Lombo-sciatalgia acuta dx

Buongiorno,
da 8 anni sono afflitto da Lombosciatalgia ormai acuta e cronica che si presenta puntualmente ogni 2 mesi di benessere creandomi un deficit paralizzante sulla parte destra del mio corpo dalla bassa zona lombare (ultime vertebre) sino alla caviglia destra
Sulla parte destra del gluteo è presente un bruciore fisso che non tende a migliorare ormai da anni, e passando qualsiasi cosa anche il semplice dito ho la sensazione di un taglio (da un fisiatra diagnosticata come ipersensibilità)

In questi anni ho fatto molti esami visite da specialisti (fisiatri,neurochirurgi,fisioterapisti,ortopedici) ma fin ora nessuno è riuscito a risolvere il problema

A corredo di quanto descritto sono in possesso di

8 RMN effettuate durante gli anni

RMN 2014
Quesito diagnostico:lombosciatalgia ricorrente

Esame eseguito in tecnica Spin Echo
E' conservato l'allineamento metametico vertebrale
Mantenuta la fisiologia lordosi lombare
Regolare l'ampiezza ossea del canale rachideo
In L4-L5 il disco appare in altezza un poco ridotta e deborda solo lievemente in senso posteriore senza condizionare conflitti radicolari
Sacralizzazione parziale di L5 con morfologia ipoplastica del sottostante disco intersomatico
Non evidenti protusioni o ernie discali posteriori ai livelli esaminati
Regolare il segnale delle vertebre lombosacrali,del cono midollare e delle radici della cauda

Effettuate 11 sedute di fisioterapia 30 minuti di spugnette elettriche e 30 minuti di massaggi sulla colonna.

1 RX in flessione estesa (2013),

1 elettromiografia 13/06/2014
Nei limiti la vdc motoria peroneale dx e sin
Non documentabili segni di denervazione subacuta o cronica ai mm esaminati degli arti inferiori.

1 Esame baropodometrico (2018) che evidenziava in presenta di sciatalgia un carico del 70% sx e 30% dx,
ripetuto in seconda seduta per effettuare il plantare ma non in presenza di sciatalgia, che ha rappresentato un carico 49% dx e 51% sx rendendo vana quindi pure questa ipotesi


Ultima visita (14/03/2018) con tre specialisti nello stesso ambulatorio riporta:

Dolore a livello lombare dell'anca dx, coscia laterale e gamba posteriore
Minima rettilinizzazione del rachide LS. Lasegue + a 45° a dx
Minima limitazione ai ROM anca dx
Conclusioni fisiatriche
20 sedute ginnastica propriocettiva
20 sedute di rieducazione motoria individuale in motuleso segmentale semplice
Conclusioni neurochirurgiche
non indicazioni attuali alla terapia chirurgica
Conclusioni terapia del dolore
Citalopram 10mg 1 cp la mattina per una settimana poi aumentare 20mg 1 cp per almeno 6 mesi
Valium 10 gtt prima di dormire

I medici si son consultati dicendomi che questa sciatica non deriva da disturbi fisici ma da disturbo psico-somatico
Effettuare questa terapia per 6 mesi con antidepressivo e tranquillante

Se non dovesse risolvere il problema ricontattarli per iniezione PERIDURALE

Sono un semplice lavoratore ed ho speso per gli accertamenti più di 5000€ senza aver ancora risolto nulla

Ho bisogno di aiuto
[#1]
Dr. Giovanni Migliaccio Neurochirurgo 13,7k 398 94
Egr. signore,
stando alla descrizione del Suo stato clinico, in effetti è arduo,soprattutto a distanza, orientarsi in qualche ipotesi diagnostica.
Segua i consigli che Le sono stati dati.

Cordialmente
[#2]
dopo
Utente
Utente
Buongiorno Dott. Migliaccio, qui a Milano effettivamente ho fatto visita ad ogni ospedale pubblico ed alla maggior parte dei privati specializzati sulla colonna ma come evidenzia lei ed i suoi colleghi non si nota nulla di rilevante che possa dar atto a questa lombosciatalgia ricorrente,
ho dimenticato di dire che ho 25 anni e facendo vedere l'ultimo quadro clinico al mio medico di famiglia, ed ad un altro medico di famiglia che conosco mi hanno assolutamente sconsigliato di prendere l'antidepressivo poichè non prescritto da specialista psicologo.

Lei cosa mi consiglia?
Può avere serie ripercussioni questo farmaco?

Lavoro su turni 24h

5.30 - 13.30
13.30 - 21.30
21.30 - 5.30

Può indicarmi come prendere i farmaci lavorando secondo questi orari?

Grazie per il consulto ed il suo tempo dedicatomi
[#3]
Dr. Giovanni Migliaccio Neurochirurgo 13,7k 398 94
A distanza non si possono prescrivere farmaci.
[#4]
dopo
Utente
Utente
Va bene, la ringrazio procedo come indicato dai suoi colleghi questa terapia di sei mesi.

L'iniezione PERIDURALE da valutare dopo questa terapia lei ritiene sia un trattamento pericoloso da affrontare ed andrebbe evitato o lo consiglia se questa terapia farmacologica non dovesse avere gli effetti sperati?
[#5]
Dr. Giovanni Migliaccio Neurochirurgo 13,7k 398 94
La Peridurale è un atto terapeutico, quindi vale la risposta che Le ho dato prima.
[#6]
dopo
Utente
Utente
La ringrazio per il consulto

Sondaggio su Vaccino anti-Covid (6 mesi dopo) Partecipa