Utente 838XXX
Buona sera Dottore,
ho 70 anni e da un paio di anni (diciamo da dieci ) mi viene all'improvviso in testa un senso di torpore che dura un attimo,il tempo di mettermi paura.Il disturbo non viene sempre ma con una distanza di mesi , addirittura l'ultimo mi e' venuto dopo 8 mesi. Nel momento del disturbo sono cosciente, sento,vedo e capisco. Mi sono decisa a fare un EEG e questo e' il risultato: Tracciato EEG in base occipitale a 9-9,5 c/s,medio-alto-voltato,simmetrico a morfologia piuttosto irregolare e a tratti aspra ma discretamente organizzata,frammista a episodici complessi lenti theta medio -alto-voltati mono e polimorfi prevalenti nelle derivazioni rolandiche.Scarsa la reazione d'arretso.Numerosissimi artefatti muscolari e da movimento oculare .L'iperpnea e la s.l.i confermano sostanzialmente il reperto di base.
CONCLUSIONI . EEG con segni di sofferenza bioelettrica corticale diffusa a prevalenza rolandica a carattere vasculo.dismetabolico.Si consiglia controllo EEG fra sei mesi.
Il medico mi ha consigliato di fare una TAC perché dal momento che il disturbo non viene spesso ma rarissime volte non sa che cura darmi. Nel foglietto che mi ha dato per fare la richiesta della TAC ho letto (se giusto) LIpotimia con EEG ... da rallentamento theta. Sono preoccupatissima al solo pensiero della parola TAC, mi vengono brutti pensieri. Secondo il suo giudizio e professionalita' puo' gentilmente in parole povere spiegarmi cosa io possa avere? Se il problema e' legato all'eta'? Se e' inizio di epilessia? C'e' una cura? Se la cosa e' preoccupante o no? Se desidera altri esiti di esami cardiologici mi faccia sapere. Con voi mi sento rassicurata .Grazie in anticipo della risposta. Floris

[#1] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Signora,

il tracciato è indicativo di problematiche vascolari che, entro certi limiti, sono "normali" alla Sua eta, diciamo che possono essere età-correlate.
Personalmente avrei richiesto una RM ma se il medico ha richiesto la TC la faccia pure.
Non stia preoccupata per una TAC, oggi è un esame di routine che nella stragrande maggioranza dei casi viene richiesta per motivi vascolari.
Faccia tranquillamente l'esame e, se vuole, può farci sapere l'esito.
Il medico ha scritto "lipotimia" per motivare l'esame altrimenti non avrebbe potuto prescriverlo.
Lipotimia significa svenimento, perdita di coscienza, cosa che Lei mi pare non abbia mai avuto.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente 838XXX

grazie dott. Ferraloro per la risposta
Io non sono preoccupata nel fare la Tac ma nell'esito che dara'. Spero nulla di grave. Pero' da un lato desidero che questo disturbo mi passi perché nell'attimo in cui compare mi mette tanta paura sopratutto se mi succede in macchina. La notte finora mai avuto. Potrebbe essere legato a problemi cardiologi? Se si , posso inviarle i vari esiti degli esami di ecg. ecocolordoppler sovraortici, ecocardiogramma.
Sinceramente dottore, nell'EEG ci sono problemi seri? Se non avessi avuto questo disturbo e non avessi fatto l'esame andavo incontro a qualcosa oppure ok .. A cosa posso andare incontro piu' avanti negli anni e se secondo lei devo prendere le dovute precauzioni. Mi fido del suo consiglio, mi sono sempre trovata bene. Insomma devo stare tranquilla? Un'altra cosa devo chiederle, per la mia eta' la pressione
145-72 -- puls. 75
134-62 -- puls.72
144-65--puls.71 su per giu' e' sempre cosi. Va bene?
La minima va bene o e' troppo bassa quando si abbassa a 62-65. grazie sempre. floris

[#3] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

alle varie domande neurologiche non è possibile rispondere se ancora non sappiamo nulla, infatti anche l'EEG non è particolarmente significativo, potrebbe anche essere l'esito di un deficit di flusso, condizione frequente, spesso età-correlata e non sempre sintomatico.
In ogni caso effettui la TC, solo dopo si può dare un parere attendibile. Al momento stia serena.

