x

x

Parestesie e disturbi visivi

da aprile soffro di vari disturbi che sono iniziati con un dolore trafittivo alla scapola destra e irradiazione di formicolii al braccio destro e alla parte destra del volto.
Dopo visita neurologica risultata negativa ho effettuato rmn cervico dorsale con mdc che ha evidenziato due protusioni erniarie a c4-c5 e c5- c6 che toccano leggermente la corda pre midollare.
Successivamente ho effettito emg agli arti superiori che è risultata negativa.
qualche giorno dopo (maggio) ho iniziato ad avere disturbi visivi come visione sfocata, scrotomi e diversa percezione dei colori. tali disturbi che si sono prolungati per circa una settimana con dolori oculari sono scomparsi a seguito di terapia cortisonica prescrittami dal neurologo.
Ho effettuato cisita oculistica e esame del campo visivo risultati nella norma e l'oculista mi ha consigliato di fare i potenziali evocati visivi che al momento il neurologo ha detto di non fare.
Ho effettuato invece rmn encefalo con mdc dove sono comparse "anomalie gliotiche nella sostanza bianche di carattere aspecifico attribuibili, in prima ipotesi a spazi perivascolari". Mi è stato spiegato che sono segni di nessun conto e che la risonanza è negativa.
Da circa 2 mesi avverto un formicolio continuo al piede sinistro che a volte si estende a tutta la gamba e ho effettuato emg agli arti inferiori risultata negativa.
Vorrei sapere se avete dei consigli da darmi visto che il neurologo mi ha detto che l'unica cosa da fare è attendere qualche mese per rifare la rmn encefalo e colonna completa con mdc e valutarne i risultati.
In particolare secondo voi può aver senso fare i potenziali evocati?
Grazie mille per l'attenzione
[#1]
Dr. Rosario Vecchio Neurologo 1,4k 31 22
Gentile Utente

il consiglio che Le do è di eseguire i potenziali evocati visivi e ripetere tra 3-4 mesi una RM encefalo e midollo cervicale+dorsale, oltre chiaramente ad una rivalutazione neurologica.

cordiali saluti

Dr. Rosario Vecchio

[#2]
dopo
Utente
Utente
Buongiorno Dr Vecchio,
la ringrazio per la risposta.
Il neurologo mi dice che il risultato della rmn è rassicurante e totalmente negativo.
Ho fatto vedere la risonanza ad un neuroradiologo diverso rispetto a quello che ha effettuato il referto. Mi ha spiegato che le anomalie riscontrate non sono sicuramente attribuibili a spazi perivascolari perchè il tipo di risonanza è una FLAIR e sarebbero evidenziati in maniera diversa.
Onestamente mi resta il dubbio che quelle anomalie non siano piccole aree di demielinizzazione che allo stato attuale non siano univocamente riconducibili.
Lo stesso fatto di ripetere la rmn mi fa immaginare che sia possibile tra pochi mesi riscontrare una malattia del genere.
Grazie ancora.
[#3]
dopo
Utente
Utente
Buongiorno dott. Vecchio,
sono stato nuovamente dal neurologo che nonmi ha fatto la visita ma si è aggirnato relativamente ai sintomi.
In questo periodo continuo a sentire formicolii e un senso di sensibilità alterata al piede sinistro in particolare sotto il piede. Tuttavia in alcuni momenti queste sensazioni si estendono alla parte superiore ed a volte al polpaccio e alla coscia (in particolare la parte anteriore). A volte sento una diversa sensibilita, intorpidimento e formicolii alla parte destra del volto. La parte più colpita è la zona che va dall'occhio (compreso la parte intorno all'occhio) all'orecchio. A volte continuo ad avere offuscamento della vista e visione di aree rilucenti sempre all'occhio destro.
Il medico mi ha segnato un altro eeg (l'ultimo l'ho fatto il 12 luglio ed è risultato completamente negativo).
Ho chiesto se potevo fare i PEV visto i disturbi alla vista e i PESS viste queste sensazioni alla gamba/piede sinistro. Mi ha detto che per il momento è bene fare solo l'eeg.
Onestamente vorrei un vostro parere. Non sono un medico ma non capisco perchè rifare un esame fatto recentemente con esiti negativi e non provare a farne altri che potrebbero evidenziare qualcosa.
Per la RMN ha detto che sulla base dell'eeg deciderà se e quando rifarla (precedentemente mi aveva detto che avrei dovuto sicuramente rifarla nel giro di 3/6 mesi a seconda dell'evoluzione).
Grazie molto per l'attenzione.
Spero veramente che qualcuno mi risponda perchè onestamente sono un pò scoraggiato.
Grazie
[#4]
Dr. Rosario Vecchio Neurologo 1,4k 31 22
Gentile Utente

