Utente 196XXX
buongiorno.
cercherò di essere breve. sono stata operata 4 volte di vitrectomia (diagnosi schisi retinica) all occhio sx negli ultimi 5 mesi (30 agosto - 6 ottobre - 3 dicembre - 14 gennaio. durante questi 4 interventi mi è stata fatta anche cataratta e peeling membrane epiretiniche. dalla prima operazione non ho mai più visto. preciso che sono stata seguita da un ottimo staff dell ospedale oftalmico della mia città. ma purtroppo a quanto pare la mia retina è troppo fine e pertanto non mi hanno dato buone notizie.... ho 36 anni e mi spaventa dover accettare che rimarrò non vedente da un occhio. mi chiedo cos altro posso fare e se in caso di risposta negativa posso chiedere un invalidità.
grazie.

[#1] dopo  
Dr. Enrico Rotondo

40% attività
0% attualità
16% socialità
CATANZARO (CZ)
LECCE (LE)
NARDO' (LE)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2010
Prenota una visita specialistica
Buonasera, purtroppo alcune volte queste patologie recidivano e prendono una china peggiorativa anche con interventi tecnicamente perfetti. Nel caso non dovesse migliorare può fare istanza di invalidità civile (non cecità) e le verrà assegnata una percentuale, ma se la patologia è solo questa non credo che otterrà benefici economici di legge.

cordialmente
Dr. Enrico Rotondo
Policlinico Universitario "Magna Graecia" di Catanzaro
www.medicitalia.it/enricorotondo

[#2] dopo  
Utente 196XXX

grazie mille dr. Rotondo per la sua risposta celere.
e con rammirico prendo visione.... quindi a 36 anni con un occhio non vedente non ho alcuna alternativa? problemi di vista e problemi di lavoro. in questi giorni ho avuto un secondo parere e mi è stato detto che non recupererò mai più la vista. mi può solo gentilmente spiegare perchè nel mio caso non posso chiedere l' invalidità per la cecità?
grazie di vero cuore.
saluti.

[#3] dopo  
Dr. Enrico Rotondo

40% attività
0% attualità
16% socialità
CATANZARO (CZ)
LECCE (LE)
NARDO' (LE)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2010
Buonasera, perche la legge prevede un residuo visivo in entrambi gli occhi pari alla percezione della luce, se un occhio ha un residuo visivo superiore non si può essere considerati ciechi civili, tuttavia la sua menomazione prevede una percentuale di invalidità pari a circa il 20-30%, ma in sede di invalidità civile (non cecità), quaesto potrebbe prevedere alcuni benefici di legge,ma non economici.

cordialmente
Dr. Enrico Rotondo
Policlinico Universitario "Magna Graecia" di Catanzaro
www.medicitalia.it/enricorotondo