Per quanto riguarda gli esami cardiologici, ECG ed ecocardiogramma, può trascrivere i referti, senza inviare immagini in quanto vietato dalle linee guida del sito, Le risponderà un cardiologo, personalmente non è il mio campo di competenza.

Cordialmente

Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente 838XXX

Salve dott.Ferraloro,
ho fatto la tac all'encefalo e questo e' il referto:
Esame eseguito senza somministrazione endovenosa di MdC
Non si rilevano aree parenchimali con alterati valori tomodensitometrici in sede sopra e sotto-tentoriale ad eccezione di millimetrico focolaio lacunare in sede emisferica cerebellare dx ( CHE VUOL DIRE DOTTORE, la parola focolaio mi spaventa)
Regolare per morfologia e dimensioni il sistema ventricolare
Normale l'ampiezza degli spazi subaracnoidei della base e della convessita'.
In asse le strutture della linea mediana.
Resto in attesa con tanta ansia di una sua risposta in merito.
Saluti Floris

[#5] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

il focolaio di tipo lacunare riscontrato alla TC non è nulla di preoccupante considerate le dimensioni (è stato definito millimetrico). E' un tipo di alterazione riscontrabile frequentemente nei soggetti sopra i 60-65 anni.
Tenga sotto controllo pressione arteriosa, glicemia, colesterolo e trigliceridi.
Ovviamente è consigliabile una visita neurologica anche per fare visionare le immagini della TC.
Stia serena.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#6] dopo  
Utente 838XXX

grazie dott.Ferraloro
non vedevo l'ora di leggere la risposta.Sa, la parola focolaio mi ha spaventata molto,ho pensato a dei problemi seri,interventi ecc. Sono una persona molto ansiosa .Poi parlando con delle amiche ,mi e' stato detto che spesso vengono piccole ischemie chiamate TIA..Dottore ma realmente questo focolaio millimetrico cosa significa esattamente, mi e' successo qualcosa in passato o sono a rischio di ischemie,ictus,infarti. ?La glicemia e' ok, trigliceridi ok, colesterolo LDL leggermente altino e non capisco perché la mia dottoressa mi fa fare solo questo,la pressione sta sui 145 ,- 69 e battiti intorno ai 72-75.Soffro di extrasistole e per ogni cosa che mi fa preoccupare mi viene la tachicardia. Alla mia eta' vivere da sola soprattutto la notte non e' bello e spesso si hanno incubi. Io comunquo non dormo molto perché quando lavoravo mi alzavo alle 6,adesso mi sveglio anche alle 5.Quindi in generale questa TAC non e' preoccupante e cosi? Grazie e scusi se le faccio delle domande ma forse non ci crede ma con Voi mi sento piu' tranquilla che col mio nuovo medico che lo conosco da 1 mese.Una cosa le devo chiedere,allora il disturbo che raramente mi viene come le ho scritto la prima volta non puo' essere causato da questo? oppure puo' essere problema cardiaco? Attendo una sua risposta e saluto distintamente Floris

[#7] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

Le rispondo solo per la parte neurologica.
Probabilmente in passato ha avuto una millimetrica ischemia passata inosservata. Causata da cosa? È difficile dirlo, un picco pressorio per es. è una delle cause più frequenti, senza escludere una possibile causa cardiaca ma questo è il cardiologo che deve valutarlo.
Comunque una millimetrica ischemia, peraltro isolata, non deve crearLe ansie e preoccupazioni eccessive.
Escluderei che la sintomatologia riferita inizialmente sia causata da questa alterazione.
Faccia la visita neurologica, se vuole anche un controllo cardiologico, ma viva serenamente la Sua vita.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#8] dopo  
Utente 838XXX

grazie dottore,
per la sua disponibilita' nel rispondere celermente e
per il suo modo chiaro di spiegare i problemi a chi desidera consulti prima di parlare col proprio medico. Mi sento meno ansiosa e preoccupata. Grazie ancora. La informero' dell'esito che dira' il neurologo che mi ha prescritto la Tac.

[#9] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Ok, può farci sapere cosa Le dirà il neurologo.