certamente non entro in merito alle decisioni del collega che avra le sue ottime motivazioni. Io, basandomi solo sulla storia che racconta, e con tutte le limitazioni del caso le consiglieri una nuova RM encefalo e midollo tra 3 mesi e un PEV. Inoltre credo che per fugare ogni dubbio una valutazione del caso ad un collega esperto in malattie demielinizzanti la farei.
[#5]
dopo
Utente
Utente
Buongiorno DR. Vecchio,
ho appena ritirato i risultati dei Pev e dei Pess.
Le conclusioni sono le seguenti:
Pev: Non reperti di significato patologico per stimolazione in OO sia con mire a 60' che a 30'.
Pess: Per stimolazione dei nn. Peroneo C. dx-sn aumento bilaterale della latenza onda P3a.

Mentre quelli visivi mi sembrano negativi quelli somatosensoriali non capisco cosa possano voler dire.

Ho visto che la latenza è di 36,01 ms al sinistro e di 31,92 ms al destro.

Il neurologo mi ha dato appuntamento tra 2 settimane.
Mi piacerebbe avere un suo parere.

Grazie mille per l'attenzione
[#6]
Dr. Rosario Vecchio Neurologo 1,4k 31 22
Caro Utente

i PESS sembrano evidenziare una differenza di lato della conduzione dello stimolo sensitivo (con maggiore ritardo a sinistra) che va correlata al suo disturbo al piede sinistro. Mi faccia sapere il risultato della visita neurologica che effettuerà a breve.
[#7]
dopo
Utente
Utente
Buongiorno,
la ringrazio molto per l'interessamento.
Il neurologo ha visto gli esami pev/pess e mi ha fatto la visita.
Mi ha detto che dall'eon non si evidenzia niente e che i risultati dei pess vanno analizzati meglio.
Mi ha segnato nuovamente una rmn encefalo + colonna intera.
Mi ha detto di stare tranquillo perchè i pev sono negativi (e secondo lui sono quelli più importanti).
Ho chiesto delucidazioni sui risultati dei pess e lui mi ha detto che potrebbe derivare anche da un problema periferico (ad es. un ernia). Gli ho ricordato che ad agosto ho fatto un emg agli arti inferiori che è risultata completamente negativa.
Lui mu ha risposto soltanto di stare tranquillo e di fare la rmn.
Scusi se le chiedo nuovamente un parere ma è possibile che i pess siano alterati per qualcosa di periferico non riscontrabile nell'emg? e poi se è qualcosa di periferico è possibile che sia bilaterale?
Ho chiesto al neurologo quali erano i valori normali di latenza (nell'esame non sono riportati). Volevo capire se l'aumento era lieve o elevato ma non mi ha saputo rispondere. Mi ha detto che dipende da molti fattori quali l'età, l'altezza (io sono alto 1,70), ecc.
Grazie ancora per l'attenzione.
[#8]
Dr. Rosario Vecchio Neurologo 1,4k 31 22
Caro Utente

un'alterazione dei PESS può dipendere anche da un problema periferico (es. ernie discali). La differenza tra i 2 lati è possibile anche in assenza di patologia motivo per cui l'esame va inserito all'interno del contesto clinico generale. Concordo su quanto il collega Le ha detto circa la RM
[#9]
dopo
Utente
Utente
Buongiorno Dr. Vecchio,
ho ritirato oggi il risultato della nuova rnm che ho fatto lo scorso 17 febbraio.
Il referto dice:
"Rm encefalo, tronco encef, colonna cervicale, colonna dorsale, colonna lombosacrale senza e con mdc
Mezzo di contrasto: multihance
In sede sottotentoriale IV ventricolo in asse, nella norma per morfologia e dimensioni.
Non alterazioni di segnale del parenchima cerebellare e del tronco.
In sede sopratentoriale in asse il sistema ventricolare, regolare per morfologia e dimensioni.
Piccole aree di alterato segnale si evidenziano a livello del corno frontale dx, in sede pericallosa sx.
Alla diffusione non si evidenziano alterazioni di segnale.
Nella norma i solchi della convessità.
Spazio c4-c5, c5-c6: barra disco-osteofitaria che impronta il sacco durale.
Dopo somministrazione di mdc paramagnetico non si evidenziano segni do patologico enhancement, in sede sovra e sotto tentoriale, a livello del midollo cervicale e dorsale.
Regolare ampiezza del canale midollare."
Volevo aggiornarla e chiederle un parere.
Grazie mille per l'attenzione