Utente
Buongiorno,
Il 27 dello scorso mese mi hanno investito in bici e oltre al pnx sinistro che ormai dovrebbe essere risolto ho:
Fratture IV, V, VI, VII, VIII, IX Costola sx;
Fratture II, IV, V, VI, VII Costola dx;
Frattura a più rime parzialmente scomposta della scapola destra;
Frattura a più rime del soma di D4;
Frattura dell'emiporzione destra del soma di D5 e D6.

Il 27 mi dovrò recare al controllo in ospedale a circa 50km da casa.

Fino ad oggi, e credo che continuerò così fino al giorno del controllo, sono stato sempre al letto alzandomi solo per lo stretto necessario con il busto ortopedico consigliato dal neurochirurgo.
Le sensazioni che ho sono buone ma non vorrei fare imprudenze.

Come mi consiglia di viaggiare? Sul sedile posteriore o anteriore un bel po' reclinabile? Con la cintura o senza?...
Ovviamente terrò il busto anche in auto.

Grazie.

[#1]  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FRATTAMAGGIORE (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,
il busto le garantisce una ortesi tutoria con cui può viaggiare come vuole ma, per carità, allacci sempre la cintura e se non è lei che guida, chieda all'autista di avere una velocità moderata per evitare frenate brusche, la decelerazione nel caso suo non è opportuna.
Auguri di buona convalescenza.
Cordialmente
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it

[#2] dopo  
Utente
Grazie mille dottore.
Negli ultimi giorni è sorto un altro problema.
Paradossalmente, il problema è che sento molto meno dolori.
Infatti, se di giorno continuo a muovermi meno possibile e con molta attenzione, di notte non è così.
Sono due giorni che mi sveglio mentre mi sto stiracchiando in modo molto violento. Appena mi accorgo, ovviamente, cerco di fermarmi ma poco dopo mi ritrovo a stirare e inarcare fortemente la schiena.
Tutto il giorno mi comporto come se avessi la schiena di cristallo e, nel dormiveglia mi trasformò in un essere a metà tra un contorsionista e un lottatore greco-romano.
Spero di aver spiegato bene i miei dubbi.
Mi devo preoccupare?
Nel caso, cosa posso fare per cercare di contenere questi movimenti?
Grazie.

[#3]  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FRATTAMAGGIORE (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Caro signore
Secondo me è opportuno che consulti i colleghi neurochirurghi che L' hanno curata per valutare la possibilità di assumere farmaci per questo disturbo
Cordialmente
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it