Buona giornata
Dr. Antonio Ferraloro

[#10] dopo  
Utente 838XXX

Egregio dott.Ferraloro, per quanto riguarda il mi problema la informo che mercoledì 7 andro' dal neurologo per avere un consulto sulla Tac effettuata. Le faro' sapere.
Intanto desidero chiederle una cosa. Come le ho scritto precedentemente sono una persona molto ansiosa e qualunque cosa anche lieve mi spaventa. Da una settimana sento ,a intervalli durante la giornata soprattutto la sera,( mai mentre dormo) un formicolio (come mi stesse camminando un animale) sul lato sx della testa proprio subito dopo la fronte, piu' mi spavento e piu' lo sento. Soffro di dermatite di origine nervosa ,infatti quando sono nervosa o preoccupata mi prude la nuca e si arrossa in malo modo. Adesso puo' essere associato anche questo sintomo? Il mio medico ha detto che poteva essere un problema di circolazione del sangue ma il fibrinogeno risulta 294 contro 220-500. Perché succede? Il neurologo puo' curarlo o devo andare dal dermatologo o altro medico o quale esame occorre fare?. Anche se devo andare a consulto dal neurologo della mia citta', mi fido molto del suo consiglio Grazie della risposta .Floris da Catania

[#11] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

un formicolio intermittente e di breve durata non deve preoccuparla, non penso nemmeno ad un disturbo circolatorio, forse una somatizzazione è l'ipotesi più probabile.
Veda cosa Le dirà il neurologo.
Stia tranquilla.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#12] dopo  
Utente 838XXX

Egregio dottore,
lei mi da' tanta fiducia e mi rassicura.
La ringrazio vivamente per le sue risposte abbastanza celeri .
Capisco come ha detto lei che devo stare tranquilla ma questo disturbo mi fa stare ancora piu' ansiosa e nervosa, non esiste un farmaco per alleviarlo? Che posso fare quando lo sento?A volte dura tante ore, poi scompare , Prima o poi dovra' passare penso. Il neurologo che mi dovra' visitare e vedere la Tac sara' in grado di togliermi questo fastidioso disturbo? Spero tanto di si. Le faro' sapere l'esito della visita.
Grazie sempre della sua gentilezza e disponibilita'.
Saluti Floris

[#13] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

non sapendo l'origine del disturbo non è possibile stabilire l'eventuale cura, il neurologo saprà essere certamente più preciso.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#14] dopo  
Utente 838XXX

Salve dott.Ferraloro,
purtroppo la visita dal neurologo e' stata fissata per i primi di gennaio. Non appena la faro' le faro' sapere.
Grazie ancora della sua disponibilita' e celerita' nel rispondere e anche dell sua pazienza perché noi malati facciamo sempre tante domande per sentirci dire tutto ok.
Colgo l'occasione per augurarle un sereno Natale e Anno Nuovo.
Floris da Catania

[#15] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

La ringrazio e ricambio gli auguri di un sereno Natale e di un felice Anno Nuovo.

Buon fine settimana
Dr. Antonio Ferraloro

[#16] dopo  
Utente 838XXX

Buon pomeriggio Dott.Ferraloro, scusi se la disturbo nuovamente ma solo dopo il suo consiglio riusciro' a stare un po' tranquilla. Da qualche giorno verso meta' mattina mi succede che all'improvviso mi viene di chiudere gli occhi, sensazione di sonno.. Sono stata dall'oculista e mi ha detto che ho problemi di occhio secco e devo mettere ogni mattina un collirio per sempre. M a e' possibile che sia questo il problema? Premetto che da un paio di sere non vado piu' a letto come prima alle 21 perché mi svegliavo durante la notte e cosi mi corico a mezzanotte, dormo di seguito ma alle 6,-6.30 del mattino mi alzo. Puo' essere questo? Quante ore alla mia eta' e' necessario dormire? Non so se soffro di apnea,ne se russo perche' vivo da sola ma se fosse questo che problemi mi puo' arrecare? Puo' essere causa del problema riscontrato nella tac richiesta dal neurologo (vedi referto inviato a lei precedentemente oppure problemi di tiroide o altro? Come si fa a sapere se si soffre di apnea se si vive da soli? Dopo un paio di ore mi passa. Stamattina mi sono alzata all 6.30 ,sono uscita e verso le 11 ho avuto l disturbo, ho pranzato e ancora adesso che sono le 16 ho questa sensazione. Che fare? E' normale? Grazie ancora Floris

[#17] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

non c'è una regola valida per tutti riguardo le ore di sonno, questo è un dato molto individuale, l'importante è stare bene il giorno dopo, non risentirne, cosa che mi pare a Lei ultimamente non succede.
Tra le cause del disturbo che riferisce ci sono anche le apnee notturne, in questi casi l'esame di elezione è la polisonnografia che si esegue nei centri di medicina del sonno.
Tale esame è indicato in molti altri disturbi del sonno e certamente anche nel Suo caso, anche a prescindere dalle eventuali apnee notturne.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#18] dopo  
Utente 838XXX

Grazie della risposta.
Un'ultima domanda ho da porle in rif. all'esito dell'esame della Tac inviatole tempo fa. Lei mi ha detto che in passato probabilmente io avessi avuto una millimetrica ischemia passata inosservata. Desidero sapere quando avviene questo come si manifesta? Quali sono i disturbi che il paziente puo' percepire? Se succedono spesso magari a distanza di mesi possono essere pericolose? Le dico questo perché a tutt'oggi , a partire dal 2005 ogni 4-5- 7 mesi mi viene all'improvviso un vuoto alla testa come se stessi svenendo o la sensazione di quando ti stanno per fare l'anestesia ,sono cosciente,capisco,vedo,sento ma neanche il tempo che mi passa tutto. Questa e' l'unica paura maggiore che ho e che nessun medico sa dirmi cosa possa essere perché non e' un disturbo frequente ma succede a distanza di molti mesi. Potrebbe essere un problema legato al cuore? alla tiroide? Gli esami cardiologi sono anche in sua visione. Che devo fare, il disturbo mi e' venuto oggi mentre stavo in un negozio e parlavo , un attimo e poi tutto finito ma resta in me tanta paura e battiti al cuore. E' questa ischemia o altro? Se lei ha da consigliarmi un esame specifico, l'accetto volentieri La visita neurologica l'avro' a fine gennaio ma sinceramente non ci vado rilassata perché la presenza di questo medico mi fa stare turbata e nervosa. Grazie e scusi.In attesa le auguro ancora una volta tantissimi auguri di buon Natale. Floris

[#19] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

la "millimetrica ischemia" non è certamente la causa degli episodi che riferisce, infatti proprio perché millimetrica questa passa clinicamente inosservata. Tale minuta alterazione inoltre è frequentemente riscontrabile in soggetti di età superiore ai 60-65 anni.
Chiede giustamente la causa di questi episodi ma a distanza non è possibile stabilirla. Non ricordo se ha fatto un EEG, se non l'avesse fatto potrebbe essere utile effettuarlo.
Se il neurologo attuale la rende "turbata e nervosa" nulla vieta di rivolgersi ad un altro collega.
Tantissimi auguri di buon Natale anche a Lei.
Stia rilassata, non vedo motivi di eccessive preoccupazioni.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#20] dopo  
Utente 838XXX

dottore Ferraloro,lei e' una persona gentilissima e molto brava e chiara quando spiega i problemi ai pazienti,
lei mi esorta a stare rilassata, io lo sono ma quando arriva questo disturbo in quell'attimo ho paura,tanta paura perché mi viene difficile spiegarlo e nemmeno mi capiscono. Dal 2005 dopo la morte di mio padre la prima volta mi e' venuto al lavoro,pensavo alla pressione ma misurandola non era alta, qualche volta i' disturbo mi e' durato di piu' ma sempre parliamo di attimi. Una sensazione strana che la percepisco subito appena sta per arrivare, mi sento un vuoto alla testa,non un mancamento, la sensazione esatta come ti stanno iniettando l'anestesia per fare un intervento. Mi mettono paura quando dicono che sono le cosiddette TIA che a furia di venire spesso possono essere vere ischemie. Vorrei tanto sapere cosa mi succede e come eliminarlo. Ho 70 anni ma nel 2005 ero piu' giovane . Il neurologo infatti non rendendosene conto mi ha fatto fare la tac che vedra' a meta' gennaio,ha voluto vedere anche Ecg e l'ecocardiogramma.Questi due esami li ho gia' inviati anche a lei quando ho scritto all'inizio.Insomma quando lavoravo non avevo niente, diciamo, ora in pensione ho paura dei mali dell'eta' ma se guaribili bene, vorrei tanto guarire da questo disturbo strano che mi spaventa quando viene. Lei se fosse stato il mio neurologo cosa mi avrebbe consigliato di fare? In attesa di risposta cordialmente saluto e rinnovo i miei auguri di buon natale . Floris

[#21] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

TIA nel senso strettamente medico non mi pare che siano in quanto manca la focalità del disturbo, cioè una localizzazione precisa in un ambito del corpo, per es. in un arto (deficit di forza, mancanza di sensibilità, ecc.), deficit della parola, offuscamento della vista, ecc.
Infatti un TIA per definizione deve essere un "deficit focale" mentre nel Suo caso la sintomatologia è definita "non focale".

