Utente cancellato
Buonasera,
sono una ragazza di 20 anni e mi sono rivolta a questo sito perché ho un problema che mi provoca parecchi fastidi.
Tutto è cominciato poco prima di natale, vertigini, senso di stordimento. E' come se mi muovessi, anche da seduta, fatico a concentrarmi e molto altro ancora. Al tutto si era unita anche la nausea che davvero mi rendeva impossibile qualsiasi attività tanto era fastidiosa. Ho parlato di questo al mio medico (venuto a casa perché mi sentivo talmente fuori dal mondo con la testa così leggera che non accennavo a fare un passo.) Quel giorno ha trovato la mia pressione stabile nonostante io mi sentissi uno schifo, la stessa sensazione di svenire in pratica e mi ha prescritto delle gocce Levopraid da prendere due volte al giorno prima dei pasti. Ebbene, ho completamente finito la prima boccetta di queste gocce e la nausea è andata via ma il senso di stordimento se pur non come prima, continua ad esserci e il medico mi ha consigliato di continuare la cura a gocce.

Vorrei capire a che cosa sono dovuti questi sintomi accompagnati delle volte a violenti brividi di freddo, tremori delle mani o a volte a caldo insopportabile. Ed ho notato che nonostante io mi senta così tanto vacillare, se fisso un oggetto quest'ultimo rimane al suo posto ed è come se anch'io un pò mi stabilizzassi. Aiutatemi a capire per favore perché non mi era mai successo e cio' mi provoca un pò d'ansia.
Grazie anticipatamente a chi risponderà.

[#1]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

per capire la natura del Suo disturbo occorre una valutazione neurologica diretta.
Da quanto scrive non è da escludere un problema di tipo psicosomatico ma è chiaro che prima occorre escludere altre possibili cause. Pertanto una visita neurologica la riterrei senz'altro opportuna.
Stia serena.

Buona domenica
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
239425

dal 2013
Grazie per la risposta.
Potrebbe semplicemente essere tutta una questione di ansia?
Ho anche notato che questi disturbi si accentuano la sera, intorno all'ora di cena, per poi proseguire a sbalzi fino a notte fonda. La mattina dopo è come se non fosse successo nulla... per poi ricominciare la sera.
E' anche vero che quando ci penso e mi convinco di stare male mi sento decisamente peggio.
Queste gocce che mi sono state prescritte sono davveri utili? E ci saranno delle conseguenze, dal momento che oramai sto quasi terminando la seconda boccetta e credo di averne prese fin troppe in quest'ultimo periodo?

Grazie ancora.

[#3]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

quando Le ho scritto che non escludevo fattori di tipo psicosomatico mi riferivo proprio all'ansia, quindi questa è un'ipotesi concreta avvalorata dagli elementi che mi ha dato nell'ultimo post.
Quante gocce di levopraid sta assumendo? L'aumento dell'ultimo periodo Le è stato consigliato dal medico?

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
239425

dal 2013
Gentile dottore,
inizialmente prendevo 15 gocce, una volta al giorno, tutti i giorni, diventate poi 10 gocce. Finita la prima boccetta di levopraid, per una settimana circa ho sospeso l'assunzione di questo farmaco e dopo c'è stata quella ricaduta scritta nel primo post e così sotto consiglio del mio medico curante ho preso un altra boccetta.
Attualmente assumo 7 gocce, una volta al giorno, dal lunedi al giovedì, escluso il venerdì, il sabato e la domenica.
Mi consiglia di continuare la cura fin quando anche questa seconda boccetta non sarà completamente finita o di interromperla dato che sono tutti fattori legati esclusivamente all'ansia?
Non so quanto queste gocce mi siano realmente utili.

Cordiali saluti.

[#5]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

come Lei sicuramente sa, non è possibile on line aggiustare terapie, soltanto dare qualche informazione. Il levopraid, a dosaggi adeguati, è indicato anche per i disturbi somatoformi in generale. Il dosaggio che Lei sta assumendo è particolarmente basso e quindi dai risultati, ritengo, poco efficaci. Pertanto il mio consiglio è di rivolgersi ad uno specialista, se la sintomatologia dovesse persistere.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#6] dopo  
239425

dal 2013
Grazie.
Continuerò la cura così come mi è stata prescritta ed in seguito vedrò che cosa fare. Anche perchè non voglio prendere gocce per sempre. Questo fastidio passerà così com'è venuto.
Grazie ancora per le delucidazioni, dottore.

Cordiali saluti.