Paura problemi neuroligici

Gentili dottori, sono un ragazzo di 27 anni e da tempo ormai ho timore di avere problemi neurologici. Mi capita da un annetto di avere in modo saltuario problemi alle gambe, in modo particolare ai retro-coscia. Non avverto dolore, nè fitte, nè spasmi, ma solo indolenzimento, come se avessi fatto palestra per i muscoli delle gambe e si fossero stancate. L' indolenzimento parte dalla zona dei glutei e scende dietro alle cosce, e si accentua quando sto seduto in macchina o sulla sedia per molto tempo. Soffro anche di cervicalgia e di dorsalgia da anni e non so se questo può influire sulle gambe, avendo anche qualche problema ai piedi ( porto planatari per un cavismo). Ultimamente dopo aver cercato su internet qualche risposta, ho letto di sclerosi o sla e mi sono spaventato molto. Ho fatto tre mesi fa una visita neurologica con esito negativo e penso di farne un altra per tranquillizzarmi. Con il freddo i sintomi sono peggiorati e a volte anche se mi cade di mano una penna oppure ho dei crampi alle mani, alle dite, vado subito in ansia e penso alla sm. Ad esempio faccio attenzione se sono coordinato nei movimenti o se si addormentano le mani oppure le gambe, sto attento se ho problemi alla vista, ad esempio se si appannano un po gli occhi forse per stanchezza, mi spavento subito. Sto davvero diventando ipocondriaco al massimo. Secondo voi i miei sintomi possono far pensare a problemi neurologici tipo sm? Una visita neurologica qualora ci fosse qualche problema reale, basta per poter escludere o accertare qualcosa? La neurologa mi disse che mi frega l ansia e che per questo la notte non dormo bene e tendo sempre a stendere le gambe in continuazione, procurandomi stiramenti continui. Voi cosa ne pensate? Grazie mille.
[#1]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 67,9k 2,1k 23
Gentile Utente,

l'esito negativo della visita neurologica dovrebbe già tranquillizzarLa.
Una cervicalgia e una dorsalgia potrebbero indicare qualche problema alla colonna vertebrale (anche una semplice contrattura muscolare), in tal senso anche un risentimento lombare non sarebbe da escludere, pertanto va bene la visita neurologica ma sarebbe utile anche indagare la colonna vertebrale mediante esami strumentali che il neurologo potrebbe richiedere.

Cordiali saluti

Dr. Antonio Ferraloro

[#2]
dopo
Attivo dal 2015 al 2015
Ex utente
Gentile dott. Ferraloro grazie per la sua risposta. La prossima settimana ho una visita con l' ortopedico per eseguire anche una pedana baropodometrica e capire se potrebbe esserci un problema ai piedi. Ho consultato il mio osteopata che mi ha detto di non pensare a problemi neurologici ma più muscolari. Forse la sedentarietà, il non svolgere attività fisica da molto, oppure varie contratture del passato, mi stanno dando questi problemi. Secondo lei potrei non pensare alla sm o alla sla con i miei sintomi che sopra le ho elencato?Grazie mille.
[#3]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 67,9k 2,1k 23
Gentile Utente,

Al momento non vedo elementi che possano fare sospettare le malattie che teme.

Cordialmente
[#4]
dopo
Attivo dal 2015 al 2015
Ex utente
Gentile dottor. Ferraloro grazie ancora per il suo tempo. Sto cercando di convincermi che non ho nulla e che la visita neurologica di due mesi fa sia ancora valida ad oggi. Al momento però l ipocondria e la paura stanno avendo la meglio e non faccio altro che pensare alle gambe quando cammino, all' indolenzimento che provo dei retro coscia e a volte mi sembra di non essere nemmeno coordinato quando cammino e che le gambe vanno per fatti loro. Forse l ansia mi fa provare cose che in realtà non ci sono? Provo a consolarmi con il fatto che questi sintomi ormai da un anno vanno e vengono e forse non possono essere per la sla o la sm, altrimenti forse in un anno avrei avuto altri problemi e la neurologa due mesi fa se ne sarebbe accorta. Speriamo bene. Grazie mille.
[#5]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 67,9k 2,1k 23
Gentile Utente,

Un approccio di tipo psicologico Le potrebbe tornare utile per gestire meglio il problema ansioso che si evidenzia notevolmente da ciò che scrive.

