Utente 329XXX
Gentili Dottori,

sono un ragazzo di 25 anni. Ho effettuato qualche giorno fa una risonanza magnetica alla cervicale prescrittami dal mio medico curante dopo avergli riferito che da qualche tempo accuso diversi fastidi quali dolori diffusi al braccio sinistro dalla scapola al polso, formicolio notturno alle mani e indolensimento della parte posteriore del collo.
Oggi ho ricevuto il referto della risonanza che vi riporto:

- non evidenti alterazioni morfo strutturali e di segnale a carico del metameri del tratto cervicale
- Accentuazione della fisiologica lordosi cervicale
- Regolare aspetto e segnale dei dischi intersomatici del tratto esaminato
- Regolare midollo spinale esaminato
- R.A. si segnala una minima discesa delle tonsille cerebellari a livello del forame vertebrale come da sindrome di Arnold Chiari tipo I

Non ho ancora avuto possibilità di parlare con un neurochirurgo o neurologo (non so nella fattispecie quale delle due figure sia più indicata) ma l'ultimo punto del referto mi ha messo un pò in ansia sebbene la persona che mi ha effettuato la risonanza mi ha detto che non dovrebbe esserci nulla di preoccupante. Ora, dalle informazioni in vostro possesso ed essendo il referto abbastanza ambiguo nell'ultimo punto sulla presenza di sindrome di Arnold Chiari e non essendo citata la misura della discesa delle tonsille cerebellari, Vi chiedo se la cosa è preoccupante o meno. Qualora non lo fosse tale situazione potrebbe progredire nel tempo sfociando in qualcosa di più serio? In cosa consiste la terapia per questo tipo di problema?

Vi ringrazio anticipatamente delle risposte e Vi porgo cordiali saluti!

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Migliaccio

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
GERACE (RC)
MESSINA (ME)
CASALPUSTERLENGO (LO)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile ragazzo,
il referto recita <minima discesa delle tonsille cerebrali a livello del forame vertebrale >, ma senza visionare le immagini non è dato sapere l'entità della discesa.
I sintomi da Lei riferiti che hanno condotto il Suo medico a prescrivere una RM cervicale e che, come reperto accessorio, ha evideziato la A.C. non sembrano potersi attribuire a tale sindrome.
Spesso piccole "discese" delle tonsille cerebellari sono riscontri casuali e non hanno importanza clinica.

Un consulto diretto con un neurochirurgo credo possa tranquillizzarLa

Cordialmente
Giovanni Migliaccio, M.D., Neurochirurgo
studio@giovannimigliaccio.it -- www.giovannimigliaccio.it
sede principale: Milano

[#2] dopo  
Utente 329XXX

Gentilissimo Dottor Migliaccio,

innanzitutto la ringrazio per la risposta. Purtroppo non mi sarà possibile avere un consulto prima di settimana prossima. Le chiedo se fosse possibile inviarle via mail un'immagine della mia risonanza in modo da poter avere un Suo parere.

[#3] dopo  
Dr. Giovanni Migliaccio

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
GERACE (RC)
MESSINA (ME)
CASALPUSTERLENGO (LO)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2006
Caro signore,
comprendo la Sua ansia, ma attenda sereno la visita con il collega.
Comunque se serve a tranquillizzarLa maggiormente, mandi pure le immagini complete della RM.

Cordialmente
Giovanni Migliaccio, M.D., Neurochirurgo
studio@giovannimigliaccio.it -- www.giovannimigliaccio.it
sede principale: Milano

[#4] dopo  
Utente 329XXX

Egregio dottore,
le ho inoltrato la mia RM all'indirizzo e-mail presente sotto le sue risposte. Ringraziandola infinitamente per la disponibilità aspetto sue notizie.

Cordiali saluti