Utente 196XXX
Cari dottori, da qualche settimana avverto strane sensazioni sulla parte sinistra del viso che mi stanno facendo molto preoccupare. In particolare, vicino alla tempia dalla parte sinistra, avverto una sorta di intorpidimento, a tratti anche formicolio, che si irradia al resto del viso fino alla bocca, sempre e solo dal lato sinistro. È difficile descrivere bene la sensazione, ma è come se la parte sinistra fosse semi-addormentata, intorpidita. Inoltre è come se avvertissi un "peso" da quel lato e sento "pulsare" molto più forte vicino alla tempia. Che cosa può essere? Nel frattempo ho già prenotato una visita neurologica, ma la preoccupazione è tanta. Può essere in qualche modo legata alla mia malocclusione dentaria? Grazie per l'attenzione.

[#1] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

certamente la sintomatologia che riferisce può essere associata ad una malocclusione in senso lato ma è corretto, considerata la lateralità del disturbo, effettuare, come bene ha fatto a prenotare, una visita neurologica. Sarà poi il collega, in base ai riscontri della visita stessa, a richiedere eventuali esami diagnostici, se ritenuti opportuni, per es. una RM encefalica.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente 196XXX

Grazie per la risposta. Secondo lei può essere nevralgia del trigemino? Mi sento come se ci fosse qualcosa di "pesante" nella zona della tempia. Grazie

[#3] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

nevralgia del trigemino in senso classico no, ma un "risentimento" trigeminale sì.
Necessita però una visita diretta.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente 196XXX

Grazie davvero dottore. La cosa che mi ha portato a scrivere qui è che si tratta di una forma diversa dal classico "mal di testa", perché non avevo mai provato formicolio e intorpidimento sul viso. Giusto per completezza, anche l'occhio sinistro a tratti risulta intorpidito, mentre non ho altri sintomi specifici. Grazie ancora.

[#5] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Di nulla, buona serata.
Dr. Antonio Ferraloro

[#6] dopo  
Utente 196XXX

Dottore, la vorrei aggiornare sulla situazione. Sono stato da un neurologo che mi ha visitato, dal controllo non è risultato nulla di anomalo. Nel frattempo il dolore e il formicolio sono quasi spariti in questi ultimi giorni. Il medico per scrupolo mi ha fatto effettuare una Rm encefalo. Ancora non ho potuto fargli vedere il referto, che è il seguente: "L'esame Rm, eseguito nelle sezioni assiali, sagittali e coronali nelle sequenze pesate in T1, T2 e DP, ha mostrato in prossimità della regione ippocampale di destra, area a morfologia rotondeggiante, dal segnale analogo al liquor, da riferire in prima ipotesi a distrettuale aspecifico ampliamento dello spazio liquorale, che assume morfologia pseudocistica, sottocentimetrica (circa 8 mm di diametro). Non alterazioni del segnale a carattere focale a livello del parenchima cerebrale e cerebellare, in esame condotto senza m.di c. Sistema ventricolare in asse, normale per morfologia e grandezza." Mi devo preoccupare? Grazie

[#7] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

il neuroradiologo ha interpretato il reperto come un possibile circoscritto ampliamento di uno spazio liquorale, se è corretta l'interpretazione non è nulla di importante.
Faccia visionare le immagini al neurologo per avere una valutazione diretta dell'esame.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#8] dopo  
Utente 196XXX

Secondo lei, questa piccola pseudociste può essere alla base dei miei dolori? Nel caso l'interpretazione fosse corretta, ci sarebbe qualcosa da fare oppure nulla? La ringrazio come sempre per l'interessamento e per le risposte.

[#9] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

sembrerebbe che l'immagine pseudocistica riscontrata non sia responsabile della sintomatologia riferita.
Qualora venisse confermata l'ipotesi del neuroradiologo non bisogna fare nulla, al massimo un controllo RM tra qualche anno per verificare eventuali variazioni volumetriche ma senta cosa Le dirà il neurologo.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#10] dopo  
Utente 196XXX

Grazie Dottore, mi scusi per aver insistito ma ero davvero preoccupato per la mia salute, le sue risposte mi hanno rassicurato.

[#11] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Di nulla, buona giornata.
Dr. Antonio Ferraloro

[#12] dopo  
Utente 196XXX

Caro dottore, ho incontrato il neurologo, il quale mi ha detto che potrebbe essere una cisti piccola. Mi ha consigliato di tenerla sotto controllo, effettuando un'altra risonanza magnetica (questa volta con mezzo di contrasto) tra 6-8 mesi. Mi ha inoltre consigliato di effettuare un eeg. Mi ha detto di non preoccuparmi, anche se per me non è facile. Grazie, per l'interessamento e per il vostro prezioso servizio.

[#13] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

concordo con quanto detto dal neurologo, coincide col mio consiglio riguardo il controllo RM.
Stia sereno.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#14] dopo  
Utente 196XXX

Dottore, la volevo aggiornare sulla situazione. Per scrupolo ho fatto visionare il referto della risonanza magnetica a un altro neurologo. Quest'ultimo mi ha dato un'interpretazione diversa: per la sua opinione si tratta di una sorta di danno encefalico passato, dovuto a un'infezione o a un virus che ha superato le barriere difensive. Danno che ormai si è riparato ma di cui ancora si vede la cicatrice. Secondo lei è una interpretazione plausibile?

[#15] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

anche questa è un'ipotesi possibile.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#16] dopo  
Utente 196XXX

Nel caso fosse un'ipotesi corretta, mi dovrei preoccupare? Ci sarebbe qualcosa da fare? Mi scusi davvero per l'insistenza con cui scrivo e le auguro buone vacanze.

[#17] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

se l'ipotesi fosse corretta ormai il processo infiammatorio sarebbe guarito, non occorre fare nulla.
Stia tranquillo.

Buone vacanze anche a Lei
Dr. Antonio Ferraloro