Utente 169XXX
Buongiorno,
tempo fa un neurologo mi ha consigliato di fare una risonanza magnetica cerebrale con contrasto, perchè soffro di emicrania trafittiva.
Volevo capire la differenza con e senza contrasto, poichè vorrei se possibile evitare il mezzo di contrasto. E' proprio indispensabile?
Grazie

[#1] dopo  
Dr. Salvatore Pappalardo

24% attività
0% attualità
4% socialità
TAORMINA (ME)

Rank MI+ 28
Iscritto dal 2016
Il mezzo di contrasto, in generale e nella grandissima maggioranza dei casi, incrementa la specificità ma non la sensibilità della risonanza magnetica, cioè serve a capire meglio in cosa consista un reperto patologico già rilevato senza mezzo di contrasto, mentre non serve a percepire l'esistenza di reperti patologici che senza mezzo di contrasto passerebbero inosservati.
Dunque, se la RM senza MdC è priva di reperti patologici, tranne eccezioni che assolutamente non la ruguardano, non sarebbe necessario procedere con il MdC.
È comunque opportuno chiarirle che i mezzi di contrasto per risonanza magnetica sono assolutamente sicuri e non danno effetti collaterali percepibili, per cui fare un MdC le darebbe soltanto l'incomodo trasurabile della somministrazione inteavenosa.
Dr. salvatore pappalardo