Esiti di intervento di recidiva

salve,il 23 novembre 2008 eseguito intervento di recidive ernia discale l5-s1,dopo un mese dall'intervento dolori insopportabili,ho ripetuto la rmn con contrasto il 29 12 2008 con il seguente referto:fatto confronto con precedente rmn del 06 8 2008 segni di reintervento chirurgico con aproccio laterale di destra a livello l5-s1 per esportazione grossa ernia discale estrusa che occupava il recesso laterale di destra,al controllo odierno si aprezza obliterazione del tessuto isointenso del tessuto adiposo in corrispondenza del recesso laterale destro a livello l5-s1 ove è evidente tessuto isointenso al muscolo t1 che ingloba la radical5 omolaterale,che presenta omogenea impregnazione contrastografica,da riferire a tessuto riparatore post-chirurgico,a livello l5-s1 si aprezza inoltre alterazione dell'intensità di segnale a carico delle limitanti somatiche contrapposte,ipointensa t1 e iperintensa in t2,che mostra debole impregnazione contrastografica,non evidenti ulteriori ernie discali.Da 2 settimane il gluteo di sinistra si è gonfiato con dolore sia a stare seduta che nel letto,oggi ho ripetuto la rmn,tutto questo è legato all'intervento?oppure la causa è un altra? grazie mille
[#1]
Dr. Giovanni Migliaccio Neurochirurgo 13,7k 398 94
ripeto: ?
[#2]
dopo
Utente
Utente
fatto confronto con precedente rmn del 06.08.2008,segni di reintervento chirurgico con aproccio laterale destro a livello l5-s1 per asportazione della voluminosa ernia discale estrusa che occupava recesso laterale destro,al controllo odierno si aprezza obliterazione del tessuto adiposo in corrispondenza del recesso laterale di destra a livello l5-s1 ove è evidente tessuto isointenso al muscolo t1 che ingloba la radice l5 omolaterale,che presenta omogenea impregnazione contrastografica,da riferire a tessuto riparatore post-chirurgico,a livello l5-s1 inoltre alterazione dell'intensità di segnale a carico delle limitanti somatiche contrapposte,ipointensa in t1 lievemente iperintensa in t2 che mostra debole impregnazione contrastografica.non evidenti ulteriori ernie discali.ieri 11.03.ho ripetuto rmn perchè da 2 settimane il gluteo di sinistra si è gonfiato mi provoca dolore sia in piedi ma sopratutto a letto,è compatibile con l'intervento che ho subito? oppure c'è un altro problema? grazie
[#3]
Dr. Giovanni Migliaccio Neurochirurgo 13,7k 398 94
Egr. Signore,
senza visionare le immagini, l'orientamento diagnostico non è facile.
Comunque non mi pare che vengano descritti nel reperto RMN segni di discite.
I Suoi sintomi forse sono legati alla presenza di tessuto cicatriziale.
Per poter decidere una terapia, è necessario che si rechi da un neurochirurgo che valuti direttamente il caso e possa oggettivamente porne le indicazioni mediche o chirurgiche.
Cordialmente
[#4]
dopo
Utente
Utente
Egr.Dott.Migliaccio,in effetti all'inizio il neurochirurgo pensava discite,ho eseguito gli esami del sangue ed è stata esclusa,ma non riesco a capire perchè da 2 settimane il gluteo mi si sia gonfiato ed abbassato,mi fa male sempre e mi impedisce anche il regolare sonno notturno,ho ripetuto la rmn con contrasto il giorno 11.03.2009 e non ho ancora il referto,volevo un consiglio,anche perchè sono passati ormai 3 mesi dall'intervento è miglioramenti non nè ho ancora avuti anzi mi sembra che sia sempre peggio,la ringrazio
[#5]
Dr. Giovanni Migliaccio Neurochirurgo 13,7k 398 94
Mi mandi il risultato della RMN, meglio, se può, le immagini.

