Utente
Salve sono più di 20 giorni che ho dolori atroci all interno della gamba sinistra fino al piede dove non ho più sensibilità e formicola. Sono stata curata dal medico curante che per prima cosa mi ha fatto fare Muscoline e Voltaren per 5 giorni pensando fosse una sciatica successivamente mi ha dato il bentalan in punture mattina e sera per tre giorni.

Dato che il dolore non passava e si intensifica mi ha dato il deltacortene 25 mg per una settimana e il lyrica per 10 giorni la sera. Al decimo giorno avendo sempre dolore e non riuscendo più a fare niente sono andata all ospedale CTO dove mi hanno fatto un antidolorifico per flebo e mi hanno dato da fare fuori una risonanza magnetica.

Il risultato di essa è il seguente

"Esame della colonna lombo-sacrale eseguito con tecnica di acquisizione TSE e sequenze T1 e T2 pesate sui piani sagittali ed assiali. Alterazioni degenerative somato-disco-apofisarie più evidenti nel tratto compreso tra L3 e S1 con
disidratazione discale diffusa, ipertrofia dei massicci articolari ed ispessimento dei legamenti gialli. Protrusione ad ampio raggio del disco fibrocartilagineo di L4-L5 con fissurazione dell'anulus che impronta la superficie attigua del sacco durale ed impegna parzialmente i forami di coniugazione in ambo i lati. Altra protrusione ad ampio raggio si osserva a livello di L5-S1 che, unitamente ai processi artrosici
suddescritti, determina fenomeni compressivi sul sacco durale con conseguente discreta riduzione di ampiezza del canale vertebrale e parziale stenosi dei forami di coniugazione in ambo i lati in misura maggiormente evidente a sinistra.
Non evidenza di significative alterazioni focali di segnale dell'osso a carico dei metameri esaminati. Non alterazioni di segnale del cono midollare. "


Videat specialistico. vendo sempre dolori alla gamba e al piede, come mi devo comportare. Vi ringrazio anticipatamente e attendo un vostro riscontro grazie

[#1]  
Dr. Giovanni Migliaccio

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
12% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
MESSINA (ME)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile signora,
il quadro che emerge dal referto della RM è quello di una discoartrosi che irrita le radici nervose che vano a innervare i muscoli degli arti inferiori ed è compatible con i sintomi che riferisce.
A distanza senza valutare eventuali compromissioni funzionali non è possibile dare indicazioni terapeutiche.
Consulti direttamente un neurochirurgo

Disponibile per eventuali ulteriori chiarimenti, invio cordiali saluti
Giovanni Migliaccio, M.D., Neurochirurgo; Consulente medico legale
studio@giovannimigliaccio.it -- www.giovannimigliaccio.it
sede principale: Milano

[#2] dopo  
Utente
Salve grazie per la sua risposta, sono appena uscita dal medico neurochirurgo egli mi ha detto che il problema risulta più verso la tibula, con il fatto che non riesco a muovere il piede ed è gelato. Mi ha fatto fare la risonanza magnetica tesla ed ho i risultati domani nel pomeriggio dopodiché dovrò rimandare da lui giovedì. Il dolore persiste e non passa. Le allego cosa ha scritto sulla ricetta
P.con deficit del tibiale ent sin si richiede RM lombare 1.5 tesla per compressione L5 sin.
Cosa ne pensa lei?

[#3]  
Dr. Giovanni Migliaccio

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
12% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
MESSINA (ME)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2006
Va bene, anche se la RM già fatta era sufficiente per la diagnosi (a meno che non era vecchia di oltre 6 mesi)
Giovanni Migliaccio, M.D., Neurochirurgo; Consulente medico legale
studio@giovannimigliaccio.it -- www.giovannimigliaccio.it
sede principale: Milano