Utente
Gentili dottori, ho 31 anni e premetto che sono di carattere molto ansioso e un po' iperteso (mio padre e mia nonna sono ipertese). Tutto è iniziato 15 giorni fa quando ho avvertito un piccolo crampo, come una contrazione involontaria del muscolo sotto il pollice della mano sinistra. Questo movimento si ripete ogni tanto, soprattutto quando uso il pollice (per esempio svitando un tappo o con movimento più semplici...). Riesco ad avvertirle un po' prima che si formino in quanto sento il muscolo irrigidirsi.
In un primo momento ho legato l'episodio ad un movimento brusco fatto con la mano per svitare un cavo (faccio lavoro di ufficio..), poi però allarmato da quanto letto su internet (sla o malattie simili) sono andato nel panico più totale !!. Vengo da un periodo molto stressante dal punto di vosta lavorativo e famigliare, che mi ha procurato una gastrite forte e successivamente una infezione (orzaiolo) all'occhio, forse entrambi legati. Ho fatto una prima visita neurologica con esito negativo (prescritto un farmaco ansiolitico). Dato il mio stato di forte agitazione, non riuscendo più a mangiare e dormire, ho consultato un altro neurologo che oltre alla visita completa, mi ha fatto una EMG alla mano con esito negativo (ha usato anche l'ago per vedere il muscolo del pollice). Al neurologo ho parlato delle mie paure e lui mi ha rassicurato dicendomi che questa contrazione potrebbe durarmi per un po' di tempo (5/6 settimane) e che il movimento fatto in stato di stress potrebbe aver generato questo fenomeno (mioclonia..?). Mi ha detto inoltre, che questo fenomeno è riscontrabili in giovani (tipicamente universitari) che vivono particolari periodi di stress.
Mi ha prescritto un ansiolitico per aiutarmi. Da alcuni giorni però avverto ogni tanto fascicolazioni sul corpo (soprattutto sulla coscia) che all'inizio non avvertivo,e ogni tanto la sensazione di avere piccole formiche sul mento. Da quel giorno ho il pensiero fisso che possa avere qualcosa di serio, pur non avvertendo perdita di forza o altro. La mia domanda è questa : devo fare altri esami per escludere malattie gravi ? L'esame fatto alla mano potrebbe escludere almeno le patologie più gravi ? (ho il terrore della sla..)
Vivo uno stato di irrequietezza dovuta a questo episodio che non mi fa vivere serenamente. Ringrazio per la Vostra professionalità e cordialità.

[#1]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,
se il disturbo al dito (con EMG negativa) è simile al disturbo su parti del corpo e coscia, potrebbe stare tranquillo. Alla visita neurologica non le è stato riscontrato nulla. Quale ansiolitico le è stato prescritto (e il dosaggio) e da quanto tempo lo assume?
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente
Grazie della sua risposta dottore.
Al dito sento una piccola contrazione del muscolo diversa dalle altre parti del corpo che si manifesta soprattutto dopo uno sforzo. L'EMG ha dato esito negativo, spero non sia nulla di grave...
Il nome dell'ansiolitico prescritto non lo ricordo al momento, il dosaggio va dalle 3 gocce fino ad un massimo di 20 in modo graduale.
Pensa che debba fare altri esami dottore ?

[#3]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
In linea di massima non consiglierei altri farmaci ma inizierei la terapia prescrittale. Se poi il suo stato ansioso dovesse peggiorare per timore di gravi malattie, su consiglio del suo neurologo, potrebbe effettuare una RM encefalo ed un'EMG agli arti inferiori.
Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro