Un intervento chirurgico, oppure una terapia conservatrice

Salve ho 34 anni e ieri tramite una tac mi è stata riscontrata una ernia discale. Così dice il referto: " a livello di L4-L5 si rileva voluminosa ernia mediana-paramediana sinistra che opera compressione sul sacco durale. In corrispondenza di L3-L4 si notano protrusioni discali circonferenziali in appoggio sul sacco durale, che occupano il pavimento dei forami neurali d'ambo i lati."
dall'esito c'è forse la possibilità per un intervento chirurgico, oppure una terapia conservatrice?
Quanto sono i tempi di recupero, visto che io cmq lavoro presso un bar e sto in piedi parecche ore?
Sono anche arbitro di calcio, pensa che per questa ernia posso appendere direttamente il fischietto al chiodo, oppure posso tornare a correre per i campi di calcio?
Dimenticavo di scrivere i sintomi e i dolori che ho: in pratica fortissimi dolori al nervo sciatico della gamba dx fino alla caviglia ( il dolore si sposta continuamente), mi viene impossibile camminare e dormire. Al momento del dolore ho avvertito una scossa che mi è partita dalla gamga sx e poi l'indomani il dolore si è trasferito sull'altra.
Consideri che ieri dal pronto soccorso sn uscitocon la sedia a rotelle per il forte dolore.
Grazie in anticipo e distinti saluti.
[#1]
Dr. Paul Tenenbaum Neurochirurgo 160 5
Se quello che descrive dura da più settimane forse è necessario prendere in considerazione anche l'intervento chirurgico.
Però,se non ci sono motivi contrari, mi sembra necessario l'esecuzione di una rmn lombo-sacrale soprattutto per la controllare lo "stato" dei dischi intervertebrali nel futuro.
Tutto ciò dopo attenta valutazione clinico-radiologica
Cordiali saluti

