Utente 386XXX
Buonasera, Vi contatto per avere dei chiarimenti in merito alla condizione di mio figlio, e poter avere dei pareri aggiuntivi a quelli ricevuti dai medici che lo seguono in ospedale.
Alla nascita il mio bambino (EG 37+5) ha avuto difficoltà,venendo al mondo da parto eutocico con due giri di funicolo intorno al collo con arto associato, a seguito della fase espulsiva presentava grave ipotonia, FC 100 bpm con scarsa attività respiratoria. Apgar 7-8, peso 2610gr. All'emogasanaliso riscontro di ph pari a 7. Per l'asfissia perinatale veniva trasferito in tip per eseguire il trattamento di ipotermia controllata. All'arrivo si presentava vigile e reattivo e durante la degenza in TIP ha effettuato un ecografia cerebrale che mostrava iperecogenicotà del parenchima cerebrale di grado lieve con aree puntiformi di intensità moderata in sede preventricolare frontale ed occipitale bilateralmente, maggiore evidenza del disegno delle circonvoluzioni del giro drl cingolo, normale flussimetria ed indici di doppler con lieve tendenza alla vasocostrizione. Terminato il trattamento in tip è stata effettuata una RM cranio con sequenze FSE SWAN FLAIR DWI 3D FSPGR e 3D IR-PREPPED con immagini secondo piani multipli. Si documentava cefaloematoma subacuto (il quale poi è andato via). Non evidenti aree di alterato segnale del parenchima cerebrale, cerebellare e de tronco encefalico. Areola fortemente ipointensa belle immagini di suscettività magnetica, si apprezzava in corrispondenza del corpo del nucleo caudato di destra, come per deposito di emosiderina in esiti di pregresso focolaio di infarcimento emmoragico. Non segni di processi espansivi endocranici. Sistema ventricolare, spazi liquiraki della convessità e cisterne della base nei limiti per morfologia e dimensioni. Normale pneumatizzazione delle cavità aeree paranasali.
Vorrei chiedervi alcuni chiarimenti: il deposito di emosiderina potrebbe riassorbirsi e sparire per sempre? Cosa significa "non alterato segnale del parenchima"? Mio figlio potrebbe uscirne senza conseguenze future, nonostante il focolaio d'infarcimento emorragico? All'epoca il neurologo mi disse che mio figlio non avrebbe riportato importanti deficit e come potrete immaginare è una risposta che ad ogni modo lascia dei dubbi immensi, alla visita effettuata a tre mesi il suo sviluppo psicomotorio risultava nella norma e la prossima la faremo a sei mesi. Ad occhio inesperto di madre posso ritenermi fortunata e soddisfatta nel vederlo progredire, appendere ed essere reattivo. Tuttavia vorrei che qualcuno mi spiegasse in termini elementari cosa significa la RM ossia cosa è avvenuto... E se c'è la possibilità di scomparsa dell'empsiderina inoltre vorrei chiedervi se quando avviene un'emorragia muoiono necessariamente i neuroni... Grazie di cuore spero possiate alleviare le mia ansia. Cerco di farmi forza ogni giorno per non pensare all'accaduto ma vorrei almeno capire bene cosa è avvenuto materialmente. Distinti saluti
Antonella. I

[#1] dopo  
Dr. Rosamaria Bruni

24% attività
12% attualità
16% socialità
ANDORRA (AD)
SPAGNA (ES)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2013


Gentile Mamma,

La encefalopatia ipossico-ischemica è una condizione he si presenta in sala parto, direi frequentemente.

Rappresenta una condizione di ipossia , ovvero riduzione di ossigeno dovuto in questo caso a giri di funicolo. e cio puo provocare un danno cerebrale

Da cio che mi spiega , suo figlio ha uno sviluppo psicomotorio normale pertanto
e' cio che importa.

Andiamo per ordine
Cosa e' la Emosiderina? l emoglobina trasformata e ossidata.che nel suo caso si presenta depositata nel nucleo caudato, come detrito dell avvenuto infarcimento emorragico.
Apparentemente non ha nessun signifcato patologico.
La clinica e' negativa

Il parenchima non alterato significa che non ci sono lesioni nel tessuto.

Per cio che concerne alla sua domanda se inseguito ad un infarcimento emorragico muoiono sempre neuroni?
Dipende dall estensione dell emorragia e dal situ.

Spero di aver placato la sua angoscia.

Si goda suo figlio!
Un caro saluto

Dr.ssa RosaMaria Bruni
Neuropsichiatra Infantile

[#2] dopo  
Utente 386XXX

Gentile Dott.ssa Bruni, La ringrazio infinitamente per la risposta, in pratica non è cambiato nulla rispetto a ieri e non cancella ciò che è accaduto ma non immagina quanto mi ha rincuorata, anche solo essere esortata a godermi mio figlio mi riporta ad essere lucida. La ringrazio per il suo contributo.

Distinti saluti,

Antonella I.