Utente 149XXX
Salve , sono una donna di 40 anni che , in seguito ad un episodio di clonia all'emisoma sx , si è sottoposta ad alcuni accertamenti .
In entrambi gli EEG effettuati sono risultate delle anomalie epilattiformi (theta puntuto) anteriori , prevalentemente a dx , su ritmo di fondo normale .
L'Angio-RMN non ha riscontrato malformazioni di tipo aneurismatico ma una variante anatomica : " emergenza fetale dell'arteria cerebrale posteriore di sx che prende origine dal sifone carotideo, anziche'dall'apice dell'arteria basilare che appare nettamente ipoplasica ".
L'Angio_RMN dei vasi venosi ha evidenziato un'altra variante : " biforcazione alta del seno sagittale superiore " .
Alla luce di questi esiti , i miei interrogativi sono i seguenti :
- le varianti anatomiche riscontrate , sono preoccupanti o garantiscono comunque funzionalità?
- le anomalie epilettiformi possono essere correlate in qualche modo a tali varianti ?
-è opportuno che io inizi subito una terapia antiepilettica come consigliatomi dal neurologo ?
RingraziandoVi fin d'ora per il tempo che vorrete dedicarmi, porgo distinti saluti .

[#1] dopo  
2114

Cancellato nel 2014
Gentile Utente,
le varianti anatomiche non sono da considerarsi patologie. Garantiscono la normale funzionalità dei vasi intracranici.
Di conseguenza le anomalie epilettiformi non dipendono da tali varianti.
Per quanto riguarda la terapia segua le indicazioni fornitele dallo specialista neurologo.
Cordiali saluti
Dott. Alessandro Pedicelli
Specialista in Radiologia
Neuroradiologia, Radiologia e Neuroradiologia Interventistica
www.vertebroplastica.it