Utente 520XXX
Buongiorno, sono un ragazzo di 17 anni. Mi rivolgo al Sito dopo aver atteso per un lungo periodo il miglioramento dei miei problemi. Prima di elencare i sintomi attuali vorrei partire da delle azioni da me commesse da molto tempo che ho interrotto da poco. Probabilmente da un paio di anni fa ho cominciato ad avere l'abitudine di comprimere volontariamente la parte destra della testa attraverso delle contrazioni che generavano il rumore "crack" udibile solo da me . Ho cominciato ad avere questo vizio in seguito alla costante necessità di comprendere qualcosa che non riuscivo a capire o provare emozioni che pensavo dovessero far parte di me in determinate situazioni; tutto ciò ,nonostante sapessi fin dall'inizio che non fosse una qualcosa di naturale e quindi una forzatura, iniziamente sembrava farmi stare meglio e non sapevo che in realtà stavo unicamente danneggiando il tutto.circa 5 mesi fa ,una notte ,cercando di forzare ulteriormente il mio cervello, sono entrato in uno stato di confusione dopo aver provato la sensazione della fuoriuscita da parte di un liquido sempre nella zona considerata.mi sono recato al pronto soccorso e tornato a casa dopo il consenso dei medici ai quali però non ho parlato di quello che era successo nella notte ma solo della confusione che provavo. Da quel momento ho interrotto la compressione volontaria e, Nonostante iniziamente fosse difficile a causa dell'abitudine ,ora sono in grado di evitarla. Mi sembra però di aver perso parte delle mie capacità cognitive e sento ancora sensazioni fastidiose nella parte destra. Quando sorrido i nervi producono rumore e movimento come se la parte si fosse rinsecchita. È possibile che abbia generato problemi di circolazione causando un aneurisma o altri tipi di problemi? Chiedo ancora scusa per il disturbo e per la mia probabile difficolta nell'essere chiaro. Grazie.
Cordiali saluti.

[#1] dopo  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FRATTAMAGGIORE (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Caro ragazzo,
quello che hai descritto anche se non è molto chiaro, tuttavia ti rassicuro che non può aver causato alcun danno al tuo cervello. Evita di fare queste manovre se ti arrecano disturbo. Se avverti qualche fenomeno che non ti rende tranquillo consulta il tuo medico curante.
Un caro saluto
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it