Cosa Le farei fare? Solo una RM encefalica, come detto all'inizio del consulto, in quanto da maggiori informazioni della TC.

Non escluderei nemmeno che possa essere un disturbo psicosomatico considerato che la prima volta è avvenuto dopo la morte di Suo padre e che <<quando lavoravo non avevo niente>> mentre poi si è manifestato dopo il pensionamento.

La natura epilettica mi sembra poco probabile per la sua breve durata <<sempre parliamo di attimi>>.

Trascorra un sereno Natale

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#22] dopo  
Utente 838XXX

grazie sempre dott.Ferraloro
mi scusi se le ho scritto spesso ma lei sicuramente sa capire il mio stato d'ansia,le mie paure. Si ricorda il formicolio alla testa? mi e' passato tutto. Per quanto riguarda il problema ischemico, so che i disturbi sono quelli da lei descritti ma desideravo sapere se tante piccole ischemie (se si possono definire tali quelli che vengono a me) manifestandosi anche a distanza possono portare ai veri problemi ischemici. Lei come medico neurologo mi fa stare bene, mi tranquillizza ,mi dispiace che il consulto venga a distanza visto la lontananza ,avrei preferito consultarla personalmente,sicuramente sarei stata bene perche' solo il saper fare,il saper parlare ti guarisce. Il disturbo mi e' venuto la prima volta nel 2005 dopo la morte di mio padre ma e' continuato negli anni successivi anche se a distanza e ora che sono in pensione si manifesta lo stesso per esemp: marzo-poi sett e poi dicembre.Vorrei tanto riuscire a sapere cosa mi succede e farlo scomparire definitivamente ma come? Scusi sempre se forse insisto a scrivere le stesse cose ma lei mi capira'.grazie floris

[#23] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

forse mi sono spiegato male, infatti gli episodi che descrive non sembrano dei TIA e questo per le motivazioni che Le ho scritto nell'ultimo post.
A distanza non è possibile fare diagnosi e pertanto nemmeno consigliare una terapia.
Non abbia paura, si rilassi e viva serenamente questo periodo festivo.
Vediamo cosa Le dirà il neurologo.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#24] dopo  
Utente 838XXX

Buon pomeriggio Dott.Ferraloro,
come scritto precedentemente la informo che oggi sono stata dal neurologo, ha visto la tac (lei ha tutto perche' glieli ho inviati precedentemente), ha riletto gli esami cardiologi e mi ha detto che non devo preoccuparmi.Secondo lui sono problemi di ansia,stati di panico e mi ha dato per 3 mesi una cura e precisamente:
compendium gocce -5 gocce mattina e sera
brintellix x 5 mg -1 compressa al mattino
cardioaspirina 1 compressa a pranzo a stomaco pieno.
Io ho chiesto perché e la risposta e' stata che devo stare serena.Scusi dottore puo' gentilmente dirmi i primi due farmaci a che servono? Non voglio stare tutto il giorno addormentata,mi spaventano i medicinali dati dai neurologi (scusi e mi perdoni se dico questo) e poi perché la cardioaspirina? So che se si comincia a prenderla bisogna continuare sempre.Non dovrebbe darla il cardiologo? Sicuramente lei mi rendera' il quadro piu' chiaro e poi sinceramente mi fido molto del suo giudizio.
Non so perché ma la cardioaspirina mi spaventa prenderla.Cortesemente puo' leggere l'ecocardiogramma e l'ecocolordoppler che le ho inviato per iscritto tempo fa?
In attesa di una sua risposta distintamente saluto.Floris

[#25] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

il compendium è un ansiolitico che è stato prescritto a bassissimo dosaggio.
Il brintellix è un nuovo antidepressivo.
Entrambi non dovrebbero causare sonnolenza, potrebbe essere possibile i primi giorni.
La cardioaspirina ritengo sia stata prescritta come prevenzione, considerata la millimetrica ischemia riscontrata.
Non trovo il referto dell'ecocardiogramma e del doppler che cita.

