Utente
Buongiorno,
sono stato sottoposto a coblazione in L5 S1 il 12 giugno per ernia contenuta a sx.
I sintomi erano riferibili a sciatalgia lungo tutta la gamba sinistra e frequenti "blocchi" lombari trattati in precedenza con ogni terapia conservativa immaginabile, e anche con radiofrequenza pulsata, per tre anni.
Dal 12 giugno però nulla è ancora cambiato ma si è aggiunta una fastidiosa parestesia a polpaccio e piede che va e viene e peggiora, ovviamente, da seduto.
Alla visita di controllo, il 6 luglio, l'assistente del medico che mi ha operato mi ha detto di avere pazienza.
Ma adesso siamo a quasi due mesi dall'intervento.
Potreste darmi qualche consiglio?
È il caso che contatti chi mi ha operato oppure per la vostra esperienza vi è da aspettare ancora?
Grazie infinite.

[#1]  
Dr. Vincenzo Della Corte

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Prenota una visita specialistica
Penso che Lei debba essere rivalutato in ambito neurochirurgico.
Non so se Lei abbia fatto in passato delle infiltrazioni che, nel Suo caso, andrebbero eseguite più a livello foraminale (dove c'è la radice nervosa che Le fa male) anzichè a livello epidurale, dove le radici sono multiple e, comunque, ancora "protettte" dalla dura madre e, quindi, con minor possibilità che il farmaco faccia il proprio effetto. Si potrebbe iniettare, in via preliminare, attorno alla singola radice, che Le dà il problema, una modesta quantità di anestetico e constatare nell'immediato l'efficacia positiva o meno. Se la "prova" dà buoni risultati, sarebbe utile programmare un ciclo di infiltrazioni, con la metodica che Le ho illustrato, insieme ad altri trattamenti utili alla bisogna.
Se ha piacere, dia pure ulteriori notizie.
Cordialità.
Dr. Della Corte: vincenzodellacortemi@libero.it
Case di Cura: "La Madonnina Milano-02/58395555
"Villa Mafalda" ROMA-06/86094294

[#2] dopo  
Utente
Buongiorno Dottore e grazie di cuore per la risposta, ho fatto anche le infiltrazioni a livello foraminale e dopo si è optato per l'intervento. Però purtroppo ora mi trovo in questa situazione.

[#3]  
Dr. Vincenzo Della Corte

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Ha eseguito una ulteriore rmn lombo-sacrale post-coblazione? Se la situazione rmn è invariata e non vi è motivo di ritenere che altre procedure possano essere utili, si deve prendere in considerazione la possibilità di una decompressione e stabilizzazione con materiale riassorbibile (quindi, niente viti, barre, gabbiette...). Bisogna valutarLa clinicamente ed alla luce della rmn (se ho ben capito) ancora da eseguire.
Se ha piacere, legga gli articoli che ho scritto sulla tecnica chirurgica mininvasiva di questo stesso sito.
Dia pure ancora notizie.
Buon ferragosto.
Dr. Della Corte: vincenzodellacortemi@libero.it
Case di Cura: "La Madonnina Milano-02/58395555
"Villa Mafalda" ROMA-06/86094294

[#4] dopo  
Utente
Dottore, ho letto i suoi articoli a suo tempo e li trovo fantastici. Lei è di una professionalità e umanità invidiabili. Mi sottoporrò a nuova rmn e La terrò informata Grazie sinceramente. .

[#5]  
Dr. Vincenzo Della Corte

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Grazie a Lei per avermi apprezzato e per le parole di encomio che ha usato nella pubblica recensione in mio favore.

Aspetto ulteriori notizie circa gli accertamenti futuri.
Cordialità.
Dr. Della Corte: vincenzodellacortemi@libero.it
Case di Cura: "La Madonnina Milano-02/58395555
"Villa Mafalda" ROMA-06/86094294