Cordiali saluti
[#6]
dopo
Utente
Utente
VORREI RINGRAZIARLA PER LA DISPONIBILITA',LE SCRIVERO'APPENA HO LA RISPOSTA.
[#7]
dopo
Utente
Utente
Egr.Dott.Migliaccio,mi ha appena contattato telefonicamente il neurochirurgo che mi ha operata per riferirmi il referto della rmn,a suo parere la cicatrice ha intrappolato la radice l5 e l'unica a suo parere potrebbe essere l'ozonoterapia per dissinfiammare,per quanto riguarda il gluteo secondo lui non è collegato alla schiena,rimango con il dolore,lei cosa può consigliarmi?devo fare altri esami? l'ozono è consigliata? e per il mio gluteo che fare? la ringrazio
[#8]
Dr. Giovanni Migliaccio Neurochirurgo 13,7k 398 94
Personalmente ritengo l'ozonoterapia un palliativo nel senso che , almeno in questo caso, non rimuove la causa dei Suoi disturbi, ma come Le dicevo senza visionare almeno le immagini e una EMG, non saprei cosa consigliarLe.
Cordialmente
[#9]
Dr. Giovanni Migliaccio Neurochirurgo 13,7k 398 94
Gentile Signora,
appena avrò ricevuto la documentazione, vedrò che soluzioni si possono trovare.

Cordialmente
[#10]
Attivo dal 2009 al 2009
Anestesista
signora ritornando al suo problema le riconsiglio di prendere in considerazione l'ozonoterapia, le rido il sito della società scientifica www.ossigenoozono.it li potra vedere i centri accreditati dalla società e fare una visita per valutare se è idonea a questo trattamento distinti saluti
sono a sua disposizione per ogni chiarimento
[#11]
Dr. Giovanni Migliaccio Neurochirurgo 13,7k 398 94
Gentile signora,
mi spiace che il Suo caso sia motivo di "discordia", ma, in scienza e coscienza, debbo sconsigliarLe qualsiasi trattamento con la metodica della ozonoterapia.
Consulti pure un medico ( e non un sito) di provata serietà e preparazione che adotta tale metodica il quale,visitandoLa, guardando le immagini radiologiche, esprimerà il suo giudizio clinico e terapeutico che non potrà che coincidere con quanto Le ho raccomandato.

Cordialmente
[#12]
dopo
Utente
Utente
Egr.Dott.Migliaccio,la ringrazio ancora per la sua disponibilità,in effetti ho consultato il mio medico e anche lui è concorde che l'ozonoterapia è un pagliativo,senza nulla togliere a chi la fatta è ha ottenuto risultati,sempre il mio medico mi ha consigliato di farmi seguire da un'altro neurochirurgo dato i risultati avuti,ho fatto richiesta per avere le rmn che ho effettuato spero che i tempi non siano lunghi,a suo parere potrebbe esserci una possibilità di trovare una soluzione al mio problema?ci potrebbe esssere una terapia farmacologica o un eventuale intervento per estrappolare la radice intrappolata? la ringrazio
[#13]
Dr. Giovanni Migliaccio Neurochirurgo 13,7k 398 94
Certamente si, ma come Le dicevo è necessario valutare nella sua interezza il caso. Quindi è necessario visitarLa, visionare le immagini radiologiche eventualmente prescrivere qualche ulteriore accertamento.
Consulti un neurochirurgo ed eventualmente mi faccia sapere.
Cordialmente
[#14]
dopo
Utente
Utente
Nel frattempo la ringrazio per la risposta appena ho tutte le rmn a mia disposizione la contatto per un appuntamento,lei visita solo a Milano oppure ha altri studi?
[#15]
Dr. Giovanni Migliaccio Neurochirurgo 13,7k 398 94
Si solo a Milano, signora!
[#16]
dopo
Utente
Utente
Sono ancora a disturbarla,da stamattina ho come delle scosse regolari non riesco a capire la localizzazione ma sopratutto quando sono seduta per tanto credo che sia zona dell'ano o più sotto,il tutto può essere collegato al gluteo ingrossato?o alla schiena? grazie
[#17]
Dr. Giovanni Migliaccio Neurochirurgo 13,7k 398 94
Sinceramente non saprei, anche perchè non riesco a capire quale potrebbe essere la causa di questo "ingrossamento del gluteo"
[#18]
dopo
Utente
Utente
Egr.Dott.Migliaccio,le scrivo per tenerla aggiornata della mia situazione in attesa di avere le rmn da poterle far visionare,il gluteo è tornato normale,ma persiste il dolore lancinante al gluteo,all'anca durante il giorno assumo contramal è il dolore passa,ma di notte il dolore è insopportabile,non ho parestesie ho a volte un bruciore lungo la gamba,le ricordo che non è la parte che sono stata operata di recidiva di ernia l5-s1,potrebbe essere la cicatrice che intrappola la radice a procurarmi tutti questi dolori? la ringrazio

Sondaggio su Vaccino anti-Covid (6 mesi dopo) Partecipa