Cordialmente

Dr. Antonio Ferraloro

[#26] dopo  
Utente 838XXX

Grazie sempre della sua gentilezza.Ecco l'esito dell'ecocolor doppler sovraortici:Decorso e dim.degli assi carotidei e vertebrali entro i limiti della norma.Ispessimento medio-intimale diffuso delle arterie carotidi comuni e biforcazioni carotidee,con patologie fibrose ai bulbi ed all'origine delle CI e CE,in assenza di stenosi emodinamicamente significative.All'analisi spettrale non si mettono in evidenza stenosi emodinamicamente significative,assente patologia vertebrale. Conclusioni lieve ateromasia dei vasi cerebro-afferenti.(che vuol dire)ECG nella norma.
Ecocardiogramma:Ventricolo sx normale x diametri cavitari,spessori parietali e cinesi segmentaria,presenza di sperone settale,funzione contrattile globale conservata FE58%,atrio sx,aorta ascendente e cavita' dx nell a norma. Fibrosi aortica vasale e valvolare.Lembi mitralici fibrotici,mobili.Al doppler lieve insufficienza tricuspidale (che vuol dire?)Rapporto E/A>1.PAPsnella norma.Assenza di segni ecocardiografici di versamento pericardico in atto. Scusi dottore la cura e' fino a marzo ma la cardioaspirina se si comincia e' vero che non si dovra' piu' staccare? Ma allora sono in pericolo di avere un'ischemia? Per quanto riguarda i primi due farmaci vorrei farne a meno perché io non mi sento depressa, la notte dormo,sono in ansia solo quando mi capitano delle cose che mi addolorano e solo allora prendo 6 gocce di lexotan.Penso che questo potrebbe andare ma la cardioaspirina e' cosi' necessaria? La informo che a febbraio dovro' rifare il controllo degli esami cardiologi cosi come prescritto dallo stesso cardiologo nel referto. Ora sto preoccupata,la parola ischemia mi sta tormentando. La prego di darmi un consiglio sincero sul da farsi e se la cardioaspirina presa solo per due mesi serve a qualcosa. Grazie sempre della sua gentilezza e disponibilita'. Floris da Ct
Il neurologo che mi ha visitata e' di poche parole e di poche spiegazioni,bisogna solo attenersi a quello che scrive.

[#27] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

mi permetta di non rispondere alla parte cardiologica, non di mia competenza, Le potrebbe rispondere un cardiologo qualora leggesse questo consulto.

Non si faccia spaventare dalla parola "ischemia", infatti nel Suo caso è stata definita millimetrica. Questi riscontri sono frequenti alla Sua età e non hanno significato clinico.

Sull'assunzione della cardioaspirina, probabilmente indicata, non è possibile dare un consiglio non conoscendo approfonditamente il Suo caso. Terapia per due mesi? Forse il collega intendeva dire di valutare gli effetti dopo due mesi di cura e poi vedere come procedere.

Cordialità

Dr. Antonio Ferraloro

[#28] dopo  
Utente 838XXX

Si dottore, mi ha detto di fare la cura fino a marzo per poi rivederci. Io pero' sto benissimo, non accuso niente, il disturbo grazie a Dio non mi viene sempre,l'ultima volta mi e' venuto a settembre.Non capisco perché devo imbottirmi di ansiolitici.E' d'accordo con me?
Per la cardioaspirina preferirei rifare i controlli cardiologici e seguire il consiglio del cardiologo perché so che se si inizia non bisogna mai sospenderla e' vero?. E' d'accordo col mio pensiero?
Durante la visita che non e' stata altro che la lettura della tac mi ha solo detto di prendermi le medicine e di rivederci a marzo.Alla mia domanda di cosa avessi,ha risposto niente di importante,solo ansia. E' cosi?
grazie ancora

[#29] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

non è eticamente corretto mettere in discussione le terapie prescritte da altri colleghi che peraltro hanno l'indubbio vantaggio di conoscere il paziente certamente meglio di noi.
Concordo con l'ipotesi ansiosa del Suo distubo.

