Cataratta

ho 57 anni e da sempre ho un occhio con una miopia che raggiunge dx -25 diottr.e sx -7. Ora in conseguenza è intervenuta una cataratta sull'occhio dx che non permette più di vedere la retina: consiglio operazione con sostituzione cristallino. L'oftalmologo mi ha consigliato di arrivare a -5/-6 diottrie con l'operazione, dicendomi che comunque continuerò a non vedere da quell'occhio. Secondo il chirurgo dovrei operare anche l'altro occhio e portarli entrambi a -2 diottrie per evitare che fra 10 anni una cataratta nell'occhio sx mi costringa poi a restare sui valori di -5/-6 diottrie per la compensazione dell'occhio dx. Chi ha più ragione? che problemi darebbe una eventuale futura correzione di 2 diottrie su un occhio che comunque non vede?
grazie
[#1]
Dr. Giulio Bamonte Oculista 427 26 3
Salve,

se con una ecografia e'possibile continuare a osservare la retina dell'occhio destro, io non farei niente. Il suo occhio destro ha infatti uno scarso potenziale visivo, quindi un intervento di cataratta non avrebbe alcun beneficio funzionale.
Certo se poi la cataratta diviene cosi matura che potrebbe comportare glaucoma o altri problemi, tra cui metto anche un danno estetico allora vale la pena di considerare la chirurgia.
Per quanto riguarda la lente onestamente non vedo affatto il problema del potere . Quello e'un occhio che non ha mai visto.
Puo anche rimanere -25, non cambierebbe nulla. L'intervento va fatto per poter vedere la retina non perche'lei veda meglio.


In ogni caso trattandosi di un occhio cosi miope piu' tardi fa l'intervento meglio e'.
Il momento migliore sarebbe quando si fosse gia'' verificato un distacco di vitreo.
In quel caso eseguire un intervento a destra avrebbe meno rischi oin termini di distacco di retina.

Trattandosi lei infatti di una persona ancora relativamente giovane, e' infatti probabile che il vitreo sia ancora aderente alla retina, in entrambi gli occhi.

Un intervento di cataratta potrebbe facilitare il distacco del vitreo e con esse un distacco di retina.
Piu' giovane il paziente piu'alto questo rischio.

Per questi motivi tornando al problema della lente, se proprio l'intervento nell'occhio destro fosse necessario, farei impiantare una lente di -3 -4. e NON TOCCHEREI ASSOLUTAMENTE l'occhio sinistro.

Quando questo sviluppera' una cataratta allora e solo allora prenderei in considerazione una operazione. Questo al fine di minimizzare il rischio di un distacco di retina.

Spero di essere stato chiaro poiche' e'un discorso complicato.

Cordiali Saluti,

Dr. Giulio Bamonte.
Oculistica, Retina, Cataratta, Glaucoma
www.giuliobamonte.it

[#2]
dopo
Utente
Utente
la ringrazio molto, mi è stato molto utile

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio