Utente 178XXX
Salve, mio marito di anni 49 da tempo accusa rigidità al collo con confusione alla testa. nel mese di agosto ha avvertito un leggero tremore al braccio destro che a distanza di un mese si è tramutato in un vero e proprio tremore evidente all'arto destro e sta iniziando un leggero fastidio anche alla gamba.
Ha fatto la visita con il neurologo che gli ha diagnosticato una sindrome extrapiramidale (Parkinson) con una cura di 60 giorni di una compressa chiamata Egibren. Ha ordinato una rm senza mdc con il seguente referto:

L'esame e' stato eseguito mediante tecnica F S E con sequenze assiaii,sagittaii e coronali T1,DP e T2 pesate.
Sono state inoltre eseguite sequenze coronali T2 a strato sottile passanti per il cavo sellare.
Il sistema ventricolare è in asse,regolare per ampiezza e morfologia senza impronte o deformazioni
Patologiche. Emiazione della cisterma ottico-chiasmatica nel cavo sellare nel cavo sellare verosimilmente compatibile
con quadro di sella vuota primaria.
Il pedincolo ipofisario e' in asse.
Non si rilevano aree di alterato segnale a carico delia giunzione bulbo-midollare, in fossa cranica posteriore
ed in sede emisferica bilaterale.
Nella norma i solchi subaracnoidei della convessità cerebrale e le cisterne liquorali del basicranio.
Cosa vuol dire questo referto?
La confusione e le cefalee sono dovute alla sindrome extrapiramidale o ad altro?

Dal controllo il neurologo ha detto che è tutto apposto e che in questo momento non ci sono danni e che in seguito non si può sapere cosa accadrà.
Ha detto di cominciare la cura, ma senza rilasciare alcuna diagnosi scritta.

Io volevo chiedere se la sindrome extrapiramidale è confermata dai sintomi descritti, se ci sono esami che si possono fare per stabilire la gravità e la rapidità della malattia.
Perchè in un mese il semplice tremore interno si è manifestato in tremore evidente che prende mano braccio spalla e torace.
Deve iniziare la cura o voi consigliate altri esami prima.

Grazie e arrivederci

[#1] dopo  
Dr. Otello Poli

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Naturalmente comprenderà come sia differente esprimere un parere a distanza "visto da qui" rispetto alla possibilità di effettuare una valutazione clinica neurologica diretta.

Ciò detto, la sintomatologia descritta "apparrebbe suggestiva" di una sindrome extrapiramidale.

Concordo come la RM Encefalo (il referto poichè non ho la possibilità di visionare le immagini) non evidenzi nulla in tal senso.

Nelle forme di parkinson e di parkinsonismi dubbi o iniziali esiste un esame di elezione che consente di discernere circa la diagnosi ovverosia la "SPECT DaT SCAN" (che studia le vie dopaminergiche nigro-striatali deficitarie in una patologia extrapiramidale).

Debbo dire che trovo deontologicamente assolutamente poco corretto un comportamento del tipo "...Ha detto di cominciare la cura, ma senza rilasciare alcuna diagnosi scritta...".

Ritengo indicato un "secondo parere neurologico" a breve termine.
Dr. Otello Poli, MD
Neurologo-Algologo-Esperto in Medicina del Sonno
email: otellopoli@gmail.com - sito web: www.otellopoli.it

[#2] dopo  
Utente 178XXX

Salve dottore,
Grazie per la sua risposta. Vorrei chiederLe qualche informazione sul medicinale che mio marito dovrebbe assumere (EGIBREN 10) con assunzione di una compressa al mattino per 60 gg, e controllo dopo 30gg dall'inizio della terapia. Quali benefici e quali controindicazioni può portare questo farmaco.
Se il tremore interno al braccio è iniziato circa alla metà di agosto, e ci siamo accorti che i primi di settembre la mano, braccio, spalla e torace hanno cominciato anch'essi a tremare, la mano ha meno forza dell'altra e accusa una forma di stanchezza anche alla gamba (sempre lo stesso lato).
Vorrei chiederle secondo Lei ha un'evoluzione rapida o all'inizio è sempre così?
Saprebbe consigliarci una clinica neurologica per prendere un secondo parere dato che nella nostra sicilia prima del mese di dicembre non si possono avere prenotazioni?
Grazie.

[#3] dopo  
Dr. Otello Poli

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Perdoni ma queste sono tutte notizie che può trovare in scheda tecnica del farmaco.

E, qualora non soddisfatta, il comporamento deontologico più corretto è chiedere al medico che lo ha prescritto.
Dr. Otello Poli, MD
Neurologo-Algologo-Esperto in Medicina del Sonno
email: otellopoli@gmail.com - sito web: www.otellopoli.it