Utente 182XXX
Buon pomeriggio
scrivo per un problema che riguarda mia nipote.
Ha 20 mesi , ha iniziato a camminare a 15 mesi ma sin dall inizio cammina sulle punte sia scalza cHe con le scarpe. Non ha mai gattonato. Non ha mai usato il girello. Visto che questa cosa un po mo da da pensare chiedo un vostro parere. Il pediatra dice che prima dei due anni di età non bisogna preoccuparsi e ha rifiutato la richiesta di mio fratello di prescrivere una visita specialistica. Navigando in internet ovviamente si trova di tutto e di più.
Oltre al fatto di camminare sull punte, la bambina non si alza mai da sola dal pavimento nemmeno aggrappandosi a qualche appiglio se non rare volte.Diciamo che non ci prova neanche ma chiede aiuto per alzarsi. Detto ciò, la bambina dice molte parole sempre pertinenti, indica con il dito ciò che vuole, beve da sola dalla bottiglia, riesce a utilizzare giochi con gli incastri, è socievole, allegra, balla e canta (a suo modo).
La mia domanda è :
È vero che è presto per preoccuparsi e a cosa potrebbe essere dovuto?
Viste le sue attività e' possibile escludere problemi neurologici?
Grazie

[#1] dopo  
Dr. Adelia Lucattini

36% attività
16% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2015
Pur concordando con il pediatra sull'opportunità di non allarmarsi, dal momento che l'ansia dei genitori merita di essere accolta e trovi una risposta che non faccia navigare tropo su Internet one con la fantasia, immaginando spesso scenari negativi, potrebbe essere opportuna una visita neurologica di controllo non romantica per la bambina.

Visita neurologica con la finalità di escludere difficoltà motorie specifiche che riguardino gli arti inferiori o anche un problema rispetto alla motricità generale.

Lo specialista deciderà poi se sia necessario fare degli accertamenti strumentali o visite ulteriori per valutare del funzionamento psicomotorio è psicologico generale.
Dr. Adelia Lucattini.
Psichiatra Psicoterapeuta.
Psicoanalista Ordinario SPI-IPA.Esperta in bambini e adolescenti.Depressione-Disturbi dell'umore.