A livello di l5-s1 si apprezza ernia discale migrata in sede endocanalare prossimale in sede

Salve. Venerdì 27 settembre ho accusato un forte dolore alla parte bassa della schiena che si irradiava al gluteo e alla gamba, sono andata dal mio medico che mi ha segnato iniezioni di Voltaren muscoril, e dopo 5 giorni non accusavo più dolore, il mercoledì seguente a lavoro(sono addetta alle pulizie) ho avuto una ricaduta peggiore oltre il dolere ho iniziato ad avere formicolio su tutta la gamba destra fino al piede e sono rimasta paralizzata, il mio medico mi ha fatto fare iniezione di bentelan fiale, ma dopo averne fatte 3 non vedendo risultati sono andata al pronto soccorso, dove l' ortopedico mi ha segnato una cura per una settimana di decadron fiale e orudis fiale e co efferalgam e mi ha consigliato di fare una RM appena riuscivo a rimettermi in piedi. Dopo la cura de'ortopedico mi sono rimessa in piedi e sono andata a fare la RM, questo è il referto:
Rettilineizzazione della fisiologia lordosi lombare.
Riduzione di spessore e intensità di segnale dei dischi intersomateci del tratto compreso tra L3 e S1.
A livello di L5-S1 si apprezza ernia discale migrata in sede endocanalare prossimale in sede paramediana dx, con verosimile conflitto radicolare. Necessaria correlazione clinica - anamnestica ambito specialistico neurochirurgo.
A livello di L3 L4 si apprezzano protrusioni discali ad ampio raggio che tendono ad estrinsecarsi da forame a forame senza evidenti conflitti radicolare.
Alterazioni margino-somatiche di significato algodistrofica cronico(Modic II) è altresì apprezzabile a livello di L4 L5.
Attualmente ho continuo formicolio al polpaccio e al piede che riesco a muovere poco e ogni tanto lieve dolore al gluteo sono in attesa di visita(mi è stato dato appuntamento per la prossima settimana) in attesa di avere un incontro a tu per tu con lo specialista volevo chiedere a voi se la mia situazione si può risolvere seguendo una cura e fisioterapie o se dovrò operarmi. Comprendo le limitazioni di fare un consulto online, ma ho comunque tentato anche per cercare di tranquillizzarmi in attesa d'incontrare il medico.
Vi ringrazio molto per la cortese attenzione.
[#1]
Dr. Mauro Colangelo Neurologo, Neurochirurgo 5,8k 318 197
Gentile Utente,
se l'erniazione di un disco inter-somatico è responsabile solamente di una sindrome dolorosa vi è un consenso unanime a non dare indicazione al trattamento chirurgico. Diversamente, quando si realizza una evidente condizione di conflitto disco-radicolare che si esprime con deficit neurologici del tipo di quelli che Lei ha descritto, l'asportazione chirurgica del disco erniato è piuttosto obbligata. In tali casi si ricorre anche ad un ulteriore accertamento funzionale, costituito dall'elettromiografia per valutare il grado di coinvolgimento della radice spinale.
Cordialmente

Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it

[#2]
dopo
Utente
Utente
Gentile dottore la ringrazio per la sua risposta. Martedí ho la visita col neurochirurgo e vedrò cosa ha da dirmi e seguirò le sue indicazione.
In questo momento se posso vorrei sottoporle un altro quesito e sapere se può essere collegato all'ernia del disco che ho, è un periodo che la mia minzione è molto frequente sia di giorno che di notte( quasi ogni ora, alcuni giorni anche di più) oggi in particolare se rimango sdraiata sento un forte stimolo non ho incontinenza però sento il bisogno di liberarmi, per cortesia può aiutarmi a chiarire se ernia e minzione sono collegate e se posso aspettare Martedí la visita neurochirurgica o se è il caso di recarmi già stasera al pronto soccorso? Grazie mille.
[#3]
Dr. Mauro Colangelo Neurologo, Neurochirurgo 5,8k 318 197
Dalla descrizione fatta, parrebbe essere un problema di infezione del tratto urinario inferiore. Consulti il Medico di famiglia per gli opportuni accertamenti e la terapia del caso
[#4]
dopo
Utente
Utente
Grazie mille! Buona serata.

Sondaggio su Vaccino anti-Covid (6 mesi dopo) Partecipa