Utente 328XXX
Salve, sò che questa è forse la sezione sbagliata nella quale scrivere il consulto, ma le altre erano piene...

credo di avere avuto Emianopsia transitoria diverse volte, ma ora comincio ad avere paura.
Ho 25 anni e all'età di 16 o 17 anni ho avuto per la prima volta questi sintomi, in poche parole non vedo praticamente nulla sulla parte alta sinistra inizialmente per poi estendersi sul lato sinistro, la sensazione è quella di vedere a metà, da entrambi gli occhi, difatti se ne chiudo uno non cambia nulla, se guardo fisso esempio il cellulare riesco a vedere qualcosa sulla parte destra ma la parte sinistra è completamente appannata, addirittura come se non ci fosse nulla sulla sinistra, non riesco a spiegare bene....

Se chiudo gli occhi vedo solo come una strisciolina pixelata colorata e bianca, ma comunque ci devo fare caso...

Questo successe appunto mentre facevo il l'esame di stato e scrivevo un tema, tempo 30-40 minuti e la vista torna ad essere quella di prima...

Nel mentre non avverto formicolii, nausea o altri sintomi, solo a volte un leggero intontimento perche la sensazione è davvero fastidiosa.

Nel tempo poi fino ad'oggi mi sarà successo altre 5 6 volte, e solo 2 o 3 alla fine le ho avvertite un legger mal di testa.
Ho eseguito dopo la seconda volta un esame della vista che è risultato nella norma, e sono stato avvertito che potesse trattarsi di un problema di aureola, ma il mal di testa non mi viene sempre, come esempio oggi.
Uscendo da un negozio dopo aver fatto una commissione comincia e dura sempre quella mezzoretta per poi pian piano tornare alla normalità.
Non ho eseguito esami neurologici specifici, quindi è ovvio che lo farà il prima possibile arrivati a questo punto, mi chiedevo solo una cosa se possibile che potrebbe almeno tranquillizzarmi in parte, essendo che questi sintomi mi sono insorti 5 6 volte nell'arco di parecchi anni, calcolando che cominciarono a 17 anni ed ora ne ho 25, è possibile escludere patologie importanti che in questi anni si sarebbero presentate?

Mia madre ha detto che comunque cose gravi non mi avrebbero permesso di starmene tranquillo per 8 anni, spero in una risposta contenente un consiglio.
Ribadisco che farò le visite dovute, ma nel frattempo devo preoccuparmi molto?

Grazie, sono molto spaventato, spero di non aver detto cose sbagliate

[#1] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

se sono state escluse cause oculistiche è possibile che gli episodi riferiti possano essere delle aure visive che si sono manifestate alcune con lieve cefalea, altre senza, evenienza quest'ultima possibile e nemmeno tanta rara, peraltro i tempi di durata del disturbo sono in linea con quelli medi per tale condizione.
E' chiaro però che questa è solo un'ipotesi a distanza senza alcuna pretesa diagnostica.
Le consiglio di effettuare una visita neurologica presso un collega esperto in cefalee, poi eventuali esami diagnostici, per es. una RM encefalica, saranno richiesti dal neurologo qualora li dovesse ritenere opportuni.
Stia sereno.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro