Sensibile spondilolistesi anteriore del corpo di s1 su l5 con riduzione dello spessore e

Spett.li Medici

HO 35 anni e sono una persona molto sportiva, da sei mesi ho cominciato ad avvertire un dolore alla schiena, e dopo varie terapie antinfiammatorie ed intensi esercizi riabilitativi che hanno solamente lenito il dolore, mi sono sottoposto a rm colonna lobmo sacrale e questo è il referto:

Tratto lobbare in asse, ridotta la fisioogica lordosi. Non si rilevano alterazione dell'intensità del segnale a provenienza del midollo osseo endo-spugnoso ai metameri esplorati.
Al passaggio L2-L3, non alterazione del disco intervertebrale.
Al passaggio L3-L4, non alterazione del disco intervertebrale.
Al passaggio L4-L5, non alterazione del disco intervertebrale.
Al passaggio L5-S1, sensibile spondilolistesi anteriore del corpo di S1 su L5 con riduzione dello spessore e dell'intensità del segnale del disco intervertebrale con secondaria procidenza dell'anlus fibroso (discopatia da instabilità), senza tuttavia significativi aspetti di impronta sul bordo ventrale sacco durale.
Nei limiti il diametro sagittale del canale spinale.
Normale rappresentazione del cono midollare e delle radici della cauda.

A quanto detto dai medici è una patologia che si porta avanti dalla nascita, e che il problema grande del dolore sia l'ernia che si è formata, anche se il trattamento con manipolazione non è consigliato. H sentito parlare bene di ozono terapia ma non so dove nella zona del Trentino o regioni vicine si pratichi. Chiaramente la mia volontà è quella di poter tornare a fare sport quindi chiedo un Vostro esperto parere e potenziale soluzione.

Ringrazio anticipatamente.

[#1]
Prof. Paolo Perrini Neurochirurgo 817 37
Gentile Utente,

la spondilolistesi é lo scivolamento di un corpo vertebrale (nel suo caso L5) sul suttostante (S1). Tale spostamento puó essere causa di dolore, sia a causa di instabilitá vertebrale che per riduzione del canale vertebrale.
Il mio consiglio é quello di eseguire un RX L/S con prove dinamiche (in flessione ed estensione) per valutare un eventuale incremento dello scivolamento durante la flessione e successivamente di discutere con un neurochirurgico le opzioni terapeutiche di questo problema.
A mio avviso l'ozono terapia non ha nessuna indicazione in questa patologia.
Cordiali saluti,

Dr Paolo Perrini
Neurochirurgia Universitaria,
Ospedale "Santa Chiara", Pisa.
perrinipaolo@hotmail.com
www.perrinipaolo.com

[#2]
Dr. Marco Mannino Neurochirurgo 604 22 5
Gentile Signore,
concordo pienamente con il Dott. Perrini circa la non indicazione ad eseguire ozono terapia.
Essendo Lei un giovane e sportivo non credo che abbia una spondilolistesi degenerativa (quella che si ha, per intenderci nell'artrosi) quanto piuttosto, come le hanno detto un problema maformativo. Noi definiamo tali spondilolistesi "Displastiche". Le spondilolistesi a bassa displasia (come immagino nel suo caso) tendono a guarire da sole, poichè danno luogo negli anni ad una fusione dei due corpi vertebrali disassiati che così tendono a non muoversi più eccessivamente tra di loro.
Solo nei casi con una sintomatologia dolorosa non controllabile con la terapia farmacologica vi è, come ha detto correttamente il Dott. Perrini, l'indicazione ad eseguire un intervento di stabilizzazione vertebrale.
Completi la diagnostica e si rivolga ad un neurochirurgo vertebrale.
Cordialità.

Dr. Marco Mannino
Neurochirurgo
http://www.studiomannino.com

Sondaggio su Vaccino anti-Covid (6 mesi dopo) Partecipa