Utente 368XXX
Sono stata operata il 29 ottobre scorso per stabilizzazione e decompressione della colonna vertebrale in seguito a ernia discale L2-L3 e L3-L4 su stenosi del canale lombare su scoliosi degenerativa destro-convessa con apice di curva in L2. L'intervento è consistito nel posizionamento di uno stabilizzatore metallico, le cui viti inter-peduncolari risultano localizzate a livello del corpo di D12-L1-L2-L3-L4-L5 e S1.
Il 18.12 scorso ho fatto RX colonna lombosacrale con referto:
"L'indagine dimostra i segni relativi ad un pregresso porcesso di cedimento strutturale a carico della limitante somatica superiore del corpo di D12, con conseguenti manifestazioni di "cuneizzazione" anteriore del soma. L'indagine dimostra manifestazioni di spodilo-artosi espresse da sclerosi sub-condrale ed osteofitosi margino-somatica anteriore con osteocondrosi diffusa e riduzione asimmetrica a carico degli spazi inter-somatici relativi ai tratti L1-L2-L3-; L3-L4 e L4-L5, oltre che di quello relativo al tratto di passaggio lombo-sacrale. L'indagine non dimostra, peraltro, i segni relativi ad eventuali processi di dis-allineamento a carico dei metameri propri del tratto in esame, sul piano sagitale. L'indagine evidenzia manifestazioni a carattere osteoporotico estese a tutti i matameri in esame."
Mi chiedo se trascorso questo tempo sia normale sentire ancora dolore.
Porto busto ortopedico e cammino con l'ausilio di un deambulatrore, tendo a incurvarmi in avanti per sentire meno dolore.
Un busto a 3 punti può essere utile?

grazie

[#1] dopo  
Dr. Alessandro Aiello

36% attività
4% attualità
16% socialità
SCIACCA (AG)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2014
Gentile Signora,
le cause del dolore di cui Lei parla possono essere molteplici. Ha affrontato da poco un intervento di stabilizzazione ed inoltre la condizione complessiva della Sua colonna vertebrale, da quello che riporta, potrebbe contribuire non poco al dolore stesso.
Non potendo tuttavia esaminare le immagini "de visu" e dovendosi basare solo sul racconto, non si può far altro in questo momento che consigliarLe una visita reale dallo specialista ortopedico al fine di obiettivare quanto più possibile la condizione clinica reale. Quanto sopra anche per poter eventualemente prescrivere adeguati presidi ortopedici di supporto (magari anche il busto) basandosi su dati reali.
Viene inoltre segnalato un cedimento della XIIa vertebra dorsale (D12) definito come esito e che andrebbe tuttavia datato per quanto possibile, eventualmente anche sulla base di un confronto con precedenti radiogrammi, se in suo possesso, al fine di attribuire o meno a questo elemento una possibile causa di dolore.
L'osteoporosi stessa può essere inoltre causa di cedimenti vertebrali, anche lenti, che possono generare dolore.
Come vede sono molteplici le valutazioni che devono essere fatte, sulla base della clinica e delle immagini.
Questo non può essere fatto ovviamente online.
Cordiali salui e Buon Anno.
Dott. Alessandro Aiello
Dirigente Medico di Radiodiagnostica
U.O. Radiologia - Ospedale Giovanni Paolo II° - Sciacca (AG)

[#2] dopo  
Utente 368XXX

Ricambio gli auguri di buon anno e ringrazio.
Comprendo che non sia possibile una valutazione puntuale, quello che non riesco però a comprendere è quanto tempo debba passare dall'intervento per vedere se questo sia ben riuscito o no.
Il neurochirurgo che mi ha operata non si esprime in merito, di sicuro c'è che invece di migliorare la situazione è sensibilmente peggiorata.
Spero che non ci siano complicazioni che comportino la ricollocazione di una o più viti che mi sono state impiantate.

grazie

[#3] dopo  
Dr. Alessandro Aiello

36% attività
4% attualità
16% socialità
SCIACCA (AG)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2014
Quelli che Lei chiede sono giudizi che deve esprimerr chi l'ha operata, non foss.altro perché sa bene cosa e come ha fatto.
Proprio perche segnala un peggioramento sarebbe probabilmente il caso di sottoporsi a visita per scongiurare complicanze.
Contatti nuovamente il neurochirurgo e si faccia visitare. Potrebbe essere anche il caso di eseguire degli esami diagnostici.
Che disturbi ha di preciso? Ha febbre? Ha fatto un esame del sangue?
Saluti.
Dott. Alessandro Aiello
Dirigente Medico di Radiodiagnostica
U.O. Radiologia - Ospedale Giovanni Paolo II° - Sciacca (AG)

[#4] dopo  
Utente 368XXX

Caro dottore comprendo che quello che chiedo non ha risposte nè certe nè semplici, le visite sono state già eseguite e tra pochi gorni eseguirò una TAC per verificasre più in dettaglio l'impianto.
Non ho alterazioni di temperatura e non ho eseguito esami del sangue, quello che provo sono grande difficoltà di movimento e dolori più o meno continui soprattutto negli spostamenti. Anche nel letto non è semplice trovare posizioni che non provochino fastidi e lo spostarsi provoca sempre dolore.
La curiosità maggiore e quella di conoscere dopo quanto tempo possa sperare che l'operazione è andata a buon fine.

grazie infinite

[#5] dopo  
Dr. Alessandro Aiello

36% attività
4% attualità
16% socialità
SCIACCA (AG)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2014
Se le hanno indicato di eseguire una TC per verificare il sito dell'intervento attenda a questo punto l'esito.
Saluti.
Dott. Alessandro Aiello
Dirigente Medico di Radiodiagnostica
U.O. Radiologia - Ospedale Giovanni Paolo II° - Sciacca (AG)