Paul Tenenbaum

[#2]
dopo
Utente
Utente
caro Dr. Paul Tenenbaum, innanzi tutto grazie per avermi risposto in quando sn giù di morale per il dolore.Il fatto è successo da 1 settimana, ma il dolore anche se leggermente diminuito, non cessa e poi ho davvero difficoltà a camminare, in quanto il dolore sulla gamba si sposta continuamente e comincio a sentire anche il fastidio dietro la schiena.
Faccio due infiltrazione al gg. di Lixidol unita al bentelan.
Secondo la sua esperienza, quanto dovrei stare cmq a riposo?e se dovessi fare un intervento quali sn i tempi di recupero, in pratica quanto dovrei stare fermo prima di tornare al lavoro? Come scrivevo prima io lavoro presso un bar e mediamente sto in piedi circa 10 ore al dì.
cmq faccio attività fisica arbitrando partite di calcio.
Aspetto con ansia una sua risposta, e cmq Le volevo dire che domani ho una consulenza fuori città da un primario di neuochirurgia.
Grazie ancora e Le porgo distinti saluti.
[#3]
Dr. Paul Tenenbaum Neurochirurgo 160 5
Faccia con fiducia la visita con il Collega neurochirurgo e gli domandi l'opportunità dell'esecuzione di una rmn.
Cordiali saluti
[#4]
dopo
Utente
Utente
Ieri sono stato a far la visita,mi è sembrato una persona abbastanza preparata( So di nn potere fare nomi ma è un primario di neurochirurgia di un ospedale della Sicilia).
Mi ha detto che il rischio operazione è al 50% in quanto l'ernia è molto voluminosa, ma prima di arrivarci vuole provare con classiche tecniche di terapie conservative.
Mi ha prescritto una serie di antidolorofici ed antinfiammatori, poi altre capsule sia per la protezione dello stomaco e per il cervello. Se fra 10 gg. di assoluto riposo il dolore nn mi passa , allora mi vuole rivedere avendo fatto prima una rmn ed rx per valutare in seguito il da farsi.Se invece mi passa , allora poi potrò tornare al lavoro e prepararmi per una buona fisioterapia, nuoto terapeutico (dorso) ed anche manipolazioni.
Io spero cmq di nn arrivare all'intervento, ma se dovesse essere necessario di certo nn mi tiro indietro, anche perchè facendo il barista, sto parecche ore in piedi e alcune volte faccio anche dei movimenti innaturali involontari.
Grazie e mi tenga sempre informato, per me pscologiacamente è importante, in quanto sn una ragazzo abbastanza dinamico ed il fatto di nn poter far determinate cose un pò mi deprime.
[#5]
dopo
Utente
Utente
Cari Dott.ri, ho bisogno di un altro consulto.
Da giorno 7 come riportato sopra ho un ernia discale e ho preso antidolorofici ed altro. Lunedi' 13 sn stato a fare la visita dal neochirurgo e mi ha prescritto da allora una infiltrazione al dì di bentelan 4mg unita al Miotens, poi 1 cap. di Byodinolar al dì, 1 cap. di Lyrica ed 1 di Mepral. Tutto per almeno 10 gg.
Dopo due giorni il dolore cominciava ad attenuarsi ,ma da ieri sera e soprattutto stamane sembro avere fatto passi indietro.
Il dolore alla bamba va ad aumentare ed in più avverto anche quello nella schiena e sotto la pianta del piede che prima nn avevo.
Pensate che devo avere pazienza oppure cominciare a pensare davvero ad un intervento che il neurochirurgo mi ha detto essere al 50%?
Spero in una vs risposta e grazie in anticipo.
[#6]
Dr. Paul Tenenbaum Neurochirurgo 160 5
Come già detto Le consiglio l'esecuzione della RMN seguita una ulteriore visita dal collega neurochirurgo
Cordiali saluti
Paul Tenenbaum
[#7]
dopo
Utente
Utente
Salve, volevo informare della mia situazione.
In pratica dopo avere effettuato la terapia per 12gg come prescritto dal mio neurochirurgo, il dolore è diminuito ma nn è passato del tutto, allora mi sn risentito col medico e mi ha detto di effettuare nuovi esami e poi di ricontrollarmi.
Venerdì scorso, quindi, ho effettuato la risonanza magnetica lombare ed anche una rx lombare con prove dinamiche con flusso esteriore.( come mi ha prescritto)
L'esito lo avrò giovedì 30 e la visita lunedì 3.
Il punto è questo: da quando ho interrotto la cura( vedi sopra) il dolore al nervo sciatico è cominciato ad aumentare sempre di più ed adesso avverto anche il fastidio alla schiena che prima nn avvertivo.
So che devo aspettare tutti gli esami e valutare assieme al neurochirurgo, ma se potere volevo sapere cosa ne pensate e se devo cominciare a pensare seriamente ad una eventuale operazione.
Considerando che ormai sn 3 settimane che ho questo problema.
Grazie in anticipo per la vs collaborazione, aspetto una risposta anche per avere un pò di conforto.
[#8]
dopo
Utente
Utente
Ho appena ritirato il referto sia dell Rmn che dell'Rx.

Rmn col lombosacrale: " Canale spinale nella norma.
A L4-L5 discreta protusione discale circonfenzeriale prevale posteriormente in appoggio sul sacco durale e con ernia paramediana destra di recente insorgenza con severa compressione della porzione emergente della radice L5.
A L5-S1 piccola ernia posteriore mediana impronta il sacco durale."

rx col lomo-sacrale 2p
rx col lombare con dinamiche:

"segmenti rachidei sistanzialmente in asse.
Spazio intersomatico L4-L5 e in particolare L5-S1 ridotto
Rispettato l'angolo di massima flesso-estensione."

Questo l'esito degli esami.

Spero cheche riuscirete a darmi delle schiarite in metito prima della visita che ho il prossimo lunedì.
Grazie sempre in anticipo
[#9]
Dr. Giovanni Migliaccio Neurochirurgo 13,7k 398 94
caro signore, non ci sono terapie alternative all'intervento.
Interventi di questo tipo, in mani esperte, hanno un successo che sfiora il 90-95% e consentono al paziente di riprendere un avita del tutto normale.
Cordiali saluti
[#10]
dopo
Utente
Utente
Sono stato a fare la visita di controllo , ed il mio neurochirurgo mi detto le stesse cose dette da lei.
Devo fare l'intervento perchè non esistono altre alternative.
Vi terrò informati di tutto. Grazie

Sondaggio su Vaccino anti-Covid (6 mesi dopo) Partecipa