Cordialità
[#6]
dopo
Attivo dal 2015 al 2015
Ex utente
Gentile dottor Ferraloro grazie per il suo tempo e le sue risposte. Cercherò di tranquillizzarmi e vivere serenamente. I miei sintomi quindi dalla sua esperienza professionale e con i limiti del consulto online, non dovrebbero centrare nulla con sm o sla. Dovrebbe essere un fatto muscolare quindi.
[#7]
dopo
Attivo dal 2015 al 2015
Ex utente
Gentile dottor. Ferraloro le scrivo per informarla che ormai da 15 giorni sono del tutto scomparsi i sintomi alle gambe di cui sopra le ho parlato. Ora l ' unica cosa che mi rimane, è la necessità continua al mattino di distendere le gambe, di sgranchirle appena sveglio e poi durante tutta la giornata non avverto più questa necessità, le gambe si sciolgono e svolgo tutte le attività senza problemi. Quella voglia di stenderle invece l' avverto solo quando:1) sto a letto la sera (e come se le gambe si rilassassero con qualche spasmo lieve), 2)durante la notte non dormo bene e le stendo ripetutamente per trovare sollievo e 3) al mattino appena sveglio. Quando metto i piedi a terra la mattina li sento stanchi, cosi come le gambe, come se non avessero riposato durante la notte. Ho scoperto poi da qualche giorno di soffrire di cavismo ad entrambi i piedi e l' ortopedico mi sta preparando i plantari che dovrò indossare sempre. Le chiedo:
1)Potrebbero questi sintomi essere causati dal cavismo?
2)Potrebbe trattarsi di sindrome delle gambe senza riposo ( infatti ho la necessità di sgranchire solo le gambe e nessun altro arto al mattino e la notte)? Tre mesi fa la visita neurologica fu negativa perchè avevo paura di avere sla o sm. Ora vorrei farne un altra per vedere se si tratta di RLS.
3)Posso escludere sclerorosi e sla?
Grazie mille.
[#8]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 67,9k 2,1k 23
Gentile Utente,

che i sintomi descritti possano essere causati dal piede cavo mi sembra molto improbabile.
Una RLS? Non mi pare però che non abbia un fastidio tale da muovere continuamente le gambe o necessità dì alzarsi, comunque teoricamente possibile.
SM o SLA? Non ci sono sintomi sospetti.

Cordiali saluti
[#9]
dopo
Attivo dal 2015 al 2015
Ex utente
Gentile dott. Ferraloro grazie ancora per la sua risposta. Forse tutto dipende dalla mia grande ansia e dallo stresso alimentato dalla mia ipocondria. Forse se vivessi piu tranquillo e senza paure inutili, molti sintomi andrebbero via. Penso che tali sintomi si presentano nei periodo di forte stress (già capitato infatti in passato) psicofisico e quindi credo che passeranno con un po di calma e tranquillità. Forse è solo il modo del corpo di rispondere allo stress e forse sgranchirsi le gambe alla mattina puo essere naturale. Grazie ancora
[#10]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 67,9k 2,1k 23
Condivido pienamente quanto scrive.
Si rassereni.

Cordialmente
[#11]
dopo
Attivo dal 2015 al 2015
Ex utente
Gentile dottor. Ferraloro le scrivo dopo qualche settimana per dirle che non ho più sofferto di dolori alla parte posteriore delle gambe. Il forte stress psicofisico mi aveva provocato contratture muscolari diffuse a spalle, cervicale e al dorso e avvertivo spasmi alla palpebra dell' occhio destro o al sinistro, tensione al collo sulla parte anteriore (gola), spasmo al dito della mano e ogni tanto spasmi alle gambe. Tramite qualche trattamento osteopatico e un po di ginnastica dolce, ho sciolto la muscolatura e i sintomi sono man mano regrediti e poi scomparsi. L' unica cosa che mi rimane ad oggi è il fatto che dormendo la notte, se non metto sotto le ginocchia un cuscino, le gambe si stancano e al mattino fanno male, se invece metto un rialzo, le gambe si rilassano e non ho problemi al risveglio. Stanotte infatti non avendo dormito con cuscino sotto le ginocchia, al risveglio mettendo i piedi a terra, le gambe erano stanche e i piedi, soprattutto il sinistro era contratto e si è rilassato poggiandolo a terra. Per il medico si tratta di un accorciamento della catena cinetica muscolare posteriore e mi ha detto di fare più esercizi e muovermi di più (anche perchè faccio vita molto sedentaria, ma dopo essermi alzato al mattino e messo in movimento i sintomi passano e i muscoli si sciolgono mano a mano). Io ho ancora paura di malattie come la sla o sm, lei cosa ne pensa, sono sintomi di quella malattia?Grazie ancora.
[#12]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 67,9k 2,1k 23
Assolutamente no, non ci sono sospetti per le malattie che teme, si tranquillizzi e viva serenamente la Sua vita. Utile praticare attività fisica regolare.

Cordialità

Ansia: sai riconoscerla? Scoprilo con il nostro test