Consulto ernia l5 s1

Gentili dott. con la presente per chiedeVi un consulto sul mio caso:
un paio di anni fa ho sofferto di una lieve lomboscialtagia con un lieve interessamento del nervo sciatico passato con terapia di 15 gg di muscoril+feldene.Da novembre 2008 ho iniziato ad accusare nuovamente dolori a livello lombale ma la stessa terapia non ha portato tanto miglioramento.Verso dicembre 2008 il dolore continuava aumentando protraendosi al nervo sciatico e ho rifatto la stessa terapia ma qst volta senza risultati.Mi è stato consigliato dal medico prima muscoril+voltaren (x 6 giorni) e non avendo risultati ho continuato con toradol e massaggi con muscoril (x 4/5 giorni).Dalla Rx (23/12/2008) è risultato "Spondilosi lombale bassa ridotti in ampiezza di spazi intersomatici, per discopatia, nel tratto L4 S1" una successiva RM (20/01/2009) ha evidenziato "A livello dello spazio intersomatico L5 S1 presenza di ernia discale ad estrinsecazione postero-paracentrale destro il cono midollare del tratto esaminato non presenta alterazioni patologiche. Ora il mio ortopedico dopo una terapia di orudis + muscoril (x 10 giorni senza risultato) mi ha chiesto di effettuare una elettromiografia perchè vuole sottopormi ad operazione chirurgica.
Nel frattempo ho effettuato 8 sedute di fisioterapia (laser+ipertermia) e sotto consulto di osteopata 3 sedute di ago puntura + laser e dopo l'rm una seduta di laser.Qst terapie mi hanno portato un leggero sollievo ma nulla di che.
Spero in una Vs risposta in quanto la data dell'operazione è stata fissata a metà febbraio.
Inoltre vorrei domandarVi se per questo tipo di problema dovrei rivolgermi ad un ortopedico o neurochirurgo e se volete delucidarmi su altre eventuali operazioni meno invasive. Con l'ozono terapia è possibile risolvere il problema?
RingraziandoVi anticipatamente, porgo distinti saluti.
[#1]
Dr. Marco Mannino Neurochirurgo 604 22 5
Caro Signore,
l'ozono terapia quando hanno fallito altri trattamenti medici con farmaci convenzionali non andrebbe presa in considerazione.
Per l'intervento si può rivolgere ad entrambi gli specialisti neurochirurgo o ortopedico, considerando che il primo esegue solitamente un intervento microchirurgico con ausilio del microscopio operatorio.
Cordialità

Dr. Marco Mannino
Neurochirurgo
http://www.studiomannino.com

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio