Prominenza tonsille cerebbelari

Buongiorno , scrivo per avere se possibile maggiori informazioni su alcuni quesiti. Circa 5 anni fa , a seguito di una visita oculistica , mi fu consigliato una RM dell'encefalo e della regione orbitaria.Premettendo che il motivo per cui è stata prescritta la RM si è risolto spontaneamente , dalla RM sono emersi "fattori su cui vorrei chiarimenti, per cui di seguito riporto il referto:

"L'esame non evidenza la presenza di significative alterazioni dell'intensità di segnale dei tessuti dell' encefalo .
Il sistema ventricolare appare di regolare ampiezza ed in asse rispetto alla linea mediana.
Regolare appare l'ampiezza degli spazi peri-encefalici, della base della convessità.
Prominenza delle tonsille cerebellari nel forame occipitale, che appaiono declivi di circa 8-9mm.
Piccola cisti pseudo-mucosa a livello del seno mascellare sn.
I globi oculari appaiono di regolare morfologia ed in asse.
Normale per morfologia e dimensioni i muscoli oculo-motori.
I nervi ottici appaiono normalmente visualizzati per morfologia, dimensioni e caratteristiche del segnale.
Non apprezzabili significative alterazioni segnale in sede intraconica"

Le domande che vorrei porre sono:
- in Cosa consiste la prominenza delle tonsille cerebellari nel forame occipitale e se si può parlare di Chiari nel mio caso? ( premetto che sono asintomatica)
-cosa può comportare questa prominenza ?
- dovrei eseguire una nuova resonanza per vedere se la situazione è rimasta invariata nel corso di questi 5 anni?
- la cisti pseudo-mucosa a livello del seno mascellare sn a cosa può essere dovuta e se è opportuno prendere provvedimenti a riguardo ?

Grazie in anticipo a chi risponderà!.
[#1]
Dr. Mauro Colangelo Neurologo, Neurochirurgo 5,8k 318 197
Gentile Utente,
rispondo alle sue domande solo per quel che attiene alla mia competenza di neurochirurgo. Le tonsille cerebellari possono protrudere attraverso il forame grande occipitale e configurare la cosiddetta malformazione di Arnold e Chiari. A seconda dell'entità della protrusione si distinguono tre diversi gradi di Chiari. Nel caso suo si tratta della Chiari 1 che è generalmente, come parrebbe anche nel caso suo, asintomatica. Si consiglia sempre comunque una valutazione neurochirurgica perchè al Chiari possono essere associate altre malformazione. E' consigliabile monirotare nel tempo il grado di discesa delle amigdale cerebellari.
Cordialmente

Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it

[#2]
dopo
Utente
Utente
La ringrazio, innanzitutto , per la sua cortese risposta. In merito a ciò che mi ha scritto, vorrei chiederle cosa potrebbe comportare in futuro la Chiari 1? E che problematiche potrebbero insorgere in futuro?
Inoltre volevo chiederle se per caso la Chiari 1 poteva comportare anche del dolore nella parte posteriore delle ginocchia ?
Grazie in anticipo per la sua risposta.
[#3]
Dr. Mauro Colangelo Neurologo, Neurochirurgo 5,8k 318 197
Cominciamo col dire che la sua è una modesta malformazione congenita, ossia lei è nata e già era presente. Non comporta nulla e se non vi sono disturbi è del tutto asintomatica. In futuro è difficile che cambi aspetto. Le ginocchia dolgono per altre ragioni del tutto indipendenti dal cervelletto.

Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it

[#4]
dopo
Utente
Utente
La ringrazio per la sua cortese risposta.!

Sondaggio su Vaccino anti-Covid (6 mesi dopo) Partecipa