Utente
Buonasera, a mio figlio, gemello nato prematuro, è stato diagnosticato un idrocefalo benigno esterno a seguito di una semplice visita per plagiocefalia....in pratica dopo la visita che ha portato in evidenza una fontanella piena non rigida e pulsante abbiamo fatto eco transfontanellare che ha evidenziato come il liquor sia "sensibilmente aumentato" negli spazi tra cervello e cranio. Ad oggi la circonferenza cranica risulta essere di 43.5 cm al 4o mese di età aggiustata essendo nato in 36esima settimana. Dobbiamo vedere il neurochirurgo a breve ma già ci aveva detto, confermato dalla e ografista, che in genere si risolve entro i due anni senza bisogno di interventi. Le uniche cose che ha il piccolo sono a volte durante la giornata delle vene molto più marcate ma non gonfie e al contrario del fratello non riesce a stare sulle braccia se messo a pancia in giù. Per il resto sorride, vocalizza, ogni tanto spernacchia, ed ha u buon controllo delle mani riuscendo spesso a mettersi il ciuccio da solo, giocare con i piedini e e portarsi alla bocca i suo giocattoli. La mia domanda è, quali possono essere le onseguenze di ciò? Non è possibile eliminare il liquor in eccesso anche senza shunt in modo da ristabilire la pressikne cranica 3? Cosa dobbiamo adpettarci?
Grazie in anticipo.

[#1]  
Dr. Andrea Seghedoni

24% attività
16% attualità
12% socialità
MANTOVA (MN)
MODENA (MO)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2008
Buonasera

L'idrocefalo esterno benigno si risolve spontaneamente in un paio di anni.
E' normale che il bimbo abbia minime difficoltà motorie aumentate, ma questo perchè di solito la testa è un pò più pesante del normale e quindi il bimbo fatica maggiormente a controllare la postura.
Di solito conviene non pungere per non sottrarre liquor, tanto si riforma e siamo al punto di prima. E' invece necessario seguire periodicamente il bimbo sino alla scomparsa del quadro.

La saluto


Dr. Andrea Seghedoni,
neurochirurgo
www.andreaseghedoni.com

[#2] dopo  
Utente
La ringrazio per la gentilezza e le parole rassicuranti.
Un'ultima cosa le chiedo, la testolina è cresciuta di 2,8cm in un mese. Ci sarà una stasi in questa crescita? il liquor è destinato ad aumentare o dovrebbe fermarsi secondo la sua esperienza? il fatto che nell'ultima settimana di gravidanza a mia moglie sono stati somministrati medicinali quali lasix, catapresan, aldomet, adalat per tenere sotto controllo la pressione? Calcoli anche che è andata in eclampsia ed ha subito una lieve ischemia in zona non focale a seguito del parto...
La ringrazio infinitamente per le cortesi risposte.
Cordiali saluti

[#3]  
Dr. Andrea Seghedoni

24% attività
16% attualità
12% socialità
MANTOVA (MN)
MODENA (MO)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2008
Tutte le problematiche dovrebbero risolversi da sole nell'arco di 2 nni, con un totale rientro della cuva di crescita. forse la circonferenza cranica rimarrà lievemente piu alta, ma senza sproporzioni rispetto al resto del corpo.
Il monitoraggio che vi faranno i colleghi servono ad evitare che subentrino tutte quelle problematiche che lei ha elencato.

Per rispondere alla sua ultima domanda, un parto problematico può essere la causa di questo tipo di idrocefalo. Per fortuna è questa una lieve sofferenza che il bimbo riesce a superare indenne, tanto che a due anni tutto torna alla normalità. Il monitoraggio ha lo scopo di individuare eventuali problemi o segni di allarme, che anche in una condizione benigna, possono complicare le cose.

Un saluto
Dr. Andrea Seghedoni,
neurochirurgo
www.andreaseghedoni.com

[#4] dopo  
Utente
La ringrazio ancora per la gentilezza.
Cordiali saluti