinina es urine emocromo con piastrine elettroforesi proteica glicemia colesterolo totale HDL LDL trigliceridi transaminasi GGT. Referto : globuli bianchi 9.07, globuli rossi 4.75, emoglobina 13.5 , amocrito 40.5 , mcv volume corpusc medio 85.3 , mch emoglob corpusc media 28.4 , mch emoglob corpusc conc 33.3 , granulociti neutrofili 60.5 , linfociti 30.5 , monociti 6.2 , granulociti eosinofili 2.5 , granulociti basofili 0.3 , piastrine 202 , urina aspetto legg torbido colore giallo paglierino densità 1.020 reazione acida albumine assente glucosio assente corpi chetonici assente pigmenti ematici assente bilirubina assente urobilinogeno normale mitriti negativi, microscopia del sedimento alcuni filamenti di muco, diversi leuucociti , GGT 22, colesterolo totale 269, ast transaminasi GOT 23, alt transaminasi GPT 39, TSH 3.59 , PCR 2, elettroforesi sieroproteica albumina 58.4 alfa1 2.8 alfa2 10.9 beta 13.3 gamma 14.6 proteine totali 7.8 colesterolo HDL 76 , glicemia 75, indice di Katz 11, trigliceridi 105 creatinina 0.95 colesterolo LDL 135. Il reumatologo mi ha disgnosticato una spondilodiscite L5S1 con ernia discale L4L5 . Mi ha dato una cura per un mese di soldesan , clody, deflamat, autra, sirdlaud; ho avuto pochissimi miglioramenti. Al termine del mese ho fatto una visita di controllo e oltre ad una richiesta di risonanza del rachide con tecnica di soppressione di grasso mi ha anche cambiato la cura, da fare per ancora un mese, con sirdlaud, pantorc, dicloren retard. Ora sono in attesa di fare questa risonanza e ho quasi finito il mese di cura, ma non noto ancora miglioramenti, ma ho sempre dolori, più di un'ora non riesco a stare in piedi , mi si tappano le orecchie, mi prendono dolori anche a livello cervicale e si aggiungono anche attacchi di tachicardia. Vorrei sapere se dovrei consultare qualke medico specialista e non un reumatologo. E poi mi sembra strano come mai dopo già due mesi di cura non si notano miglioramenti. Non vorrei si asbagliata o la diagnosi o la cura. Vi ringrazio anticipatamente per l'attenzione. Cordiali saluti
[#1]
Dr. Giovanni Migliaccio Neurochirurgo 13,7k 398 94
Cara signora,
la diagnosi di spondilodiscite si sospetta dall'esame clinico in primis, poi si deve trovare conferma con una TAC o RM.
Una volta accertata, questa patologia non si cura con i farmaci che Le sono stati prescritti, ma con il riposo a letto per due mesi e terapia antibiotica.
Pur non avendo a disposizione la documentazione clinica, a me sembra che i Suoi disturbi siano dovuti alle discopatie emerse all'esame di RM, in particolare alla sofferenza della radice S1.
Se così fosse, l'intervento di microdiscectomia risoverebbe il Suo problema e forse non vagherebbe più per mesi da uno specialista all'altro senza concludere nulla.
Cordialmente
[#2]
dopo
Utente
Utente
davvero grazie mille per la sua celere risposta. Scusi se insisto ma di che intervento sta parlando?Di cosa si tratta? E secondo lei è il caso che torni da un neurochirurgo o continui a rimanere in cura dal reumatologo? Grazie ancora
cordiali saluti
Ricatto Anna Maria
[#3]
Dr. Giovanni Migliaccio Neurochirurgo 13,7k 398 94
Sto parlando di intervento di ernia del disco lombare.
Torni pure da un neurochirurgo, ma da uno che sappia che non sempre si decide l'intervento solo se l'EMG è positiva.
Cordialmente
[#4]
dopo
Utente
Utente
salve dott. Migliaccio
ho avuto il rislutato della risonanza con tecnica di soppressione di grasso che dovevo fare.
Esame eseguito in rachide in toto mediante sequenze TSE senza infusione e.v. di contrasto. Regolare l'ampiezza del canale vertebrale; non alterazioni del segnale a carico della corda midollare e del cono; ernia discale posteriore mediana a C5C6; non immagini riferibili ad ernie del disco in sede dorsale; bulging discale a L4L5; alterazione morfologia si S1 con aspetto di vertebra a "farfalla". Ho un dubbio: ma la risonanza che mi hanno fatto è quella con soppressione di grasso? Perchè non ho visto differenze dalle altre risonanze che ho fatto!!
Secondo lei si tratta di spondilodiscite come mi è stato diagnosticato o i dolori sn riferibili all'ernia? Scusi se insisto ma davvero nn so più cosa fare e a chi affidarmi.
cordiali saluti
ricatto anna maria
[#5]
Dr. Giovanni Migliaccio Neurochirurgo 13,7k 398 94
Gentile signora,
La ringrazio per la considerazione, ma pretende un po' troppo.
Non posso darLe delle certezze solo leggendo dei referti.
Sia io che chiunque dei colleghi dovremmo visitarLa ed esaminare le immagini per prendere una decisione terapeutica.
Cordiali saluti

Sondaggio su Vaccino anti-Covid (6 mesi dopo) Partecipa