Buona giornata
Dr. Antonio Ferraloro

[#30] dopo  
Utente 838XXX

Buon pomeriggio Dr.Ferraloro, scusi se la informo di cio' che mi e' accaduto ieri mettina ma senza nemmeno conoscerla personalmente, lei mi da' tanta serenita' e sinceramente ho tanta fiducia in cio' che lei mi consiglia.Io ancora non ho assunto nessun farmaco datomi dal neurologo (aspirina,compendium e brintellix) ma ieri mattina appena sveglia, nell'occhio dx vedevo delle mosche volanti e flash di luci che durano ancora oggi, tramite un amico sono stata visitata in forma amichevole da un oculista che dopo aver messo le goccie per dilatare la pupilla mi ha detto che la pressione dell'occhio va bene,non vi e' nessun distacco di retina solo un problema cardiocircolatorio,mi ha chiesto se sono ipertesa e mi ha consigliato di prendere la cardioaspirina. A questo punto credo che, poiche' ambedue i medici hanno consigliato la cardioaspirina , deduco che il problema dell'improvviso torpore alla testa che mi viene ogni tanto e per cui ho fatto la Tac sia causata dalla circolazione del sangue e magari da un alto valore pressorio improvviso.Speriamo che questo disturbo mi passa presto,intanto sto prendendo gli integratori MIRTIVIT che mi ha consigliato l'oculista per due mesi.Lei cosa ne pensa,potrebbe essere questo il mio problema descritto all'inizio della mia richiesta.Non so perché, prendo tutto ma la pillola della pressione e la cardioaspirina mi fanno avere paura ad assumerle, sono stupida lo so ma oggi quasi tutte le persone le prendono.Sicuramente mi aiuteranno a vivere meglio e senza paura di avere la pressione alta non appena mi sento strana. Intanto attendo il controllo cardiologico con ECG per il 24 febbraio,gli diro' tutto cio' che mi e' successo e speriamo bene. La informero' ,Grazie sempre della sua pazienza nel leggere i miei problemi e della sua gentilezza. Distintamente saluto Floris

[#31] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Floris,

non vedo motivi particolari per non assumere la cardioaspirina e l'antipertensivo. Mi associo alla richiesta dei colleghi riguardo i farmaci in questione.
Non abbia timore, infatti, come Lei stessa scrive, li assumono "tutti", me compreso da più di 20 anni per quanto riguarda l'antipertensivo.

Buon fine settimana
Dr. Antonio Ferraloro

[#32] dopo  
Utente 838XXX

Grazie sempre della risposta che lei invia abbastanza celermente. Desidero solo chiederle due cose: il problema che sto avendo all'occhio,non ho capito se e' stato causato da un rialzo pressorio o se non circola bene il sangue al cervello.Ma allora i controlli cardiologi che ho fatto a dicembre a cosa sono serviti se nessuno ha parlato di farmaci, ecodoppler,ecocardiogramma ecc,,mi dicevano tutto ok. Il problema e' stato sollevato dal neurologo e dall'oculista. Il problema che ogni tanto mi viene, se millimetrica ischemia,vuol dire che il sangue non arriva bene al cervello ed ecco la cardioaspirina? Allora puo' venirmi un problema serio senza farmaci ,giusto dottore?
Adesso mi e' ritornata la paura di pressione alta e ischemia, non vedo l'ora che arriva il 24 febbraio cosi prendero' la seria decisione e potro' tranquillizzarmi. Scusi dottor Ferraloro del mio sfogo,la prego di perdonarmi e di considerare lo stato d'animo di una persona che fino a 6 anni fa si divertiva e non pensava a niente,mai un problema di salute,almeno cosi sembrava ma da quando sono andata in pensione qualsiasi problema mi terrorizza. grazie sempre e ancora scusi. Floris

[#33] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

è normale che gli esami cardiologici effettuati siano normali, ciò non esclude la possibilità di una problematica circolatoria locale, nel Suo caso a livello dell'occhio,
Da cosa sia stato causato il disturbo non è possibile stabilirlo a distanza.
Faccia le dovute visite e non si faccia vincere dall'ansia, stia serena.

Buona domenica
Dr. Antonio Ferraloro

[#34] dopo  
Utente 838XXX

grazie sempre della celerita' nel dare la risposta, posso dire che e' l'unico medico a rispondere subito,almeno per me. Le faccio sapere cosa dira' il cardiologo dopo la visita e l' ECG. Buona domenica . Floris

[#35] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Va bene, leggerò volentieri.

Buona domenica anche a Lei
Dr. Antonio Ferraloro