Utente 229XXX
sono la mamma di una di quasi 15mesi, per la quale sono preoccupata e sospetto un ritardo motorio.

La bambina è nata alla sett39, con parto indotto, trasformatosi in cesareo a causa di una sofferenza fetale. Durante la gravidanza ho sofferto di una grave forma di depressione, che mi ha costretto ad assumere paroxetina 40mg e lorazepam 1mg dal 3 mese fino al giorno della nascita di mia figlia. La bambina è nata con apgar di 4, salito poi a 6 e a 9 dopo pochi minuti, ma ha avuto bisogno dell'ossigenazione. E' stata messa in incubatrice per 48ore, dopodiché, accertato che le sue condizioni di salute erano buone, è stata dimessa.
Allattata al seno, nonostante io fossi ancora sotto terapia antidepressiva, che, nel frattempo era stata modificata come segue: sertralina 100mg due volte al giorno e Anafranil 75mg/die, più solito lorazepam 1mg al bisogno.
La pediatra che cura mia figlia mi ha sempre assicurato che la terapia antidepressiva non avrebbe comportato alcun rischio, in quanto trattasi di molecole "sicure".
Ma io mi porto dietro un grandissimo senso di colpa: la bambina è molto sveglia e curiosa,a 3 mesi lallava già ed è tuttora loquace. Ha acquisito una manualità via via sempre più precisa, arrivando a impilare 3/4 cubi e ad inserire le formine nelle sagome corrette.
Dice "mamma, papà, gacco (gatto), paia (palla), brum (macchina), sì, no, poto (pronto, portandosi il telefono all'orecchio) e sembra capire quasi tutto quello che le viene detto.
Il problema, però, è a livello motorio: a 8 mesi stava seduta da sola ma con equilibro precario, non ha mai accennato a volersi alzare in piedi non gattona, non si siede da sola (a volte ci riesce ma con grande sforzo) e non cammina. Se la si mette in piedi ci sta per qualche minuto, ma con le gambe molto rigide e il sederotto all'infuori, dopodiché si lamenta e si vuole sedere.
E' stata visitata da ben 4 pediatri e una neuropsichiatra infantile, che non ha riscontrato niente di patologico, solo un "blocco" nell'applicare gli schemi motori che, però, sembra aver acquisito. Del tipo "potrebbe ma non si applica".
E' una bambina molto difficile con il cibo, infatti nonostante alla nascita pesasse 3,6kg, piano piano la sua curva di crescita ha rallentato e la bimba si è quasi subito collocato tra il 10-15 percentile.
Non ha mai voluto prendere latte artificiale, solo seno e ora che mangia il cibo dei grandi è una tortura convincerla ad aprire la bocca.
E' gracile e sembra più piccola rispetto ai bambini della sua età.
La neuro ci ha consigliato di farle fare fisioterapia 1/settimana per 2 mesi, ma sono preoccupata, perchè ho paura che possa aver subito dei danni neurologici a causa della terapia che ho assunto in gravidanza e che tutt'ora assumo (seppur a dosaggi più bassi). Temo che il suo basso Apgar alla nascita sia stato causato dalla somministrazione di lorazepam durante il travaglio. il 17 avremo la prima seduta dalla fisioterapista, ma chiedo un vostro parere, poichè sono davvero disperata.

[#1] dopo  
Dr. Rosamaria Bruni

24% attività
12% attualità
16% socialità
ANDORRA (AD)
SPAGNA (ES)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2013
SALVE, GENTILE MAMMA

ALLORA VORREI SEPARARE 2 ASPETTI
1-PSICOLOGICO
2- PSICOMPOTORIO.

1PSICOLOGICO
LA BAMBINA ANCORA BEVE IL LATTE , VUOLE DIRE QUE NON VUOLE CRESCERE E SI TROVA ANCORA IN UNA CONDIZIONE INTRAPSICHICA DI FUSIONE CON IL VENTRE DI SUA MADRE, PROBABILME IL SUO SENSO SI COLPEVOLEZZA LA INDUCE A NON PERMETTERE CHE SU FIGLIA CRESCA.

2- PSICOMOTORIO
A 15 MESI DOVREBBE GIA DEAMBULARE SOLA E AVER GATTEATO.
E`UN RITRADO PSICOMOTORIO DOVITO ALLA MANCATA INTEGRAZIONE DEI RIFLESSI PRIMITIVI A POSTURALI , NIULLA DI GRAVE..
CON UNA BUONA PSICOMOTRICISTA CHE SAPPIA STIMOLARE IL RIFLESSO TONICOSIMMETRICO DEL COLLO E TONICO LABIRINTICO, ETC , AVR`` BUONI RISULTATI, ANCHE UN OSTEOPATA PUO ESSERE UTILE.
PUO VERIFICARSI IN BAMBINI NATI DA PARTO CESARIO, PER CHE`NON HANNO FOMENTATO IL RIFLESSO DURANTE IL TRAVAGLIIO , IN QUANTO NON SONO PASSATI PER IL CANALE DEL PARTO,

PER SUA CULTURA E IN CASO VOLESSE SAPERNE DI PIU SUI RIFLESSI PRIMITIVI

Dr, PHd Sally gooddard Blythe ( www.INPP,org uk)
Dr Harald Blomberg
DR Svetlava Masgutova

Sono sati i mei maestri e i guru della neurologia infantile mondiale.

SE HA DUBBI , MI SCRIVA
BUONA GIORNATA!
Dr.ssa RosaMaria Bruni
Neuropsichiatra Infantile