Utente 297XXX
Buongiorno,
a inizio ottobre 2012 son stata operata con tecnica lasik per correggere sia miopia che astigmatismo in entrambi gli occhi (miopia -4,75 diottrie, astigmatismo 1,50 ), (spessore corneale di 530 mn). Il giorno sucessivo all'operazione riuscivo a vedere bene (10/10 visione con entrambi gli occhi), poi la vista è andata progressivamente calando, fino ai 7/10 attuali. ù
A cosa può essere dovuta questo peggioramento?
(a me è stato detto che in rari casi succede, ma non mi è stato spiegato il motivo.)
Mi era stato poi detto che con la tecnica lasik e con i miei parametri, nel caso appunto non avessi raggiunto una visione ottimale, avrei potuto correggere nuovamente il difetto "ritoccando" , sempre con la stessa tecnica. ora pero' chi mi ha operato dice che non vuole più usare la lasik (senza pero' spiegarmi il motivo),
ma aspettare ancora un po per vedere se si stabilizza (in meglio) il tessuto. Leggendo in internet i tempi di assestamento dopo la lasik non mi sembrano cosi lunghi.
Cosa ne pensa?
crede sia possibile un ritocco per vederci di nuovo bene?
Grazie infinite

[#1] dopo  
Dr. Alex Bosone

24% attività
4% attualità
0% socialità
TORINO (TO)
MILANO (MI)

Rank MI+ 28
Iscritto dal 2012
Buongiorno,

statisticamente un piccolo numero di pazienti può a distanza di tre mesi dall'intevento presentare piccoli difetti visivi residui. Questo sia con la LASIK che con la PRK. I motivi possono essere molteplici, ma in maniera molto generale si può dire che è il processo di guarigione, leggermente diverso dall'atteso, a influenzare il risultato finale.

La possibilità di un piccolo ritocco dipende dallo spessore corneale residuo totale per la tecnica PRK, e da quello stromale (cioè lo spessore della cornea dopo che si solleva il flap) nella tecnica LASIK.
Se il suo oculista vuole scegliere la PRK probabilmente è perchè c'è poca disponibilità di tessuto stromale residuo, magari non sufficente per il ritocco, mentre a volte una PRK sopra il flap può essere possibile in questi casi.

Cordialmente



Dr. Alex Bosone
it.linkedin.com/in/alexbosone/

[#2] dopo  
Utente 297XXX

Grazie mille per la risposta.

In verità a me non è stata proposta nemmeno la PRK, ma un trattamento di cross-linking con riboflavina e UVA. Ho cercato molto in rete, ma non ho trovato nessuna applicazione di questo metodo per correggere residui di miopia dopo operazione al laser, ma solo per il trattamento del cheratocono.
Sembra che si, porti a un certo miglioramento della visione, ma nonè quantificato, e soprattutto non mi risulta sia stato ancora usato per correggere la miopia.

Cosa ne pensa? Potrebbe essere una soluzione per recuperare i 10/10? (io al momento, senza lenti, arrivo a vedere 7/10, 8/10 con molta luce solare).

Spero in una sua ulteriore risposta

Grazie infinite

[#3] dopo  
Dr. Alex Bosone

24% attività
4% attualità
0% socialità
TORINO (TO)
MILANO (MI)

Rank MI+ 28
Iscritto dal 2012
Il cross-linking è un trattamento finalizzato a rendere la cornea più rigida.
Ne parli con il suo oculista che le ha proposto l'intervento e che ha eseguito la LASIK. Le saprò dire con più precisione la finalità del trattamento, i risultati attesi, etc. Senza esami strumentali (topografia) non è possibile dare una risposta precisa sulle ragioni di questa scelta.

Cordiali saluti
Dr. Alex Bosone
it.linkedin.com/in/alexbosone/