Utente 336XXX
Buona sera!
Io e la mia fidanzata siamo ormai dentro ad un tunnel da mesi dove la luce va via via scemando..
Tutto cominciò a luglio quando a seguito di una importante torsione del busto, le venne un ernia L4-L5.
Tra molti consulti decidemmo di operare !
L operazione mi riconsegnó la fidanzata con drenaggio, Microdiscectomia e rimozione parziale Dell ernia.
Tornati a casa con la consapevolezza che il nervo sciatico di sinistra era stato liberato ma che la schiena vantava ancora di una ernia paramediana, speravamo che il peggio fosse passato ma ci sbagliavamo.
A seguito Dell operazione la schiena iniziò ad essere instabile ed ogni volta che si alzava si sentiva un pronunciato e profondo scroscio delle vertebre che oltre a causare dolori lancinanti destava molta preoccupazione.
Proprio perché questi scrosci causavano dolore intraprese la strada della Proloterapia che sembrava farla star meglio finché ad una seduta il medico accidentalmente andò a toccare lo sciatico destro con l ago!
Da allora la mia fidanzata non ha più avuto pace alla gamba destra nonostante il nuoto, esercizi e medicinali di ogni genere.
Per escludere ogni dubbio fece una RSM lombo-sacrale che risultó negativa ma all esame di elettromiografia, il nervo risulta danneggiato.
Abbiamo anche escluso il piriforme poiché il dolore arriva ben oltre il ginocchio e per la nostra povera conoscenza, il dolore causato da questo muscolo non dovrebbe superare il ginocchio appunto..
Dunque, come si è già potuto evincere da quanto sopra descritto, siamo alla ricerca di una luce che illumini questo tunnel!
Non sappiamo a chi rivolgerci, non sappiamo se il dolore resterà per sempre non sappiamo nulla.
Vorremmo avere anche un parere personale sulla situazione del dolore che si alterna da un valore medio ad uno intenso per giorni!
Ringrazio di gran cuore chiunque possa aiutarci..

[#1] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

la Sua fidanzata è seguita da uno specialista? Cosa Le ha detto?
Ha mai assunto farmaci specifici per la terapia del dolore neuropatico?

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente 336XXX

Buongiorno dottore!
La ringrazio per la Sua tempestiva risposta!
La mia fidanzata è stata seguita da chiunque ovvero fisioterapisti,
neurochirurghi ecc.
Siamo arrivati ad una fase di stallo dove noi stessi non sappiamo che fare.
Il neurochirurgo dice che non c e ernia o apparente schiacciamento dello sciatico
ed elettromiografia e evidenzia un problema.
Abbiamo chiesto al medico che ha fatto l elettromiografia di consigliarci a chi rivolgerci ma non
ci è stata di aiuto.
Ha assunto cortisone, voltaren ed ogni tipo di antinfiammatorio..
Voglio dire, se abbiamo scoperto che c'è un reale problema,
possibile nessuno riesca ad aiutarci senza farsi scivolare addosso la questione?
Se una persona ha un problema ad un nervo che fa, deve tenerlo a vita?

La ringrazio anticipatamente per quanto Lei sarà in grado di aiutarci.
Buona giornata!

[#3] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

<<Ha assunto cortisone, voltaren ed ogni tipo di antinfiammatorio>> questi sono farmaci non sempre efficaci nel dolore neuropatico, converrebbe, considerato che non c'è un'indicazione neurochirurgica, rivolgersi ad un esperto neurologo portando tutti gli esami diagnostici effettuati.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente 336XXX

Egregio dottore,
glielo assicuro, abbiamo sentito molteplici pareri ma nessuno ha risolto il problema.
Volevo chiedere, esiste una terapia efficace per la rigenerazione del nervo ?
Mi sembra strano che fra tutti gli specialisti che abbiamo sentito non ce ne sia stato uno illuminante.

Poi, da profano , mi chiedo se un antidolorifico risolva effettivamente il problema o se lo "copre" semplicemente e se quindi sia realmente la soluzione esatta..

Cordialmente ringrazio.

[#5] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

non esiste una terapia specifica per la "rigenerazione" del nervo. La cosa fondamentale da ricercare è la causa del problema e i danni e la loro entità causati a livello del nervo sciatico. Queste procedure non possono essere definite on line.
Sarebbe opportuno rivolgersi ad un neurologo esperto in neuropatie periferiche.
Le ricordo che i farmaci indicati per il dolore neuropatico non sono quelli utilizzati dalla Sua fidanzata, non so se ha assunto, per es., il gabapentin o il pregabalin.
Altra opzione, in assenza di benefici, è rivolgersi ad un centro per la terapia del dolore ma dopo avere consultato un neurologo ad hoc.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#6] dopo  
Utente 336XXX

Gentile Dottore,
ne parlo con la mia fidanzata!
Nel frattempo non posso far altro che ringraziarLa
di cuore per il suo tempo e consigli.

Buona serata.

[#7] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Di nulla, spero che la Sua fidanzata possa risolvere al più presto il problema.
Un grosso in bocca al lupo!

Buona serata
Dr. Antonio Ferraloro