Utente
Buonasera,
Tutto è iniziato il primo di gennaio del 2019 con delle vertigini che sono continuate per circa una settimana,
successivamente sensazioni di confusione alla testa e strane sensazione agli arti e al corpo.
ho fatto una visita neurologica con esito negativo.
(ha detto che le sembravo solo nervoso)
Ho eseguito una rm encefalo e tronco encefalico.
(causa una visita dall'oculista che non è riuscito a vedere un lieve astigmatismo).

L'esito della risonanza eseguita senza contrasto è negativo ed è stata evidenziata solamente un pò di sinusite (posso postare il referto se volete).
Mi sono recato allora dal fisiatra per controllare la schiena e mi ha segnato dei medicinali per gli sbandamenti e una rx alla colonna vertebrale.
Referto: Lieve inflessione scoliotica dorso-lombare ad "S" italica invertita, ad iniziale componente rotatoria, elettivamente lombare.

Sui piani laterali abolizione posturale della lordosi fisiologica cervicale, con iniziale accentuazione della cifosi dorsale e della retroversione del sacro.
Creste iliache pressochè iso-livellate in ortostatismo, con sottoslivellamento prossimo ai 4mm dell'anca sinistra rispetto alla controlaterale in corrispondenza dei tetti delle cavità cotiloidee acetabolari.
Andrò a breve dal fisiatra.

Ora la mia paura è avere dei problemi a livelli del sistema nervoso (ho paura di rimanere bloccato) in quanto continuo a sentire sensazioni anomale agli arti come se fossero pesanti, senso di irrequietezza e sopratutto mi sento tirare quando mi muovo sia il corpo che gli arti (come se per ogni mio movimento ci fosse qualcosa a tenerlo).
Ho anche una sensazione di confusione che peggiora quando muovo il collo, sensazione di perdere l'equilibro, orecchie che fischiano, sensazioni anomale anche ai glutei e pesantezza in zona lombare e a volta sensazione di un corpo fisso nella zona dorsale vicino la colonna (oppure calore, freddo, umido e premendo provo un leggero dolore sulla colonna) ma non ho dolori solamente strane sensazioni come se ci fosse una pressione o un peso, mi sento anche un pò strano nella zona del pene (non sempre).
Ultimamente si è aggiunta una debolezza alle mani (riesco però a fare forza come ho sempre fatto) che va e viene.
Quando cammino mi sembra di muovermi male (un pò bloccato).
Ho notato che facendo un pò di sport queste sensazioni si amplificano.
La respirazione invece mi sembra più pesante e a volte quando sto per addormentarmi mi sveglio all'improvviso con una mancanza d'aria.
Alcune volte mi pesa camminare sento un affaticamento alla schiena (zona lombare) e alle gambe.
Questi sintomi tutta via non sono continui e non si presentano tutti insieme.
Volevo sapere se questi sintomi possono essere legati ad un problema al sistema nervoso (inizio a preoccuparmi) La rm può escludere questi problemi?
E' il caso di effettuare una nuova visita neurologica o una visita in un altro ramo?
Non so se può essere utile ma soffro di tic nervosi dalla nascita non invalidanti.

Grazie in anticipo per la risposta.

[#1]  
Dr. Daniele Orsucci

24% attività
8% attualità
8% socialità
LUCCA (LU)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2020
Buongiorno, è molto più probabile che la causa dei suoi disturbi un disturbo di ansia (con RM e visita neurologica nella norma può stare tranquillo).
Eventualmente sentirei uno psichiatra.
Dott. Daniele Orsucci
Neurologo - Esperto Elaborazione Diete
Disponibile per visite on-line (orsuccid@gmail.com)

[#2] dopo  
Utente
Grazie molte dottore è proprio quello che pensavo di fare!
La neurologa disse che non le sembravo un soggetto ansionso ma nervoso.
Sono comuqnue convinto anch io di aver bisogno di una visita psichiatrica.
Se vuole le darò aggiornamenti.
Le chiedo un'ultima cosa. È possibile che non ci si renda conto di soffrire d ansia? Lo chiedo perché ho sempre affronato ogni situazione (lavorative, ragazze, amicizie) senza farmi bloccare, appunto, dall'ansia.

Grazie e buon lavoro.

[#3]  
Dr. Daniele Orsucci

24% attività
8% attualità
8% socialità
LUCCA (LU)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2020
Direi che è molto probabile non rendersi conto di essere ansiosi, ma in realtà soffrire di una sindrome ansiosa.

In medicina "nervoso" non significa niente, ma in genere direi che è sinonimo di un temperamento ansioso.
Dott. Daniele Orsucci
Neurologo - Esperto Elaborazione Diete
Disponibile per visite on-line (orsuccid@gmail.com)

[#4] dopo  
Utente
Grazie buon lavoro