Aloni cerebrali

Nei primi di gennaio 2015 ho avuto alcuni episodi di balbettio, da ciò portata al Pronto Soccorso da una Tac cerebrale si evidenziavano due aloni di cui uno vicino al linguaggio, da qui ho iniziato il ricovero presso l'ospedale, dove ho eseguito vari accertamenti come:
- analisi del sangue:
• ematochimici ed urinari di routine: nella norma ad eccezione del colesterolo totale 207, proteine totali 6.3, ves 25.
• markers neoplastici: negativi;
• ECG: RS con FC 63 bpm;
• EEG: rallentamenti a distribuzione diffusa con lieve prevalenza sulle regioni emisferiche di sinistra;
- risonanza magnetica: dove si evidenziano due lesioni nodulari di circa 10.5mm rispettivamente in sede corticale occipitale destra e fronto-parietale sinistra.
- tac total body: dove hanno riscontrato solo dell'ispessimento della parete anteriore dell'ipofaringe.
- SpettroRMN: dove mostra riduzione della NAA ed aumento di Cho e INS compatibile con lesioni eterologhe.
- Pet: dove si evidenziavano dei piccoli linfonodi laterocervicali nell'ipofarige.
- Biopsia alla faringe: negativa.
Ad oggi sono asintomatica. Che cosa possono essere? Che cosa posso fare che ancora non abbia fatto? Che terapia si può seguire? Possono essere dei gliosi? Tumori inattivi? Possono assorbirsi da soli?
[#1]
Dr. Giovanni Migliaccio Neurochirurgo 13,7k 398 94
Gentile signora,
a distanza non è possibile essere del tutto esaurienti nelle risposte, mancando la possibilità di visionare la documentazione clinica.
Alle domande che qui pone quindi non è agevole rispondere.
Quel che Le posso dire è di consultare di persona un neurochirurgo che dovrà valutare con attenzione la spettro RM.

Cordialmente
[#2]
dopo
Utente
Utente
Grazie della tempestiva risposta, purtroppo so che a distanza senza le carte alla mano non si può essere certi di qualcosa, però io un consulto con un neurochirurgo l'ho fatto, mi è stato detto che non sanno cosa siano o di natura primitiva o metastica o addirittura per ultima casistica anche ascessi mi hanno menzionato. Quindi l'unico modo per non brancolare nel buio come finora stanno facendo è l'esame istologico con la biopsia cerebrale magari di uno solo quello meno profondo, per avere cito testuali parole un alta probabilità di identificarne la natura, non la certezza, ovviamente mi hanno descritto le complicazioni che essendo asintomatica non ho ma possono presentarsi dopo l'esame come la difficoltà a parlare, comprendere o vedere. Ora visto che non voglio arrivare a tanto mi chiedo e ovviamente giro a voi, dalla forma o aspetto, dalla localizzazione o dal fatto che non ho nulla sul resto del corpo, non si può avere un quadro un po' più preciso? Mi hanno parlato di una tecnica i raggi gamma knife posso prendere in considerazione questa alternativa anche se non si è fatto un esame istologico della parte cerebrale lesionata? Grazie anticipatamente. Cordiali saluti.
[#3]
Dr. Giovanni Migliaccio Neurochirurgo 13,7k 398 94
Gentile signora,
sono domande a cui non è possibile rispondere a distanza.
Di sicuro vanno eseguiri ulteriori approfondimenti per stabilire la terapia più idonea.

Cordialmente

Sondaggio su Vaccino anti-Covid (6 mesi dopo) Partecipa