Utente 436XXX
Gentili dottori,

da circa due settimane avverto un formicolio alle piante e alle dita dei piedi, quest'ultime sono inoltre di un colore scuro, quasi violaceo. Talvolta il formicolio raggiunge anche i polpacci. Ho eseguito un ecodoppler alle gambe e ai piedi (vene e arterie) e non è risultato nulla. Il medico mi ha detto che probabilmente tali sintomi sono dovuti al mio stile di vita sedentario (sono anche un fumatore) e di stare quindi tranquillo.

Tuttavia, ho iniziato ad avvertire da un paio di giorni lo stesso formicolio anche sul naso, grossomodo sul dorso, dove è comparsa una piccola striscia rossastra. Al momento sono lontano da casa per questioni lavorative e non posso recarmi dal mio medico curante. Vorrei sapere eventualmente quali visite ed esami fare, considerando che questi sintomi iniziano a preoccuparmi seriamente.

Ringraziandovi, cordiali saluti

[#1]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

se sono stati esclusi problemi circolatori, in base a quanto scrive, potrebbe effettuare una visita neurologica, sarà poi il collega a richiedere eventuali esami diagnostici mirati ai riscontri della visita.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente 436XXX

Gentile Dott. Ferraloro,

grazie della sua cortese risposta.

Oggi sono andato da un chirurgo vascolare, che ha eseguito nuovamente l'ecodoppler. Secondo lui, ho problemi di microcircolazione dovuti al fumo - come ho già detto, sono un forte tabagista. Mi ha suggerito di smettere completamente di fumare e di prendere degli integratori (Perfluxi).

Leggendo a casa il suo referto ho però notato questa frase: "presenza di patologia iperecogena a carico delle pareti arteriose senza determinare patologia steno-ostruttiva di rilievo emodinamico". Immagino non sia nulla di grave considerando che il medico non mi ha detto nulla, ma esattamente cosa sarebbe questa "patologia iperecogena"? Potrebbe darmi problemi in futuro?

In ogni caso, ho deciso di vedere comunque un neurologo, voglio escludere tutte le possibilità possibili. Lei che ne dice?

Ringraziandola nuovamente,

Cordiali saluti

[#3]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

condivisibile la decisione per la visita neurologica.
Riguardo il problema vascolare aspettiamo un’eventuale risposta di uno specialista del settore, potrà ovviamente dare informazioni più corrette.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro